Il Dono della Salvezza di Dio Non è in Vendita, è Gratuito

9/18/2019 0 Commenti


A causa dell'insaziabile avidità dell'uomo per i soldi, egli ha escogitato tutti i tipi di truffe per arricchirsi ulteriormente, anche se ciò significherebbe vittimizzare i poveri, gli innocenti e gli ignari. Coloro che lo fanno, ovviamente, nascondono il loro vero motivo. Li vediamo nelle vesti della santità, usando la parola di Dio come esca per attirare le persone. Sì, davvero, questa pratica è molto evidente nella religione.

Le religioni e i leader religiosi oggi sono diventati così intraprendenti che non sono mai a corto di espedienti e schemi che mirano ad ingannare le persone, in modo che possano accumulare sempre più ricchezze.

Ovunque tu vada, puoi trovare organizzazioni religiose che vendono oggetti diversi come olio per l'unzione, oli per miracoli, opuscoli di preghiera, scapolari, medaglioni, acqua benedetta, ecc., tutti elementi che promettono guarigione, protezione e liberazione dal male. Questo, ora, dà alla gente l'impressione che se pagassero un certo importo per questi articoli, riceverebbero benefici speciali. Questo è il motivo per cui una persona comune non potrebbe fare a meno di pensare se ci sia anche una quantità di denaro corrispondente da pagare, per meritare la salvezza. La salvezza è in vendita? Può essere acquistata?

Sicuramente, la salvezza non è in vendita! È un dono dal nostro benevolo Signore e Creatore. Essendo un regalo, non lo paghi. La salvezza è gratuita. E non esiste una quantità di denaro che possa eguagliarne l'importanza.

Va ricordato che quando il Signore Gesù Cristo istruì gli apostoli a predicare il Vangelo, istruì anche loro a predicare gratuitamente.

MATTEO 10:7-8 dice:

7 E andando, predicate e dite: Il regno de' cieli è vicino.
8 Sanate gl'infermi, risuscitate i morti, mondate i lebbrosi, cacciate i demonî; gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date.

La predicazione degli insegnamenti del Signore Gesù Cristo dovrebbe essere fatta gratuitamente. Quella fu l'istruzione di Cristo. E gli apostoli fecero come gli fu detto da Cristo. Così, predicando gratuitamente il Vangelo, essi, in effetti, offrirono alla gente la salvezza che Cristo insegnò.

2 CORINZI 11:7 dice:

Ho io commesso peccato quando, abbassando me stesso perché voi foste innalzati, v'ho annunziato l'evangelo di Dio gratuitamente?

Nulla è in vendita quando si tratta della salvezza dell'anima. La vendita di qualsiasi cosa relativa alla salvezza è proibita da Dio.

PROVERBI 23:23 dice:

Acquista verità e non la vendere, acquista sapienza, istruzione e intelligenza.

La verità, la sapienza, l'istruzione e la comprensione non sono in vendita perché queste sono cose sacre che vengono da Dio — gratuitamente.

ROMANI 6:23 dice:

poiché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

La salvezza può essere raggiunta attraverso il Signore Gesù Cristo.

L'affermazione "il dono di Dio è la vita eterna" è sinonimo di salvezza. Molto chiaramente, la salvezza è un dono; Non è in vendita. Un dono è dato dalla benevolenza del donatore.

Olio santo, olio miracoloso, acqua benedetta e simili, sono solo invenzioni di molte religioni per fare soldi. Questi non possono liberarti dalla perdizione; questi non possono salvare la tua anima. Se è vero che quelle cose possono dare salvezza alle persone, ciò implicherebbe che i ricchi hanno una grandissima possibilità di essere salvati poiché hanno i soldi per comprare tonnellate di questi cosiddetti oli miracolosi e acqua santa. D'altro canto, ciò implicherebbe anche che i poveri avrebbero solo una minima possibilità di salvezza poiché non hanno i soldi per comprarli. Ma non è così. Questa è solo una delle tante truffe e inganni della religione, e la Bibbia le chiama esca o un tranello.

GEREMIA 5:26-27 dice:

26 Poiché fra il mio popolo si trovan degli empi che spiano, come uccellatori in agguato; essi tendon tranelli, acchiappano uomini.
27 Come una gabbia è piena d'uccelli, così le loro case son piene di frode; perciò diventan grandi e s'arricchiscono.

Per accumulare sempre più denaro, cosa fanno questi pastori? Secondo Geremia, “. . . tendon tranelli, acchiappano uomini.”

Pensano a così tante strategie in modo da poter acchiappare e vittimizzare le persone senza farle sospettare che sia tutta una bufala. Le loro vittime sono paragonate agli uccelli intrappolati in una gabbia. Normalmente, gli uccelli non si collocano volontariamente all'interno di una gabbia perché amano volare liberamente in ampi spazi. Ma dal momento che è stata predisposta una trappola per loro, sono stati catturati.

Lo stesso principio si applica agli umani. Nessuna persona nella sua mente giusta si renderebbe vittima di inganno e truffe. Ma a causa dell'esca che gli è stata tirata, è diventata preda del suo avido pastore che l’ha praticamente resa la sua mucca da latte. E siamo sicuri al cento per cento che quei pastori non sono di Dio.

Controllando semplicemente il loro stile di vita, possiamo facilmente determinare se un pastore o un leader religioso appartiene o meno a Dio. Se un leader religioso vive nel conforto e nel lusso mentre i suoi membri soffrono di estrema povertà ed è incurante, quel pastore non è di Dio.

I veri pastori, o ministri, di Dio si prendono cura del benessere dei loro membri; a loro importa della loro condizione. Non mangerebbe nemmeno fino a quando non sono sicuri che tutti i loro membri abbiano mangiato. Quindi è vergognoso che un pastore viva nel lusso mentre i suoi membri vivono nella miseria.

Prendiamo il caso del pastore più ricco dell'Africa. Ecco cosa dice un articolo su di lui:

​David Oyedepo – Nigeria – $50 Milioni Dollari

David Oyedepo è un predicatore nigeriano e fondatore di Living Faith Church Worldwide aka Winners Chapel. Attualmente è considerato il pastore più ricco dell'Africa. Si stima che valga $150 milioni.
 
È anche il proprietario di alcune delle migliori università in Nigeria e precisamente: Landmark University, Covenant University e Crown University.
 
Oltre ad essere il pastore più ricco dell'Africa, è anche il pastore più ricco del mondo. La sua chiesa ha il più grande auditorium della chiesa del mondo, che è un auditorium da 50000 posti che è stato registrato nel Guinness dei Primati.
 
I suoi altri investimenti includono scuole secondarie, panetterie, fabbriche di lavorazione delle acque in bottiglia, stazioni di servizio, appartamenti residenziali, centri commerciali, ristoranti, ecc. Ha anche quattro jet privati.
 
"Papa", come viene chiamato con affetto, possiede anche edifici nel Regno Unito e negli Stati Uniti. È il presidente della Dominion House Publishing (DPH)."
 
Fonte: https://indapaper.com/richest-pastors-in-africa/

Lui ha così tanto nella vita; vive in abbondanza mentre molte persone in Africa stanno morendo di fame. Non condivide nemmeno un po' delle sue ricchezze con i suoi poveri compagni nel continente africano. Invece di condividere, fa persino affari con loro.

Se i ricchi pastori in Africa sono veramente di Dio, allora nessuna persona in Africa morirebbe di fame.

È molto triste che molti pastori abbiano reso la religione un mezzo per arricchirsi. Pensano solo al guadagno personale.

La Bibbia li ha giustamente paragonati a cani ingordi.

ISAIA 56:11 dice:

Son cani ingordi, che non sanno cosa sia l'esser satolli; son dei pastori che non capiscono nulla; son tutti vòlti alla loro propria via, ognuno mira al proprio interesse, dal primo all'ultimo.

Sono senza soddisfazione, come cani ingordi che non sanno cosa sia l’esser satolli. Ma in MATTEO 7:15, questi pastori non sono semplicemente chiamati cani ma lupi rapaci, i più feroci nella famiglia dei cani.

Questi pastori hanno reso la religione una sorta di merce, come scritto in 2 PIETRO 2:1-3:

1 Ma sorsero anche falsi profeti fra il popolo, come ci saranno anche fra voi falsi dottori che introdurranno di soppiatto eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si trarranno addosso subita rovina.
2 E molti seguiranno le loro lascivie; e a cagion loro la via della verità sarà diffamata.
3 Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole finte; il loro giudicio già da tempo è all'opera, e la loro ruina non sonnecchia.

La religione che hanno stabilito è la loro merce. Fanno affari dalla parola di Dio.

​2 CORINZI 2:17 dice:

Poiché noi non siamo come quei molti che adulterano la parola di Dio; ma parliamo mossi da sincerità, da parte di Dio, in presenza di Dio, in Cristo.

Potete solo immaginare la gravità di quella dichiarazione dell'apostolo Paolo. Se durante il suo tempo, c'erano stati già così tanti che adulteravano la parola di Dio, prevedete che quei "che adulterano" si siano moltiplicati in numero nella nostra dispensazione. Oggi ci sono più pastori che vendono la parola di Dio non solo la parola di Dio, ma anche le cose che loro dichiarano essere sacre. Quel che è peggio, vendono anche i loro membri ai politici.

Nelle Filippine, ad esempio, ci sono gruppi religiosi che vendono i voti dei loro membri ai politici. Promettono ai politici del loro voto di blocco e, in cambio dei loro voti, i politici devono pagare loro una certa somma di denaro. Ma ovviamente solo i politici corrotti si avvicinano a queste religioni; quelli decenti e di principio non soccombono a questo tipo di compromesso.

Ma la triste realtà è che questi sono il tipo di religione che abbiamo nei nostri tempi: orientate al profitto, alle cose terrene e all’inganno. Rendono la religione un affare redditizio. Quindi dovete essere molto vigili. Se vi vendono qualcosa – che secondo loro garantisce la vostra salvezza – non credeteci. La salvezza è qualcosa che non può essere acquistata nemmeno da una quantità di denaro enorme.

Non dimenticate — la salvezza è un dono che il Dio Onnipotente offre alle persone che cercano con zelo la verità e desiderano veramente essere salvate. E può essere raggiunta attraverso il Signore Gesù Cristo. Amen.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Giù la Maschera! Smascherando i Lupi Religiosi

9/18/2019 0 Commenti


Con l'avvento dei mezzi di comunicazione moderni, molti predicatori hanno allo stesso modo utilizzato non solo i media tradizionali, ma anche le varie piattaforme di social media per raggiungere il maggior numero di persone per propagare la loro fede, guadagnare fama e promuovere altri motivi personali.

Mentre la maggior parte di loro usa la Bibbia come oggetto principale, non tutti parlano di verità bibliche. In altre parole, non tutti sono profeti di Dio. La verità è che la maggior parte di loro sono falsi profeti.

Usando la Bibbia come riferimento, cerchiamo di smascherare questi predicatori e di vedere di persona se sono veramente profeti di Dio o se sono tra i tanti falsi profeti che proliferano in questa dispensazione.

In realtà, se considererete solo il loro aspetto fisico, il loro abbigliamento e il loro modo di parlare, difficilmente sospettereste che siano falsi profeti o falsi predicatori perché sono vestiti elegantemente, sono molto gentili e parlano in tono basso e con voce ben modulata. Per non parlare del fatto che usano anche parole fiorite e allettanti. Fanno tutto questo per catturare l'attenzione delle persone e proiettare una buona impressione. Ma è tutta una facciata!

2 CORINZI 11:13-15 dice:

13 Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
14 E non c'è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.
15 Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere.

Per ingannare le persone, questi falsi profeti e falsi apostoli si travestono in apostoli di Cristo. Semplicemente fingono; si fanno apparire giusti e santi davanti alle altre persone, proprio come satana che si trasforma in un angelo di luce, ma in verità è un angelo delle tenebre (parlando biblicamente, le tenebre significano "male"). Quindi, non sorprende neanche più che i suoi ministri fingano di essere ministri della giustizia.

Quale sarà la loro fine? Secondo FILIPPESI 3:19:

la fine de' quali è la perdizione, il cui dio è il ventre, e la cui gloria è in quel che torna a loro vergogna; gente che ha l'animo alle cose della terra.

La loro fine è la perdizione. Il loro dio non è il vero Dio ma il loro ventre, e la loro gloria è nella loro vergogna. Sono spudorati. In verità, è una grande spudoratezza se la gloria di una persona è su cose che sono vergognose.

A parte ciò, le cose terrene li preoccupano. Parlano sempre di prosperità; si vantano delle loro grandi cappelle e cattedrali.

Mentre le menti dei falsi profeti sono focalizzate sulle cose terrene, le menti dei veri predicatori di Dio sono focalizzate sulle cose celesti.

COLOSSESI 3:1-2 dice:

1 Se dunque voi siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di sopra dove Cristo è seduto alla destra di Dio.
2 Abbiate l'animo alle cose di sopra, non a quelle che son sulla terra;

La preoccupazione dei predicatori di Dio riguarda le cose di sopra, non le cose terrene.

Se un predicatore pensa sempre alle cose terrene, puoi stare sicuro che tale predicatore è un falso profeta. Come quel predicatore americano che una volta disse: "Non vado in paradiso in bancarotta". Apparentemente, vuole andare in paradiso con molte ricchezze e soldi.

Quindi, bisogna essere molto desiderosi di determinare chi è un falso profeta e chi non lo è. Ricordate sempre che i falsi profeti si presentano sempre più santi che possono. Le loro apparizioni fisiche e i loro discorsi potrebbero essere molto ingannevoli, quindi è necessario prestare particolare attenzione.

Come scritto in MATTEO 7:15:

Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro son lupi rapaci.

Si ritraggono come pecore, che sono miti e gentili, ma interiormente sono lupi rapaci.

Anche i falsi profeti non fanno altro che appesantire i loro membri con decime e altri contributi monetari. Continuano a promettere ai loro seguaci prosperità e benedizioni quando, in realtà, sono gli unici che prosperano e ricevono benedizioni (da satana, il loro padre).

Vivono nel lusso a spese dei loro membri. In effetti, a volte i loro membri non hanno nemmeno nulla per riempire il loro stomaco affamato, ma sono comunque costretti a dare contributi finanziari, anche per gli sfizi e i capricci dei loro pastori o predicatori. Altrimenti, sarebbero accusati di derubare il Signore. Il Signore Gesù Cristo ci ha dato un fattore molto importante da cercare in un predicatore.

GIOVANNI 7:17-18 dice:

17 Se uno vuol fare la volontà di lui, conoscerà se questa dottrina è da Dio o se io parlo di mio.
18 Chi parla di suo cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato, egli è verace e non v'è ingiustizia in lui.

Considerate ciò che il predicatore insegna. Dovete investigare se le dottrine che predica sono le stesse dottrine insegnate da Dio e dal Signore Gesù Cristo, o se sono semplicemente invenzioni dei loro capi religiosi.

Ad esempio, nella Chiesa cattolica, insegnano l'esistenza del purgatorio ma nella Bibbia non esiste alcuna cosa come il purgatorio. Inoltre, per oltre un migliaio di anni, hanno predicato il limbo. I sacerdoti hanno fatto credere ai loro membri che se un bambino muore non battezzato, non sarà in grado di entrare in paradiso, ma andrà invece al limbo. Ancora una volta, non esiste una cosa come il limbo nella Bibbia. Chiunque predica il purgatorio e il limbo sta semplicemente parlando di insegnamenti inventati. Non sono biblici.

È più che sufficiente che un papa di nome Joseph Ratzinger, chiamato Papa Benedetto XVI, abbia confessato che la dottrina della chiesa cattolica sul limbo non è vera. Lui ha ammesso che il limbo non esiste davvero.


In realtà, l'insegnamento cattolico secondo cui un bambino morto non battezzato non andrà in paradiso è contraddittorio con ciò che il Signore Gesù Cristo ha insegnato.

MATTEO 19:14 dice:

Gesù però disse: Lasciate i piccoli fanciulli e non vietate loro di venire a me, perché di tali è il regno de' cieli.

Il Signore Gesù Cristo ha garantito la salvezza dei bambini. Senza alcun dubbio, i bambini andranno in paradiso perché sono innocenti e senza peccato.

In linea con questo, non vi è inoltre alcuna verità nella credenza cattolica del "peccato originale". Secondo la Chiesa cattolica, il peccato commesso da Adamo ed Eva è il "peccato originale". E questo peccato viene trasmesso da una generazione alle generazioni successive. Per questo motivo, i bambini devono essere battezzati per essere purificati dal peccato originale che hanno ereditato da Adamo ed Eva.

Ancora una volta, questo insegnamento è contro la Bibbia.

EZECHIELE 18:20 dice:

L'anima che pecca è quella che morrà, il figliuolo non porterà l'iniquità del padre, e il padre non porterà l'iniquità del figliuolo; la giustizia del giusto sarà sul giusto, l'empietà dell'empio sarà sull'empio.

Questa fu la dichiarazione di Dio Onnipotente. Non è vero che esiste una cosa come il peccato originale. Perché? Adamo commise un peccato contro Dio, ma Abele, suo figlio, suo diretto discendente, non ereditò il peccato commesso da suo padre. Prendete nota, Abele non fu battezzato ma Dio lo trovò giusto.

EBREI 11:4 dice:

Per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente di quello di Caino; per mezzo d'essa gli fu resa testimonianza ch'egli era giusto, quando Dio attestò di gradire le sue offerte; e per mezzo d'essa, benché morto, egli parla ancora.

I bambini sono destinati ad essere eredi del cielo anche senza il battesimo. I neonati non devono essere battezzati. In effetti, il Signore Gesù Cristo ci aveva dato un esempio di quando ricevere il battesimo. Cristo fu battezzato all'età di trent'anni, non mentre era un bambino.

Il peccato o il peccato originale che Adamo commise fu quello di ascoltare più sua moglie della voce di Dio. E per averlo fatto, una maledizione venne ad Adamo.

GENESI 3:17 dice:

E ad Adamo disse: 'Perché hai dato ascolto alla voce della tua moglie e hai mangiato del frutto dell'albero circa il quale io t'avevo dato quest'ordine: Non ne mangiare, il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con affanno, tutti i giorni della tua vita.

Un'altra raccomandazione data dalla Bibbia che vi aiuterà ad identificare un falso profeta, o un falso predicatore, è dichiarata in 1 GIOVANNI 4:1, che dice:

Diletti, non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se son da Dio; perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo.

È un must che dovete investigare -- dovete provare lo spirito. Scoprite se le loro dottrine sono simili alle dottrine insegnate dal Signore Gesù Cristo. Provateli per valutare quanto conoscono gli insegnamenti di Cristo. Ad esempio, chiedete al vostro pastore se il Vangelo di Cristo insegna la decima o il pagamento del 10%. Se vi dice che fa parte del Vangelo, allora è la prova che sta mentendo perché la decima non è una dottrina cristiana.

Una cosa è certa: se un pastore o un predicatore insegna qualcosa che non è nella Bibbia, senza dubbio è un falso predicatore o un falso profeta.

Usando tutti questi come guida, ora tocca a voi controllare i vostri rispettivi pastori o predicatori. Studiate i loro stili di vita, le loro preoccupazioni e, soprattutto, le dottrine che insegnano. E il risultato della vostra indagine vi dirà se il vostro pastore o predicatore è davvero un profeta di Dio, o se non è altro che un falso profeta. Non lasciatevi ingannare.

Che Dio vi benedica!

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

La Bibbia, Un'autorità della Verità

9/18/2019 0 Commenti


Questo articolo ha lo scopo di fornire alla gente intuizioni preliminarie che la condurrà, con l'aiuto di Dio, ad un migliore apprezzamento della Bibbia.

La Bibbia è una raccolta di libri. I primi cinque libri della Bibbia furono scritti da Mosè mentre lui e gli israeliti vagavano nel deserto per quarant'anni. Questi libri offrono un resoconto di ciò che accadde agli israeliti dopo la loro liberazione dalle mani del faraone in Egitto fino al momento in cui stavano per entrare nella Terra Promessa. Ricordate, Dio promise ad Abramo che avrebbe dato quella terra ai suoi semi, e biologicamente parlando, i semi di Abramo furono gli israeliti che Mosè condusse fuori dalla schiavitù dalla terra d'Egitto.

Tutto ciò che accadde in quell'arco di quarant'anni fino al momento in cui furono pronti ad entrare nella Terra Promessa fu registrato nei libri di Mosè che ora chiamiamo Pentateuco, facendo riferimento ai primi cinque libri della Bibbia.

Ma originariamente, questi cinque libri erano solo un libro. I traduttori della Bibbia lo divisero in cinque e diedero titoli specifici a ciascun libro, vale a dire: Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio.

Bisogna capire che Mosè usò la lingua ebraica per scrivere il suo libro. Dall'ebraico fu tradotto in greco; quindi, la maggior parte dei titoli dati ai libri di Mosè erano parole greche.

Quello che sto cercando di sottolineare è che i titoli dei diversi libri della Bibbia, come i libri di Giobbe, Salmi, i Profeti, il primo e il secondo Corinzi, il primo e il secondo Tessalonicesi, ecc., furono ugualmente dati solo dai loro traduttori.

In pratica, tutti gli eventi accaduti al popolo di Dio — o agli israeliti — erano stati registrati nella Bibbia. Ma per quale motivo?

1 CORINZI 10:6-11 dice:

6 Or queste cose avvennero per servir d'esempio a noi, onde non siam bramosi di cose malvage, come coloro ne furon bramosi;
7 onde non diventiate idolatri come alcuni di loro, secondo che è scritto: Il popolo si sedette per mangiare e per bere, poi s'alzò per divertirsi;
8 onde non fornichiamo come taluni di loro fornicarono, e ne caddero, in un giorno solo, ventitremila;
9 onde non tentiamo il Signore, come alcuni di loro lo tentarono, e perirono morsi dai serpenti.
10 E non mormorate come alcuni di loro mormorarono, e perirono colpiti dal distruttore.
11 Or queste cose avvennero loro per servire d'esempio, e sono state scritte per ammonizione di noi, che ci troviamo agli ultimi termini dei tempi.

Sono stati scritti per ammonizione di noi. L'apostolo Paolo scrisse le cose malvagie che gli israeliti commisero contro Dio come promemoria e avvertimento per i cristiani e per le generazioni future affinché non facessero ciò che gli israeliti avevano fatto. Loro commisero idolatria; si abbandonarono a piaceri terreni come mangiare, bere e divertirsi, e così facendo arrivarono persino al punto in cui dimenticarono Dio. Loro commisero fornicazione che indusse Dio a inviare loro una piaga che causò la morte di oltre 23.000 persone. Tutte le loro trasgressioni offesero Dio e Gli provocarono ira.

Fondamentalmente, la Bibbia è pensata per noi e per le generazioni future.

SALMI 102:18 (NR) dice:

Questo sarà scritto per la generazione futura e il popolo che sarà creato loderà il SIGNORE,

Tutti i libri della Bibbia sono stati scritti a nostro vantaggio e per le generazioni future – fino alla fine della razza umana.

Il Signore della Bibbia sa che più e più persone esisteranno in questo mondo. Ecco perché Egli fece in modo che fossero scritte queste Scritture.

1 CORINZI 14:37 dice:

Se qualcuno si stima esser profeta o spirituale, riconosca che le cose che io vi scrivo sono comandamenti del Signore.

Il Signore comandò a re, profeti ed evangelisti di scrivere — ecco perché ora abbiamo la Bibbia.

Vorrei sottolineare che la Bibbia è stata scritta; non è stata creata. Solo Dio crea. Dio crea qualcosa che non esiste ancora. La Bibbia non è qualcosa di creata; è stata scritta da uomini scelti che usarono diversi utensili e strumenti per scrivere.

Ad esempio, durante il tempo del profeta Isaia, Dio gli ordinò di scrivere la Sua profezia su un tavolo di pietra.

ISAIA 30:8 dice:

Or vieni e traccia queste cose in loro presenza sopra una tavola, e scrivile in un libro, perché rimangano per i dì a venire, sempre, in perpetuo.

Le parole di Dio furono scritte su tavoli o tavolette di pietra, su legno e, successivamente, su papiri, affinché fossero conservate per anni.

L'apostolo Paolo riconobbe gli scritti di Mosè su tavolette di pietre e li citò persino nelle sue epistole.

2 CORINZI 3:6-7 dice:

6 ma la nostra capacità viene da Dio, che ci ha anche resi capaci d'esser ministri di un nuovo patto, non di lettera, ma di spirito; perché la lettera uccide, ma lo spirito vivifica.
7 Ora se il ministerio della morte scolpito in lettere su pietre fu circondato di gloria, talché i figliuoli d'Israele non poteano fissar lo sguardo nel volto di Mosè a motivo della gloria, che pur svaniva, del volto di lui,

Come tutti sappiamo, i Dieci Comandamenti furono originariamente scritti dal dito di Dio su due tavolette di pietre. Più tardi, quando Mosè dovette riscrivere ciò che Dio scrisse, usò anche tavolette di pietra.

Allo stesso modo al profeta Abacuc fu comandato di scrivere su tavolette di pietra. ABACUC 2:2 dice:

E l'Eterno mi rispose e disse: 'Scrivi la visione, incidila su delle tavole, perché si possa leggere speditamente;

Furono scritti su pietre per conservarle per un lungo periodo di tempo.

Più tardi, quegli scritti furono compilati da persone timorate di Dio. Li consideravano scritti sacri, quindi il popolo di Dio si riferisce a loro come alle Sacre Scritture o ai Testi Sacri.

2 TIMOTEO 3:15 dice:

e che fin da fanciullo hai avuto conoscenza degli Scritti sacri, i quali possono renderti savio a salute mediante la fede che è in Cristo Gesù.

L'apostolo Paolo chiamò queste Sacre Scritture.

2 TIMOTEO 3:16 dice:

Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

Ci sono molte scritture e sono chiamate collettivamente come Sacre Scritture. MATTEO 1:1 (Diodati) dice:

LIBRO della generazione di Gesù Cristo, figliuolo di Davide, figliuolo di Abrahamo.

Matteo stava cercando di presentare il libro che aveva scritto, che venne chiamato Matteo. Lo introdusse come “LIBRO della genealogia di Gesù Cristo. . .” Vi prego, prendete nota della parola “libro”, che è in forma singolare.

In greco, quella parola è biblos. Se preso singolarmente, ogni libro della Bibbia — come il libro di Matteo — è chiamato biblos o biblion. Ma se ti riferisci a tutti i libri, diventa biblia, che è la forma plurale di biblos o biblion. Proprio come alcune parole inglesi come "bacterium", che è singolare, ma diventa "bacteria" quando pluralizzato. La stessa cosa si applica con il nome singolare "criterion", che diventa "criteria"; "datum" diventa "data"; "forum" diventa "fora".

Come accennato in precedenza, la Bibbia è una raccolta di molti libri. Sono stati compilati da persone timorate di Dio per il beneficio delle generazioni future. Ne hanno scritto copie e, in seguito, sono stati tradotti in diverse lingue. Tutte queste persone che hanno scritto i diversi libri della Bibbia sono state spinte dallo spirito di Dio a scrivere pazientemente perché in quei tempi non c'erano ancora gli strumenti di stampa. Anche macchine da scrivere e computer, in particolare, non erano disponibili in quel periodo. Quindi possiamo solo immaginare la difficoltà che incontrarono solo per preparare una copia delle Scritture.

Quei materiali scritti a mano sono quelli che chiamiamo manoscritti, derivati ​​dalla parola "mano" che significa "mano". E ho avuto la fortuna di averne visto uno nella British Library di Londra. Si chiama Codex Sinaiticus.

I libri della Bibbia furono scritti da più o meno quaranta persone che provennero da diversi ceti sociali. Uno di questi fu Mosè, un uomo istruito. Ricordate, mentre era ancora sotto la cura della figlia del faraone, imparò tutta la saggezza dell'Egitto.

ATTI 7:22 dice:

E Mosè fu educato in tutta la sapienza degli Egizi ed era potente nelle sue parole ed opere.

Un altro autore fu un dottore, Luca. Lui scrisse il Vangelo di Luca e il Libro degli Atti. Circa due o tre libri furono scritti da pescatori. Altri scrittori includevano un esattore delle tasse, Matteo; e un fariseo o un avvocato, nella persona dell'apostolo Paolo, che scrisse praticamente la maggior parte dei libri del Nuovo Testamento.

Tutti quei libri furono scritti dall'ispirazione e dal comandamento di Dio. La Bibbia è un libro molto affidabile perché parla di cose che sono state scoperte negli ultimi anni dagli archeologi e dalla scienza nel suo insieme. Una delle cose straordinarie che la Bibbia disse e che la scienza ha dimostrato essere vera è il fatto che la terra è rotonda. La Bibbia disse questa verità più di 2000 anni fa.

ISAIA 40:22 dice:

Egli è colui che sta assiso sul globo della terra . . .

La parola "globo" implica che il mondo è rotondo e non piatto come si credeva in precedenza.

Ma l'uomo lo scoprì solo durante il periodo in cui Ferdinando Magellano e i suoi uomini fecero una spedizione alla ricerca dell'isola delle spezie. Iniziando da qualche parte in Spagna, circumnavigarono la terra. Sebbene Magellano fu ucciso nelle Filippine, i suoi uomini continuarono e, seguendo la stessa rotta, furono in grado di tornare nel luogo in cui iniziarono la loro navigazione.

A parte questo, oggi abbiamo prove fisiche che dimostrano che la terra è rotonda. Le foto della Terra che sono state prese dall'Apollo 11 nello spazio confermano che è davvero rotonda. Questi dimostrano solo la veridicità delle dichiarazioni fatte nella Bibbia più di 2000 anni fa.


Le dichiarazioni bibliche sono affidabili; sono irrefutabili perché provengono dal Dio Onnipotente che sa tutto prima che accada.

A Dio sia la gloria!

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Affrontare i Dubbi sul Cattolicesimo: Cosa Deve Fare un Cattolico Devoto?

9/18/2019 , 0 Commenti


Succede sempre che quando i cattolici, che sono intrinsecamente timorati di Dio e cercano davvero la verità, ascoltano le dottrine cristiane che predico, si rendono subito conto che gli insegnamenti cattolici che sono stati fatti credere e accettare a loro, sono l'esatto contrario di ciò che è stato scritto nella Bibbia. Inevitabilmente, sviluppano l'interesse ad unirsi alla nostra congregazione, la Chiesa di Dio Internazionale.

Tuttavia, a volte alcune cose sembrano trattenere alcuni, perché sanno che unirsi alla Chiesa di Dio significherebbe anche che devono voltare completamente le spalle alla religione con cui sono cresciuti, non solo con le sue dottrine ma anche con le tradizioni, cerimonie e feste a cui si sono sottoposti e hanno osservato in tutto il loro essere cattolici. A parte ciò, l'altra cosa che dà loro la sensazione di esitazione è il fatto che, successivamente, devono anche lasciare lì le persone a loro care che continuano ad aggrapparsi alla fede cattolica.

E dato che hanno trascorso praticamente tutta la loro vita nel cattolicesimo, sono preoccupati se non ci sia davvero nulla di sbagliato nel voltare le spalle e nel separarsi dalla loro religione precedente.

Per far luce su questa questione, rivediamo prima la storia di uno dei pilastri della Chiesa di Dio, l'apostolo Paolo.

GALATI 1:13-17 dice:

13 Difatti voi avete udito quale sia stata la mia condotta nel passato, quando ero nel giudaismo; come perseguitavo a tutto potere la Chiesa di Dio e la devastavo,
14 e mi segnalavo nel giudaismo più di molti della mia età fra i miei connazionali, essendo estremamente zelante delle tradizioni dei miei padri.
15 Ma quando Iddio, che m'aveva appartato fin dal seno di mia madre e m'ha chiamato mediante la sua grazia, si compiacque
16 di rivelare in me il suo Figliuolo perch'io lo annunziassi fra i Gentili, io non mi consigliai con carne e sangue,
17 e non salii a Gerusalemme da quelli che erano stati apostoli prima di me, ma subito me ne andai in Arabia; quindi tornai di nuovo a Damasco.

Per favore, prendete nota di ciò che dice il versetto 16. Quando Dio commissionò all'apostolo Paolo di predicare ai gentili, ubbidì senza esitazione e senza nemmeno consultarsi con nessuno. Non si consultò con nessuno; non chiese nemmeno l'opinione delle persone a lui più care. Senza pensarci due volte, l'apostolo Paolo ascoltò la chiamata di Dio. Voltò le spalle alla sua religione precedente nonostante il fatto che, a quel tempo, lui era un leader della fede ebraica. Ripeto, l'apostolo Paolo non era semplicemente un membro ma un leader del giudaismo. Tuttavia, non mostrò alcuna riluttanza a lasciare la sua fede quando Dio lo chiamò.

Per un leader di una religione che l’ha fatto affrettatamente, non vedo alcun motivo per cui un membro ordinario dovrebbe avere difficoltà a smettere di attaccarsi a una religione sbagliata come il cattolicesimo! Immediatamente, l'apostolo Paolo lasciò il giudaismo e, quando lo fece, non si prese nemmeno la briga di guardarsi indietro.

In realtà, guardare indietro a qualcosa che ti sei lasciato alle spalle non è qualcosa di buono per Dio. Ricordate la storia di Lot, sua moglie e le sue figlie? L'angelo ordinò loro di lasciare Sodoma e Gomorra, con istruzioni specifiche: non guardare indietro perché ciò che stai lasciando è un luogo malvagio. Dimentica il tuo oro; dimentica tutto quello che hai a Sodoma e Gomorra. Corri per la tua vita, non guardare indietro. Sfortunatamente, la moglie di Lot guardò indietro e divenne una colonna di sale. Non voglio che ciò accada a voi, ecco perché vi sto dicendo tutto questo con franchezza.

Non dovreste esitare a lasciare tutto ciò che è sbagliato. In pratica, tutte le dottrine cattoliche sono sbagliate! Esempi di queste sono il battesimo dei bambini a pagamento, la conferma a pagamento, le preghiere e le messe a pagamento. Tutto è venduto dalla Chiesa cattolica.

Come per ammonimento biblico, il Vangelo dovrebbe essere predicato gratuitamente, come quello che avevano fatto gli apostoli. Risuscitarono i morti, compirono miracoli senza pagamento e non chiesero alcun compenso. Ma nella Chiesa cattolica, ogni mossa che un prete fa, ha un prezzo corrispondente. Vi sarà difficile lasciare quel tipo di chiesa? Bene, dipende da voi.

Ma se farete come fece l'apostolo Paolo, non vi consulterete né chiederete più l'opinione di nessuno. Quando sentite che Dio vi sta rivelando la verità, non guardate indietro. Fate subito il primo passo: girate le spalle alla vostra religione sbagliata.

ISAIA 52:11 dice,

Dipartitevi, dipartitevi, uscite di là! Non toccate nulla d'impuro! Uscite di mezzo a lei! Purificatevi, voi che portate i vasi dell'Eterno!

Ci viene comandato di dipartire da esso, di uscire.

ROMANI 16:17 dice:

Or io v'esorto, fratelli, tenete d'occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l'insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro.

L'apostolo Paolo stava dicendo ai romani che non dovevano lasciarsi ingannare da coloro che insegnavano dottrine contrarie alle dottrine del vero cristianesimo. Dovrebbero anche essere evitati perché sono pieni di inganni.

ROMANI 16:18 dice:

Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de' semplici.

Quando avete scoperto che gli insegnamenti della vostra chiesa sono contro gli insegnamenti della Bibbia e degli apostoli, dovete lasciarla immediatamente. Questa è una prova che la vostra chiesa non è fondata da Dio, ma da satana. Ci sono così tante chiese ora che sono state fondate da satana. Satana usa i suoi ministri - falsi profeti, falsi apostoli e falsi predicatori - per ingannare quante più persone.

Dovete odiare le pratiche che sono contro la volontà di Dio. Non sto predicando il vangelo dell'odio, ma dovete odiare tutto ciò che è male.

ROMANI 12:9 dice:

L'amore sia senza ipocrisia. Aborrite il male, e attenetevi fermamente al bene.

"Aborrite il male" significa odiare il male. Non odiamo le persone; le amiamo; amiamo anche i nostri nemici. E l'amore che Dio vuole che possediamo è un amore senza dissimulazione o un amore senza ipocrisia. Come reso nella versione standard americana,

ROMANI 12: 9 (ASV) dice:

Let love be without hypocrisy. Abhor that which is evil; cleave to that which is good.

Questo è il tipo di amore che dovremmo avere: un amore che detesta o odia il male. Ad esempio, se avete imparato che il culto dell'idolo è un abominio agli occhi di Dio, aborrereste automaticamente l'idolatria se amate veramente Dio. È innegabile che la Chiesa cattolica pratichi l'idolatria o il culto dell'idolo. Se amate Dio, aborrereste anche la pratica dell'idolatria.

Non vi sto insegnando ad aborrire o ad odiare i cattolici. No! Sono brave persone e vengono ingannati solo dai loro leader. Dobbiamo mostrare loro misericordia, compassione e amore. In realtà, nonostante le minacce che ricevo, continuo ad esporre le loro dottrine e pratiche non bibliche perché le adoro. Non voglio che vengano ingannati per tutta la vita.

Dire alle persone che ciò che fanno è sbagliato è un modo per dimostrare loro che li amiamo e ci teniamo a loro. Questo è il vero amore che il Vangelo ci insegna: un amore che aborrisce ciò che è male.

Se fossi cattolico, volterei facilmente le spalle alla Chiesa cattolica perché è una chiesa che non è di Dio. Se non è di Dio, allora è del diavolo. E la Bibbia ci dice di. . . aborrire il male.

Spero voi capiate cosa sto cercando di dire.

Che Dio vi benedica!

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Riguardo il Parlare in Altre Lingue, lo Spirito Santo e il Signore Gesù Cristo

9/18/2019 0 Commenti


Oggi molte persone hanno nozioni diverse sullo Spirito Santo. Il più delle volte, la loro nozione è vaga o sbagliata. In questo articolo in particolare, intendo offrirvi una comprensione più chiara del significato o della rilevanza dello Spirito Santo e degli indicatori osservabili che una persona, in particolare un predicatore, è piena di Spirito Santo.

Prima di tutto, si deve capire che lo Spirito Santo fa parte di ciò che la Bibbia chiama "Divinità".

In greco, theiotēs, o l’essere di Dio, è stato tradotto in inglese come "Godhead" (Divinità) e "divine" (divino) in alcune altre traduzioni. In theiotēs, o nella Divinità, sono incarnate tre persone: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

Sappiamo per certo che il Padre è un essere eterno; Lui è immortale proprio come il Figlio. Se il Padre e il Figlio sono entrambi eterni, dobbiamo anche accettare che lo Spirito Santo è eterno, essendo parte della Divinità, essendo parte di ciò che la Bibbia chiama in ebraico come Elohim.

La parola Elohim, secondo il dizionario ebraico delle parole nella Bibbia, significa "Dio". È la forma plurale della parola Eloha in ebraico.

Sappiamo che ci sono più di una persona nella Divinità perché durante la creazione dell'uomo gli Elohim o Dio, hanno detto: "Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza," (Genesi 1:26) I pronomi (impliciti) " noi "e" nostra" implicano che c'erano più di un essere che ha lavorato insieme nella creazione dell'uomo.

A parte questo, c'è anche una particolare ammonizione del Signore Gesù Cristo agli apostoli che dimostra ulteriormente che la Divinità, o il theiotēs, è più di una persona. In particolare, questo è stato quando aveva incaricato loro di fare discepoli in tutte le nazioni.

MATTEO 28:19 dice:

Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo,

Abbiamo la certezza che lo Spirito Santo è molto rilevante non solo nei nostri tempi ma anche fino alla fine del mondo. Come affermato in MATTEO 28:20 GD, "insegnando loro di osservare tutte le cose che io vi ho comandate. Or ecco, io son con voi in ogni tempo, infino alla fin del mondo. Amen."

Ora, quali sono le manifestazioni in cui lo Spirito Santo dimora in un uomo? Quando possiamo dire che una persona è piena di Spirito Santo?

Oggi, le persone hanno basi diverse nel determinare se una persona è piena di Spirito Santo. Le chiese pentecostali, per esempio, credono che lo Spirito Santo sia presente in una persona se è in grado di parlare in varie lingue. Questo è un grosso malinteso! Non è vero che se sei pieno di Spirito Santo parlerai in lingue!

Se consideriamo ciò che accadde agli apostoli e ai cristiani del I secolo, sebbene fossero pieni di Spirito Santo, non tutti parlarono in varie lingue.

1 CORINZI 12:13 dice:

Infatti noi tutti abbiam ricevuto il battesimo di un unico Spirito per formare un unico corpo, e Giudei e Greci, e schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un unico Spirito.

L'apostolo Paolo disse ai cristiani del I secolo a Corinto: "abbiam ricevuto il battesimo di un unico Spirito". In altre parole, tutti furono immersi; tutti furono battezzati in un solo spirito e questo è lo Spirito Santo di Dio.

Dopo il battesimo, tutti diventarono membri della Chiesa indipendentemente dal fatto che fossero ebrei, o gentili, o barbari, o siciliani, o liberi o schiavi. Dopo che furono battezzati, cosa accadde dopo?

1 CORINZI 12:28-30 dice:

28 E Dio ha costituito nella Chiesa primieramente degli apostoli; in secondo luogo dei profeti; in terzo luogo de' dottori; poi, i miracoli; poi i doni di guarigione, le assistenze, i doni di governo, la diversità delle lingue.

Dopo il loro battesimo, ricevettero diversi doni come essere apostoli, insegnanti, opere miracolosi, ecc.

29 Tutti sono eglino apostoli? Son forse tutti profeti? Son forse tutti dottori? Fan tutti de' miracoli?
30 Tutti hanno eglino i doni delle guarigioni? Parlan tutti in altre lingue? Interpretano tutti?

Le risposte alle domande elencate nei versetti 29 e 30 sono tutte NO. Non tutti sono apostoli; non tutti hanno il dono della guarigione; non tutti parlano in altre lingue. Questo nonostante il fatto che furono tutti battezzati nello Spirito Santo.

Questo dimostra solo quanto sia sbagliato l'insegnamento dei pentecostali che la prova che la persona (che è stata battezzata) è piena di Spirito Santo è la sua capacità di parlare in altre lingue.

Nel caso in cui non ne sia consapevole, parlare in altre lingue è una delle principali dottrine della chiesa pentecostale.

“Parlare in altre lingue fu parte integrante del battesimo dello Spirito nel Libro degli Atti. È l'unica manifestazione associata al battesimo dello Spirito che viene esplicitamente presentata come prova che autentica l'esperienza, e su quella base dovrebbe essere considerata normativa.”

Link di riferimento:
https://ag.org/Beliefs/Position-Papers/Baptism-in-the-Holy-Spirit


È un insegnamento errato, è una bugia e non ha basi bibliche. Questo insegnamento non è venuto da Dio, né è venuto dal Signore Gesù Cristo né dagli apostoli.

In realtà, l'apostolo Paolo diede ai cristiani del I secolo un'istruzione specifica riguardante il parlare in altre lingue.

1 CORINZI 14:27-28 dice:

27 Se c'è chi parla in altra lingua, siano due o tre al più, a farlo; e l'un dopo l'altro; e uno interpreti;
28 e se non v'è chi interpreti, si tacciano nella chiesa e parlino a se stessi e a Dio.

Il versetto 27 implica che anche se ci sono molti che potrebbero parlare in altre lingue, la Bibbia ha fissato un limite al numero di persone che potrebbero parlare in altre lingue. Dovrebbero esserci solo un massimo di tre, ma NON TUTTI. E ci deve essere un interprete. Senza un interprete, fu loro consigliato di tacere.

Ora, quali sono le manifestazioni che lo Spirito Santo è presente in un uomo o in un predicatore, nello specifico?

Un predicatore con lo Spirito Santo parla spontaneamente della saggezza di Dio.

2 PIETRO 1:20-21 NR dice:

20 Sappiate prima di tutto questo: che nessuna profezia della Scrittura proviene da un'interpretazione personale;
21 infatti nessuna profezia venne mai dalla volontà dell'uomo, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo.

Il modo in cui parla un uomo santo di Dio manifesta la presenza dello Spirito Santo in lui. Quando parla, parla la saggezza di Dio; parla dell'adempimento della profezia; parla le parole esatte di Dio nella Bibbia.

2 PIETRO 1:19 dice:

Abbiamo pure la parola profetica, più ferma, alla quale fate bene di prestare attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, finché spunti il giorno e la stella mattutina sorga ne' vostri cuori;

Questa dichiarazione degli apostoli è stata stimolata dalla loro fede. Sebbene la profezia non abbia un'interpretazione personale, gli apostoli avevano la certezza di avere una parola profetica più sicura perché erano guidati dallo Spirito Santo. Avevano questa fiducia nei loro cuori.

Quindi, una manifestazione che lo Spirito Santo è in un predicatore è che parla e insegna qualcosa di sicuro, qualcosa di certo, qualcosa che non è discutibile, qualcosa che nessuno può obiettare o dire. Come detto dal Signore Gesù Cristo in LUCA 21:13-15:

13 Ma ciò vi darà occasione di render testimonianza.
14 Mettetevi dunque in cuore di non premeditar come rispondere a vostra difesa,
15 perché io vi darò una parola e una sapienza alle quali tutti i vostri avversari non potranno contrastare né contraddire.

MARCO 13:11 dice:

E quando vi meneranno per mettervi nelle loro mani, non state innanzi in sollecitudine di ciò che avrete a dire, ma dite quel che vi sarà dato in quell'ora; perché non siete voi che parlate, ma lo Spirito Santo.

Questa è una testimonianza proveniente dal Signore Gesù Cristo Stesso. E questo è molto possibile grazie allo Spirito Santo. Promise che avrebbe inviato lo Spirito Santo ai cristiani del I secolo per insegnare loro tutto ciò che avevano bisogno di sapere e la sicura parola di profezia.

Quindi, se incontri un predicatore che parla spontaneamente della saggezza di Dio, puoi essere sicuro che quel predicatore è guidato dallo Spirito Santo.

Ogni uomo che è pieno di Spirito Santo è ben informato sulla parola di Dio.

PROVERBI 1:23 dice:

Volgetevi a udire la mia riprensione; ecco, io farò sgorgare su voi lo spirito mio, vi farò conoscere le mie parole...

La conoscenza della parola di Dio è una prova che lo Spirito Santo è presente in una persona o in un predicatore.

A parte questo, la presenza dello Spirito Santo in una persona si manifesta anche nelle virtù che possiede.

GALATI 5:22-23 dice:

22 Il frutto dello Spirito, invece, è amore, allegrezza, pace, longanimità, benignità, bontà, fedeltà, dolcezza, temperanza;
23 contro tali cose non c'è legge.

Il Signore, tramite l'apostolo Paolo, disse che il frutto numero uno dello Spirito Santo è l'amore. Lo Spirito Santo è con la persona che dimora nell'amore.

In realtà, anche se una persona parla in altre lingue, anche se compie miracoli, lo Spirito Santo non starebbe in lui se fosse senza amore.

1 CORINZI 13:1-2 dice:

1 Quand'io parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, se non ho carità, divento un rame risonante o uno squillante cembalo.
2 E quando avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e avessi tutta la fede in modo da trasportare i monti, se non ho carità, non son nulla.

Pertanto, la prima e più importante virtù che avremo, se siamo pieni di Spirito Santo, è l'amore. Dobbiamo imparare ad amare in modo biblico. Dobbiamo amare Dio soprattutto, e anche i nostri simili, e persino i nostri nemici.

Secondo l'apostolo Paolo, anche se uno è in grado di parlare in altre lingue degli uomini e degli angeli, se è senza amore lo Spirito Santo non dimorerà in lui. Pertanto, la presenza dello Spirito Santo in una persona non è determinata dalla sua capacità di parlare in altre lingue.

Oltre all'amore, una persona piena di Spirito Santo manifesta anche allegrezza, pace, longanimità, benignità, bontà e fedeltà.

Inoltre, la presenza dello Spirito Santo è evidente anche nella saggezza del predicatore che parla la parola di Dio. Parla di cose che nessuno può dire o resistere proprio come successe agli apostoli e agli evangelisti del I secolo, come Stefano. Riempito con lo Spirito Santo, Stefano disse la verità, che spinse gli ebrei non credenti a lapidarlo a morte.

ATTI 6:8-10 dice:

8 Or Stefano, pieno di grazia e di potenza, faceva gran prodigî e segni fra il popolo.
9 Ma alcuni della sinagoga detta dei Liberti, e de' Cirenei, e degli Alessandrini, e di quei di Cilicia e d'Asia, si levarono a disputare con Stefano;
10 e non potevano resistere alla sapienza e allo Spirito con cui egli parlava.

La mansuetudine, come la mansuetudine del Signore Gesù Cristo, è anche un'altra manifestazione della presenza dello Spirito Santo in una persona. Cristo disse: Sono mansueti e umili di cuore.

Tutto ciò che dobbiamo fare è guardare la persona del Signore Gesù Cristo e in Lui vedremo le prove dello Spirito Santo.

Ma una cosa che i movimenti pentecostali non hanno realizzato è che il Signore Gesù Cristo non ha nemmeno tentato di parlare in altre lingue. Parlava la lingua con cui era cresciuto, ed era l'ebraico. Infatti, Cristo fu pieno di Spirito Santo, ma non parlò in altre lingue.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Essere Genitori Diligenti Può Aiutare a Risolvere la Gravidanza Adolescenziale

8/05/2019 , 0 Commenti


Il peggioramento del problema della gravidanza adolescenziale è qualcosa che pone paura e allarme a molti genitori. In realtà, non possiamo nemmeno più chiamarla gravidanza adolescenziale perché ci sono casi di donne che rimangono incinte all'età di dodici o undici anni. Questo significa solo che si sono impegnate in relazioni sessuali prima di raggiungere la loro adolescenza.

Questo è davvero molto inquietante, e lasciate che ve lo dica, questo non è un problema semplice. Ma c'è qualcosa che possiamo fare per impedirlo? Il controllo del problema della gravidanza precoce o adolescenziale è al di là del nostro potere. Abbiamo raggiunto il punto in cui non esiste praticamente alcun potere umano in grado di controllare la malvagità nel mondo.

2 TIMOTEO 3:13 dice:

mentre i malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, seducendo ed essendo sedotti.

Il mondo è diventato malvagio; gli uomini sono diventati molto malvagi. Questa situazione non migliorerà. Invece, è destinato a peggiorare ulteriormente. Nemmeno il presidente più tosto di una nazione è riuscito ad eliminare i mali nella società di oggi.

Se vogliamo controllare la malvagità che oggi abbonda nel mondo, abbiamo bisogno del Signore Gesù Cristo perché non importa quanto duramente cerchiamo di sradicarla, i nostri sforzi sarebbero vani. Sicuramente falliremo se faremo affidamento solo su noi stessi.

Anche se non possiamo fermarla del tutto, possiamo, a nostro modo, ridurre il verificarsi della gravidanza adolescenziale se tutti i genitori facessero la loro parte. Deve davvero iniziare nelle nostre rispettive famiglie, con i nostri figli. Come genitori, abbiamo le nostre responsabilità verso le nostre stesse famiglie.

1 TIMOTEO 5:8 dice:

Che se uno non provvede ai suoi, e principalmente a quelli di casa sua, ha rinnegato la fede, ed è peggiore dell'incredulo.

Dio ci ha comandato di prenderci cura delle nostre rispettive famiglie. È il nostro obbligo principale. Prendiamoci cura dei nostri figli; cerchiamo di stare sempre in guardia. Limitiamo il loro uso dei loro telefoni cellulari. Non consentite loro di navigare o di avere accesso a qualsiasi sito su internet perché ci sono siti che susciteranno sicuramente la loro curiosità sul sesso. E c'è sempre la possibilità che possano provare a fare ciò che vedono su internet. E prima che tu lo sappia, la tua figlia molto piccola è già incinta.

Mentre è vero che internet ci offre molti benefici e vantaggi, bisogna anche essere consapevoli che è anche usato dal diavolo per diffondere la malvagità, per inquinare le menti e per invogliare le persone a indulgere in piaceri mondani. Quindi, i genitori dovrebbero essere vigili.

La triste realtà è che, anche se prendiamo tutte le precauzioni per salvaguardare i nostri figli, non c'è ancora alcuna garanzia che saranno al sicuro in ogni momento. Non possiamo essere al loro fianco 24 ore su 24. Inevitabilmente escono dalle nostre dimore; vanno a scuola e in altri luoghi pubblici. 

Anche a scuola, ci sono pericoli che li attendono come droghe, sorellanze e confraternite, bande, ecc. Anche i loro coetanei e la cerchia di amici potrebbero influenzarli negativamente. Possiamo fare solo questo per i nostri figli, ma offrire loro una protezione assoluta va oltre le nostre capacità.

Che ci piaccia o no, il mondo si sta dirigendo verso la distruzione.

APOCALISSE 11:18 dice:

Le nazioni s'erano adirate, ma l'ira tua è giunta, ed è giunto il tempo di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servitori, i profeti, ed ai santi e a quelli che temono il tuo nome, e piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggon la terra.

Secondo il versetto, Dio distruggerà quelli che distruggono la terra. Stiamo andando verso la distruzione e stiamo contribuendo ad essa. Una delle distruzioni di cui siamo colpevoli, letteralmente parlando, è la distruzione dell'ambiente.

Oggi, per esempio, l'uomo ha trasformato i mari in una discarica per l’immondizia e altri rifiuti. Ci sono state molte creature marine come i delfini, gli squali e le balene che sono morte a causa della plastica: o l'hanno ingoiata o ne sono state strangolate. Non è l'irresponsabilità e il disprezzo per l'ambiente dell'uomo che hanno anche portato alla distruzione dello strato di ozono terrestre?

Spiritualmente parlando, ci stiamo anche dirigendo verso la distruzione. Abbiamo distrutto noi stessi a causa dei nostri peccati, dei nostri interessi e del nostro amore per noi stessi da soli.

Ecco perché verrà un tempo in cui Dio distruggerà coloro che distruggono la terra.

In effetti, la nostra unica speranza è la venuta del Signore Gesù Cristo. Quando verrà, governerà la terra per mille anni insieme a coloro che saranno inclusi nella prima risurrezione.

APOCALISSE 20:4 dice:

Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decollati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non aveano adorata la bestia né la sua immagine, e non aveano preso il marchio sulla loro fronte e sulla loro mano; ed essi tornarono in vita, e regnarono con Cristo mille anni.

E durante il regno millenario di Cristo, correggerà tutto ciò che è sbagliato.

Nel mio studio della Bibbia, ho imparato che nessun essere umano e nessun governo di uomini riusciranno mai a correggere gli errori umani e a correggere i torti della società. Non siamo in grado di farlo. Abbiamo bisogno del Signore Gesù Cristo.

Anche il controllo del problema della gravidanza precoce o adolescenziale è al di là del nostro potere. Per fare ciò, dobbiamo prima controllare molte cose, come la televisione e internet. Ma come controllerete internet? Nonostante sia da internet che i bambini imparano a conoscere il sesso e ogni tipo di danno, anche il presidente di un paese non ha il potere di controllarlo.

E probabilmente dovremmo pure controllare le scuole, anche perché ci sono scuole che insegnano l'educazione sessuale ai loro giovani allievi. Anche in tenera età, le giovani menti degli scolari sono già alimentate da questioni riguardanti il ​​sesso e la sessualità.

Ma dal momento che non abbiamo alcun controllo su di essi, la cosa migliore che possiamo fare è concentrarci sui nostri figli e sulle nostre figlie. Immischiarsi o interferire nella vita di altre persone al di fuori della nostra famiglia sarebbe molto difficile.

Sono troppo grato a Dio che, in quanto leader di un'organizzazione religiosa, la Chiesa di Dio Internazionale, i nostri fratelli nella fede, genitori e figli, rispettano la parola di Dio. I genitori non mancano mai di controllare dove si trovano i loro figli; fanno in modo che siano in buona compagnia; e fanno del loro meglio per impedire loro di sposarsi impreparati e in giovane età.

1 CORINZI 7:36 dice:

Ma se alcuno crede far cosa indecorosa verso la propria figliuola nubile s'ella passi il fior dell'età, e se così bisogna fare, faccia quello che vuole; egli non pecca; la dia a marito.

Esiste un ammonimento biblico che mentre la figlia non ha raggiunto l'età della maturità, è giusto che i suoi genitori la scoraggino o le impediscano di sposarsi. Ma quando ha raggiunto il fiore della sua età, o l'età della maturità, e vuole già sposarsi, allora i genitori possono concedere il loro consenso al matrimonio della figlia.

Qualsiasi genitore che impedisce a sua figlia di sposarsi sta facendo qualcosa di meglio.

Come scritto in 1 CORINZI 7:38:

Perciò, chi dà la sua figliuola a marito fa bene, e chi non la dà a marito fa meglio.

In realtà, anche sotto la legge degli uomini, esiste una cosa come "età legale". E chiunque non sia ancora in età legale è ancora sotto la custodia dei suoi genitori.

Pertanto, mentre un figlio o una figlia ha meno della maggiore età, i genitori devono esercitare la dovuta diligenza nella tutela dei propri figli. In questo modo, possono contribuire alla prevenzione della gravidanza precoce.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Non Tutti i Battesimi Sono Riconosciuti da Dio

7/30/2019 , 0 Commenti


Come predicatore di Dio, persone di ogni ceto sociale vengono da me per porre domande che sono vitali per la loro salvezza. Anche se a volte fanno domande simili, non mi stanco mai di dare loro risposte basate sulla Bibbia, specialmente quando vedo che stanno davvero cercando la verità. Sento di avere l'obbligo morale di rispondere loro con la speranza che, attraverso l'intervento dello Spirito Santo, saranno illuminati.

Come scritto in 1 PIETRO 3:15 GD:

Anzi santificate il Signore Iddio ne' cuori vostri; e siate sempre pronti a rispondere a vostra difesa a chiunque vi domanda ragione della speranza ch'è in voi, con mansuetudine, e timore...

Una delle domande più frequenti riguarda il battesimo. In particolare, vogliono scoprire se è ancora necessario per loro essere battezzati di nuovo se vogliono essere membri della Chiesa di Dio Internazionale considerando che avevano già ricevuto il battesimo nelle loro precedenti religioni.

A questa domanda, la mia risposta semplice è che se tu fossi battezzato in un modo che non è in consonanza con ciò che insegna la Bibbia, allora, il battesimo non significa nulla.

MARCO 7:7 dice:

Ma invano mi rendono il loro culto insegnando dottrine che son precetti d'uomini.

Se ciò che hai ricevuto in passato erano semplicemente insegnamenti e comandamenti di uomini, tutto ciò che fai in nome della religione, inclusa la tua adorazione a Dio, è considerato vano. 

Permettetemi di ribadirlo, se diventaste vittime di falsi predicatori e diventaste seguaci degli insegnamenti, dei comandamenti e delle dottrine degli uomini, anche la più alta opera di salvezza, che è quella di adorare il nostro Creatore, sarà vana.

TITO 1:14 dice:

non dando retta a favole giudaiche né a comandamenti d'uomini che voltan le spalle alla verità.

Il termine "essere battezzato di nuovo" è legale solo se sei stato veramente battezzato. Se il primo battesimo che hai ricevuto è il tipo di battesimo che è riconosciuto da Dio, allora possiamo dire che si tratterà di un ribattesimo o di essere battezzato di nuovo.

Ma, se ciò che hai ricevuto è qualcosa di inutile o senza valore, non è nemmeno logico e grammaticale usare “essere battezzato di nuovo” perché non ti sei ancora sottoposto veramente al battesimo. Se sei stato battezzato in una chiesa che insegna dottrine e comandamenti degli uomini, il tuo battesimo non è riconosciuto da Dio.

Inoltre, EFESINI 4:4-5 dice:

4 V'è un corpo unico ed un unico Spirito, come pure siete stati chiamati ad un'unica speranza, quella della vostra vocazione.
5 V'è un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo. . .

Si deve notare come l'apostolo Paolo enfatizzò le cose. Ha usato ripetutamente "uno". C'è un solo corpo e un solo Spirito. Il corpo che è uno è la chiesa.

COLOSSESI 1:18 dice:

Ed egli è il capo del corpo, cioè della Chiesa; . . .

Siamo certi che il corpo menzionato in Efesini 4:4 si riferisce alla chiesa. C'è un solo corpo e uno spirito. Quale unico spirito? Uno spirito che dà vita al corpo perché secondo GIACOMO, "il corpo senza lo spirito è morto". (Giacomo 2:26) Non è niente. Allo stesso modo anche la fede senza lavoro è morta.

“V'è un corpo unico ed un unico Spirito, come pure siete stati chiamati ad un'unica speranza, quella della vostra vocazione.”(Efe 4:4) C'è solo un battesimo, c'è solo un vero corpo, o chiesa, e c'è un solo vero battesimo.

La parola "vero" non si trova nel versetto ma tutte le cose elencate dall'apostolo Paolo sono le cose vere che riguardano la salvezza. Un corpo, uno spirito, una speranza, un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo: sono tutti in quel corpo o chiesa. Quindi, il battesimo è nel corpo.

1 CORINZI 12:13 dice:

Infatti noi tutti abbiam ricevuto il battesimo di un unico Spirito per formare un unico corpo, e Giudei e Greci, e schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un unico Spirito.

Questa era la dichiarazione dell'apostolo Paolo ai cristiani del I secolo. Tutto è nel corpo. Tutto ciò che riguarda la salvezza e l'adorazione è in quel corpo, che è la vera chiesa della Bibbia. Ora, se hai ricevuto il battesimo al di fuori di quel corpo, francamente ti dico che il tuo battesimo non è niente. 

Non possiamo usare la parola ribattezzato perché, in verità, non sei ancora stato battezzato. È inappropriato dire che sarai battezzato di nuovo poiché non hai ancora ricevuto il vero battesimo.

Biblicamente parlando, se hai ricevuto un battesimo in una giurisdizione sbagliata o da una chiesa sbagliata, il tuo battesimo è nullo. In pratica, non hai ricevuto nulla.

Dobbiamo sempre essere disciplinati dalla Bibbia. Non pensiamo al di fuori dei perimetri delle Scritture, invece dovremmo essere sempre nei suoi perimetri. E basandoci sulle Scritture, il vero battesimo è uno, ed è nel corpo, che è la Chiesa di Dio.

In realtà, anche il nome della chiesa indica la verità. Come puoi ricevere il vero battesimo se, ad esempio, il nome della tua chiesa è la Chiesa Avventista del Settimo Giorno? La vera chiesa della Bibbia prende il nome dal suo proprietario. La vera chiesa della Bibbia è di Dio, per questo è chiamata la Chiesa di Dio. Chiamarla con un altro nome è sbagliato perché nella Bibbia esiste una dottrina secondo cui la vera chiesa deve essere chiamata seguendo il nome del proprietario, che non è altro che Dio.

Ripeto, il vero battesimo è nella Chiesa di Dio, non in nessun altro posto. Pertanto, il battesimo al di fuori della Chiesa di Dio è nullo; è vano; non è valido; non è riconosciuto da Dio.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Quando il Battesimo è Invalido e Non Autentico?

7/22/2019 , 0 Commenti


Qualcuno che è stato battezzato in acqua nella sua precedente religione ha bisogno di sottoporsi di nuovo al battesimo in acqua se vuole essere un membro della Chiesa di Dio Internazionale?

Prima di tutto, consideriamo la dichiarazione del Signore Gesù Cristo in MARCO 7:7 che dice:

Ma invano mi rendono il loro culto insegnando dottrine che son precetti d'uomini.

È molto evidente, specialmente in questa epoca, che ci sono religioni che non insegnano esclusivamente i comandamenti di Dio. Invece, insegnano i comandamenti degli uomini. Questo nonostante il severo avvertimento dato dalle Scritture che non dovremmo aggiungere né detrarre nulla da ciò che Dio ha detto e da ciò che vuole adempiere.

PROVERBI 30:5-6 dice:

5 Ogni parola di Dio è affinata col fuoco. Egli è uno scudo per chi confida in lui.
6 Non aggiunger nulla alle sue parole, ch'egli non t'abbia a riprendere, e tu non sia trovato bugiardo.

Chiunque aggiunga qualcosa alla parola di Dio è considerato un bugiardo.

La pratica di molti pastori ingannevoli oggi è che, prendono qualcosa dalla Bibbia, un versetto forse che è spesso preso fuori dal contesto e poi incorporano in esso i comandamenti degli uomini. E questi sono ora ciò che insegnano e ciò in cui vogliono far credere i loro seguaci.

Più di chiunque altro e qualsiasi altra cosa, è la Bibbia che ci dice i veri insegnamenti del Vangelo. E secondo la Bibbia, gli insegnamenti del Signore dovrebbero essere amministrati gratuitamente.

2 CORINZI 11:7 dice:

Ho io commesso peccato quando, abbassando me stesso perché voi foste innalzati, v'ho annunziato l'evangelo di Dio gratuitamente?

Il Vangelo dovrebbe essere predicato gratuitamente. E poiché il battesimo è una parte del Vangelo, dovrebbe essere reso anche gratuitamente.

Se una persona è stata battezzata dopo aver pagato un certo importo, allora quello che ha ricevuto non è un vero battesimo. Non è valido perché è contro l'ammonizione biblica.

Stando così le cose, dobbiamo ancora chiedere se c'è bisogno che una persona sia battezzata di nuovo con il vero battesimo officiato nella vera chiesa della Bibbia? Certo che c'è! In realtà, non conti nulla che sia nullo e senza credito.

Ci sono così tanti battesimi nel nostro tempo. In pratica, ogni religione ha il suo modo di battezzarsi. C'è un gruppo religioso che si definisce Unitarianismo perché crede che il Padre è anche il Figlio e il Figlio è anche il Padre e il Padre è anche lo Spirito Santo e viceversa. Non credono che il Padre abbia una persona diversa da quella del Figlio e dello Spirito Santo. Per questa convinzione, questa religione battezza solo nel nome di Gesù Cristo.

D'altra parte, c'è un altro gruppo, i Trinitari, che battezza nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tuttavia, sebbene battezzino nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, hanno le loro dottrine create dall'uomo, proprio come i Battisti e gli altri gruppi evangelici. Quindi, anche il loro battesimo è nullo.

Ricorda che se incorpori gli insegnamenti e i comandamenti degli uomini con il Vangelo, la tua adorazione a Dio diventa vana, è nullo.

In realtà, il più alto atto di santità che puoi fare nella religione è adorare Dio. Ma se la tua adorazione è invano, allora tutte le altre cose che fai nella religione, come il tuo battesimo, le tue canzoni, i tuoi contributi, ecc., saranno del tutto invano. E purtroppo, finisci per essere una vittima della falsa religione che insegna dottrine e comandamenti degli uomini.

Vorrei ribadire che non tutti i battesimi sono validi. La tua adesione ai comandamenti creati dall'uomo rende invano il tuo culto e il tuo battesimo non è valido.

Spero di essere in grado di illuminare alcune menti confuse. Che Dio vi benedica tutti!

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

La Vera Religione Non Discrimina

7/19/2019 0 Commenti


Il mondo di oggi pullula di così tante organizzazioni religiose che si definiscono coraggiosamente come cristiane. Praticamente ovunque si andrà si incontrerà sicuramente persone che si definiscono cristiane e organizzazioni religiose che considerano i loro rispettivi gruppi un'organizzazione cristiana.

Per questo motivo, una persona ordinaria deve essere molto prudente nel rendersi conto che non tutte le religioni che affermano di essere cristiani sono veramente cristiani nel senso più stretto del termine.

Usando la Bibbia come base, questi gruppi non manifestano le caratteristiche di una vera organizzazione cristiana. Prima di tutto, i veri cristiani sono persone che abbracciano e rispettano gli insegnamenti solo del Signore Gesù Cristo.

Queste persone e questi gruppi religiosi che si definiscono spudoratamente cristiani sono in realtà anti-Cristo principalmente perché non sono governati e non si attengono alle dottrine del Signore Gesù Cristo. Invece di attenersi agli insegnamenti del Signore Gesù Cristo, ognuna di queste denominazioni pseudo-cristiane formula il proprio insieme di credenze e insegnamenti che non sono in armonia con gli insegnamenti attuali del Signore Gesù Cristo.

Una vera organizzazione cristiana è unita, non divisa. I veri cristiani sono d'accordo l'uno con l'altro; i veri cristiani hanno lo stesso spirito, la stessa mente, lo stesso modo di pensare e parlano solo della stessa cosa.

1 CORINZI 1:10 dice:

Ora, fratelli, io v'esorto, per il nome del nostro Signor Gesù Cristo, ad aver tutti un medesimo parlare, e a non aver divisioni fra voi, ma a stare perfettamente uniti in una medesima mente e in un medesimo sentire.

Contrariamente a questo monito biblico, i cosiddetti gruppi cristiani che proliferano oggi variano nelle loro convinzioni. Un gruppo crede nell'unicità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, cioè, il Padre è anche il Figlio, e il Figlio è anche il Padre, e il Figlio è anche lo Spirito Santo. D'altra parte, c'è anche un altro gruppo cristiano che sottoscrive la dottrina della Trinità. Quindi, si definiscono trinitari.

Inoltre, c'è un altro cosiddetto gruppo cristiano, i mormoni, che crede che i neri siano maledetti. Questa credenza è contenuta nel Libro dei Mormoni, capitolo 3, versetto 6 di Alma, che dice: "E la pelle dei Lamaniti era scura, secondo il marchio che era stato posto sui loro padri, che era una maledizione su di loro a causa della loro trasgressione e della loro ribellione contro i loro fratelli, che erano Nefi, Giacobbe, Giuseppe e Sam, che erano uomini giusti e santi."


Se studierai la storia della chiesa mormone scoprirai il pregiudizio e la discriminazione di questo gruppo verso i neri. In realtà, i neri non erano nemmeno fatti ufficiali nella loro organizzazione, ma solo i bianchi.

Nel Brigham Young Journal of Discourses, Volume 5, pagina 332, c'era un leader della religione mormone che disse: "Ma lasciali apostatare e saranno grigi, rugosi e neri proprio come il diavolo". 


Credono che il diavolo sia nero, ma io credo diversamente.

2 CORINZI 11:13-14 dice:

13 Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
14 E non c'è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.

Satana è un ciarlatano che si trasforma da angelo di luce. Quando dici "angelo di luce" ciò significa che non è scuro, o nero, ma bianco.

Religioni o pastori che insegnano che le persone dalla pelle nera sono maledette da Dio sono quelle che dovrebbero essere maledette. Aborro davvero le persone che insultano il nero semplicemente perché sono di pelle nera.

Nessuno deve essere considerato una razza superiore o una razza inferiore. Indipendentemente dal colore della nostra pelle, indipendentemente dal nostro aspetto fisico, agli occhi di Dio siamo tutti uguali. E secondo la scienza, "Biologicamente siamo tutti fratelli e sorelle sotto la pelle". Non è vero che i neri sono maledetti. Sia di pelle scura o di pelle chiara, meriti di essere trattato con onore.


In realtà, ci furono molte persone di colore nella Bibbia che furono benedette da Dio. Uno di loro fu l'eunuco dall'Etiopia che fu battezzato da Filippo, l'evangelista. Questo eunuco fu il custode della ricchezza del re d'Etiopia che andò a Gerusalemme per adorare Dio.

Un'altra fu la donna etiope che divenne una delle mogli di Mosè. Fu anche lei nera, per questo sia Aaron che Miriam contestarono la decisione di Mosè di prenderla come sua moglie. Ma Dio si arrabbiò con Miriam e Aaron, e li maledì. Questo può essere letto in NUMERI 12:1-9. 

Apparentemente, Dio non pratica la discriminazione. La discriminazione è contraria alla volontà di Dio. Cosa intendo dire? I mormoni fingono di essere cristiani ma le loro dottrine sono contro il cristianesimo.

Ai cristiani viene insegnato a trattare le persone in modo imparziale indipendentemente dalla loro posizione sociale.

GIACOMO 2:1-4 dice:

1 Fratelli miei, la vostra fede nel nostro Signor Gesù Cristo, il Signor della gloria, sia scevra da riguardi personali.
2 Perché, se nella vostra raunanza entra un uomo con l'anello d'oro, vestito splendidamente, e v'entra pure un povero vestito malamente,
3 e voi avete riguardo a quello che veste splendidamente e gli dite: Tu, siedi qui in un posto onorevole; e al povero dite: Tu, stattene là in piè, o siedi appiè del mio sgabello,
4 non fate voi una differenza nella vostra mente, e non diventate giudici dai pensieri malvagi?

I veri cristiani aderiscono agli insegnamenti del Signore Gesù Cristo, e uno di questi insegnamenti è non discriminare le persone. La discriminazione è cattiva; è di Satana. Il mormonismo e le altre religioni denominate come cristiani che praticano la discriminazione non sono veri cristiani! 

GIACOMO 2:9-10 (GD) dice:

9 Ma, se avete riguardo alla qualità delle persone, voi commettete peccato, essendo dalla legge convinti, come trasgressori.
10 Perciocchè, chiunque avrà osservata tutta la legge, ed avrà fallito in un sol capo, è colpevole di tutti.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Ai Cristiani Viene Detto: Attenti ai Falsi Predicatori


Qualcuno mi ha chiesto: "I cristiani, come i membri della Chiesa di Dio Internazionale, dovrebbero ancora assistere alle riunioni di altre confessioni religiose?"

Per rispondere alla sua domanda, vorrei prima spiegare come una persona diventa cristiana. Una persona non diventa cristiana da un giorno all'altro. Prima di diventare un cristiano, una persona deve condurre in primo luogo le indagini necessarie, proprio come fecero i cristiani del I secolo. L'apostolo Paolo, ad esempio, era originariamente un nemico della fede cristiana ma, dopo un certo periodo di studio, dall'essere un membro della fede ebraica, fu convertito al cristianesimo.

Indagare è un requisito per diventare un vero cristiano. Come scritto in 1 GIOVANNI 4:1:

Diletti, non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se son da Dio; perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo.

Ai cristiani non è realmente proibito di partecipare a raduni di altre fedi, né è proibito loro di comunicare con persone di religioni diverse. Ma la cosa è che hanno bisogno di essere cauti e dovrebbero sempre considerare la parola di Dio, "non crediate ad ogni spirito".

Dio ci ha comandato di credere in Lui, di credere nelle Sue parole, di credere in Suo Figlio, di credere nei Suoi profeti. Ma ci ha anche comandato: "non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se son da Dio;" Provare è tentare, investigare, testare. Perché c'è bisogno di farlo? ". . . perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo."

Se, dopo aver indagato gli spiriti, i profeti, gli insegnamenti, ecc., hai scoperto che un particolare gruppo religioso è guidato da un falso profeta, allora, non è più saggio, né logico, né biblico continuare ad unirsi con quella gente. Ecco perché non dovresti aspettarti che dica ai nostri fratelli: "socializzate con quelle persone; ascoltate i loro falsi profeti; partecipate al loro raduno religioso" quando so per certo che il loro predicatore è un falso profeta. Sarei assurdo se lo facessi. 

Permettetemi di provare ulteriormente che i cristiani del I secolo divennero cristiani solo dopo un'indagine diligente.

ATTI 11:26 dice:

E avvenne che per lo spazio d'un anno intero parteciparono alle raunanze della chiesa, ed ammaestrarono un gran popolo; e fu in Antiochia che per la prima volta i discepoli furon chiamati Cristiani.

Fu dopo un anno di associazione tra di loro e con i discepoli del Signore Gesù Cristo, e dopo aver appreso gli insegnamenti della Chiesa che il popolo di Antiochia fu chiamato cristiano. Quindi, ci è voluto un po' per loro, un anno per essere precisi, prima che diventassero cristiani.

A parte loro, ci fu anche un altro gruppo che, prima di abbracciare la fede cristiana, condusse prima un'indagine meticolosa.

ATTI 17:10-11 (NR) dice:

10 Ma i fratelli subito, di notte, fecero partire Paolo e Sila per Berea; ed essi, appena giunti, si recarono nella sinagoga dei Giudei.
11 Or questi erano di sentimenti più nobili di quelli di Tessalonica, perché ricevettero la Parola con ogni premura, esaminando ogni giorno le Scritture per vedere se le cose stavano così.

Gli apostoli consideravano i bereani più nobili dei Tessalonicesi ". . . perché ricevettero la Parola con ogni premura, esaminando ogni giorno le Scritture per vedere se le cose stavano così." Questo dimostra che fecero davvero uno sforzo per indagare prima.

Vietiamo ai nostri fratelli di ascoltare altri predicatori? No! Ma a loro è ricordato di essere cauti perché ci sono predicatori che la Bibbia chiama falsi profeti.

2 TESSALONICESI 2:2 dice:

vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente.

Durante il primo secolo cristiano, c'erano persone che scrivevano lettere e facevano sembrare che quelle lettere provenissero dagli apostoli. Ovviamente, la loro intenzione era di ingannare e confondere i fratelli. Come l'apostolo Paolo era pienamente consapevole del pericolo che poteva rappresentare, avvertì i fratelli "sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente."

Dalla nostra parte, prendiamo anche una misura precauzionale per salvaguardare i nostri fratelli, consigliando di usare il loro discernimento prima di credere a qualcosa perché ci sono molti falsi profeti intorno. E nella misura in cui le Scritture ci hanno avvertito dei pericoli che possono portare i falsi profeti, non penso che sarebbe saggio per un capo religioso come me lasciare così i miei fratelli e sorelle nella fede a partecipare a qualsiasi altro raduno religioso.

Se conduci un gregge di pecore, sicuramente, non le lascerai andare dove sono i lupi. Questo è esattamente quello che sto facendo. Io faccio in modo che le "pecore" che sovrintendo non siano vittime dei "lupi".

Ripeto, ai nostri fratelli nella fede non è proibito ascoltare altri predicatori, ma si consiglia loro di essere cauti e saggi per non essere ingannati e fuorviati. Devono essere sicuri che le dottrine insegnate da quei predicatori non sono contrarie alle dottrine del Signore Gesù Cristo.

2 CORINZI 11:3-4 ci dice:

3 Ma temo che come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti siano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purità rispetto a Cristo.
4 Infatti, se uno viene a predicarvi un altro Gesù, diverso da quello che abbiamo predicato noi, o se si tratta di ricevere uno Spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un Vangelo diverso da quello che avete accettato, voi ben lo sopportate!

Questo è un avvertimento dell'apostolo perché la sottigliezza è comune in molte religioni. Stanno predicando un altro Gesù e un altro vangelo.

GALATI 1:8 dice:

Ma quand'anche noi, quand'anche un angelo del cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che v'abbiamo annunziato, sia egli anatema.

Stando così le cose, non vedo alcuna ragione per cui ai nostri fratelli dovrebbe essere permesso di prendere parte ai raduni di altre religioni i cui pastori insegnano un altro vangelo. La Bibbia non disse: "Unisciti a loro!" Invece, la parola di Dio disse: "Sia egli anatema."

Non è vero, biblicamente e logicamente, che ogni religione è di Dio, e che ogni religione insegna lo stesso Dio (come creduto dagli altri). Non dobbiamo neanche credere che ogni religione, ogni pastore o ogni predicatore stia dicendo la verità. Se ciò fosse vero, la Bibbia non ci avrebbe avvertito di diffidare dei falsi profeti che sono usciti nel mondo predicando un altro Vangelo. 

2 CORINZI 11:13-15 dice:

13 Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
14 E non c'è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.
15 Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere.

I pastori possono anche fingere di essere apostoli di Cristo. Quindi, devo insegnare ai nostri fratelli gli avvertimenti dati dalla Bibbia sulla finzione e l'inganno di molti predicatori.

Ma anche se ai nostri fratelli non è assolutamente vietato frequentare altre religioni, essi, loro stessi, scelgono di non farlo perché sono completamente guidati dall'avvertimento di Dio in PROVERBI 19:27 che dice:

Cessa, figliuol mio, d'ascoltar l'istruzione, se ti vuoi allontanare dalle parole della scienza.

Questo è l'ammonimento di Dio ai Suoi figli, ed è a nostro vantaggio se ci atterremo ad esso, specialmente oggi quando molte religioni sono state istituite solo per fare soldi, e non per insegnare fedelmente la parola di Dio.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti: