Come Può uno Non Ammogliato Vivere Meglio la Sua Vita da Cristiano?

3/19/2019 0 Commenti


Essere un cristiano è rispettare gli insegnamenti e le leggi del Signore Gesù Cristo. Come Cristo è il Signore, i cristiani sono i Suoi seguaci, o servi; e lo scopo ultimo di ogni servo è di compiacere il suo Signore o Maestro.

Vivere da cristiano è vivere secondo le parole di Cristo. Ma chi ha la maggiore capacità di fare questo, uno sposato o uno non ammogliato? Tra i due, chi ha la migliore opportunità di servire il Signore senza distrazioni?

I CORINZI 7:32-35 dice:

32 Or io vorrei che foste senza sollecitudine. Chi non è ammogliato ha cura delle cose del Signore, del come potrebbe piacere al Signore;
33 ma colui che è ammogliato, ha cura delle cose del mondo, del come potrebbe piacere alla moglie.
34 E v'è anche una differenza tra la donna maritata e la vergine: la non maritata ha cura delle cose del Signore, affin d'esser santa di corpo e di Spirito; ma la maritata ha cura delle cose del mondo, del come potrebbe piacere al marito.
35 Or questo dico per l'utile vostro proprio; non per tendervi un laccio, ma in vista di ciò che è decoroso e affinché possiate consacrarvi al Signore senza distrazione.

La Bibbia sottolinea le differenze significative tra uno sposato e uno non ammogliato in termini di servizio al Signore. San Paolo disse che le persone non ammogliate si prendono cura delle cose che appartengono al Signore e delle cose che piaceranno al Signore. Ciò significa che la sua priorità principale è come potrebbe essere gradito agli occhi del Signore. Si diletta nel fare cose che sono conformi alla Sua volontà; e la sua gioia non è su cose materiali come ricchezze e lussi, ma nel realizzare gli insegnamenti del Signore.

Un uomo sposato, invece, si prende cura delle cose del mondo e su come potrebbe piacere alla moglie. Si preoccupa delle necessità quotidiane della sua famiglia. I suoi pensieri sono preoccupati a pensare a come guadagnare di più per i bisogni della sua famiglia come cibo e riparo, per le bollette elettriche e dell'acqua, per il latte e il pannolino dei suoi bambini e per tutte le altre cose che potrebbero piacere alla moglie. Così le dà tutte le cose materiali che desidera, cede ai suoi capricci, e fa in modo che prima di prendere qualsiasi decisione, o prima di fare qualsiasi cosa, chieda prima la sua opinione e il consenso perché non la vuole dispiacere.

Apparentemente, essere sposati diventa una distrazione e un ostacolo al proprio servizio al Signore. Ed è ovvio che la persona non ammogliata è in una posizione migliore per servire il Signore e per vivere una vita che ci si aspetta da un cristiano. E dal momento che è single, le sue decisioni e azioni non dipendono da nessun altro, e non deve piacere a nessuno tranne che al Signore. Condurre una vita solitaria dà a una persona la possibilità di prendersi cura del Signore e solo delle cose del Signore. 

Consentitemi di usare me stesso come esempio. Non sono sposato; vivo una vita solitaria. A causa della mia situazione, posso badare solo alle cose del Signore, e sono in grado di fare cose che potrebbero piacere a Lui. Mi preoccupo per i fratelli; mi preoccupo per i Suoi insegnamenti; mi interessa la predicazione del Vangelo. Le mie cure e premure, e le mie preoccupazioni sono tutte rivolte a fare cose che potrebbero piacere al Signore. E sicuramente, non sarei in grado di svolgere tutti i compiti che sono sulle mie spalle se fossi sposato o se fossi un padre di famiglia. Il mio tempo e attenzione sarebbero sicuramente divisi e non sarei in grado di svolgere i miei doveri verso Dio e verso i fratelli nel modo più fedele possibile. Ma poiché sono single, sono in grado di dedicare tutto il mio tempo a prendermi cura delle cose del Signore.

Mentre è vero che una persona sposata può anche servire il Signore ma con determinati vincoli e limiti; non può dare il cento per cento perché ci sono distrazioni e preoccupazioni nell’essere sposato che lo ostacolano.

Pertanto, è più conveniente servire il Signore se la persona non è sposata perché è libera da tutti i tipi di distrazioni e cure di questo mondo che sono spesso vissute da coloro che sono sposati. Inoltre, essere single dà a una persona più opportunità di fare cose che potrebbero piacere al Signore, come prestare attenzione ai Suoi insegnamenti e fare opere caritatevoli che potrebbero giovare agli altri. E per me, passare la vita a compiacere il Signore è il modo migliore per vivere una vita cristiana.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Come Mantenere Intatto il Matrimonio

3/13/2019 , 0 Commenti


L'infedeltà distrugge le relazioni. Nel momento in cui un marito diventa infedele a sua moglie, è inevitabile che quella che era una relazione "molto dolce" si tramuti in una acida ed amara. E se non affrontato correttamente nel più breve tempo possibile, potrebbe causare distruzione all'intera famiglia.

Ma perché i mariti diventano infedeli alle loro mogli? Perché lasciano le mogli e ne cercano un’altra?

Nessun marito sano di mente abbandonerebbe la donna che aveva corteggiato con molta pazienza per anni senza alcuna ragione. Il fatto che abbia fatto di tutto per vincere la sua mano nel matrimonio significa solo che si è impegnato con lei e desidera una relazione che duri tutta la vita con lei. Questo è il motivo per cui è piuttosto triste ascoltare storie di mogli i cui mariti le avevano abbandonate ed ora stanno abbracciando altre donne.

Se facessimo una semplice analisi sul perché un marito lascia sua moglie a favore di un'altra donna, ci renderemo conto che ne deriva solo da una ragione molto semplice: lui sente che sua moglie è cambiata, che non è più la donna di cui si è innamorato - qualcuno che era ben curata, molto premurosa e riguardosa, e sempre profumata. Perché ora, dopo diversi anni di matrimonio e dopo aver avuto tre figli, sua moglie ha perso il suo fascino. Fa a malapena un bagno; spesso dimentica di lavarsi i denti; non si pettina e non si sistema più i capelli; e raramente cambia il suo vestito. In altre parole, ha trascurato di occuparsi della sua cura personale e igiene. Di conseguenza, suo marito si sente disgustato.

Una moglie, anche se ha generato una mezza dozzina di bambini, dovrebbe fare in modo che rimanga adorabile agli occhi di suo marito. Dovrebbe sempre essere profumata, è per questo che ha bisogno di lavarsi più spesso, nello stesso modo in cui dovrebbe lavarsi anche più spesso quello che alcuni spot televisivi chiamano "l'area femminile". Una donna potrebbe perdere il suo dolce odore se trascura la corretta igiene, o se suda molto dopo aver svolto certe faccende domestiche. Quindi, invece di un profumo dolce, emette un odore sgradevole.

In Isaia 3:24 dice:

Ed avverrà che, in luogo di buono odore, vi sarà marcia...

Quella fu la maledizione di Dio per le donne israelite. Invece di un buon odore, ci sarebbe putrefazione e marcio. Ma una donna che non è maledetta ha un buon odore. Cosicché tuo marito non ti lasci, assicurati di mantenere il tuo buon odore. Per natura, un uomo cerca una donna profumata. Se tuo marito non trova più quel buon odore in te perché non ti lavi i denti e non fai il bagno, è probabile che cercherà una donna più fragrante e più attraente.

Non dimenticare di mostrare semplici gesti di affetto e cura come servirgli una tazza di caffè, o dargli un piccolo massaggio quando torna a casa dal lavoro. Quelle semplici azioni gli faranno sentire quanto lo ami e si renderà conto che commetterà una stupidissima follia se tradirà una moglie amorevole, premurosa e adorabile come te.

Ma soprattutto, la migliore salvaguardia per proteggere le relazioni coniugali è la preghiera a Dio. In realtà, molti rapporti coniugali non durano perché mancano le preghiere a Dio. Marito e moglie dovrebbero vivere una vita di preghiera. Dovrebbero sempre pregare Dio per proteggere la loro famiglia e mantenerla intatta. Ed è meglio che marito e moglie restino fermi nel loro servizio a Dio. 

Ricorda sempre, Dio è misericordioso, ed è Sua volontà che marito e moglie vivano insieme fino alla morte.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Le Qualità che Rendono Giustamente una Persona un Cristiano

3/07/2019 0 Commenti


In questa generazione, molte organizzazioni religiose sono spuntate come funghi e ognuna di loro afferma di essere cristiana. Tuttavia, non tutti coloro che affermano di essere cristiani sono veramente cristiani; e non tutti quelli che si definiscono cristiani sono veramente cristiani. La Bibbia stabilisce requisiti specifici prima che qualcuno possa essere chiamato giustamente cristiano.

Quindi, chi sono i veri cristiani?

GIOVANNI 8:31 dice:

. . . Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli;

I veri cristiani sono quelli che credono e osservano la parola di Cristo, proprio come i discepoli. Ecco perché i discepoli sono veri cristiani.

Non è sufficiente credere in Cristo, devi anche accettare le Sue parole. Se affermi di credere in Cristo ma stai rifiutando le Sue parole, non sei un vero cristiano. Rifiutare le parole di Cristo equivale a respingere anche Lui.

GIOVANNI 12:48 dice:

Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell'ultimo giorno.

Se non osservi le parole di Cristo, non sei considerato un vero cristiano anche se proclami te stesso come tale. È più appropriato chiamarti solo un cristiano nominale. Un vero cristiano è colui che mantiene le parole di Cristo. E quali sono le parole di Cristo che dobbiamo mantenere?

MARCO 1:14-15 dice:

14 Dopo che Giovanni fu messo in prigione, Gesù si recò in Galilea, predicando l'evangelo di Dio e dicendo:
15 Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete all'evangelo.

I CORINZI 15:1-2 dice:

1 Fratelli, io vi rammento l'Evangelo che v'ho annunziato, che voi ancora avete ricevuto, nel quale ancora state saldi, e mediante il quale siete salvati,
2 se pur lo ritenete quale ve l'ho annunziato; a meno che non abbiate creduto invano.

Pertanto, è il Vangelo, o la buona novella - la buona notizia sul regno di Dio, che dobbiamo tenere nella nostra memoria. Mantenere le parole di Cristo, o il Vangelo, nella nostra memoria e rispettandole, ci qualificherebbe per essere chiamati veri cristiani.

Mantenere il Vangelo in memoria significa vivere uno stile di vita degno del vangelo di Cristo.

FILIPPESI 1:27 dice:

Soltanto, conducetevi in modo degno del Vangelo di Cristo, affinché, o che io venga a vedervi o che sia assente, oda di voi che state fermi in uno stesso spirito, combattendo assieme d'un medesimo animo per la fede del Vangelo,

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti: