Paolo ha Operato Più Abbondantemente Degli Altri Apostoli


Questa è una risposta a un commento pubblicato da un certo Vladimir Sputnik sul mio articolo intitolato La Definizione Imprudente sulla Religione di Karl Marx.

Caro Ministro Presidente,

Quasi il 70% dei russi odia le idee di Karl Marx. La maggior parte dei russi sono membri del cristianesimo ortodosso russo, pertanto la maggioranza di noi crede nell'esistenza di Dio. Amen!

I tuoi articoli sono molto informativi tranne quanto segue che crea molta confusione: Hai citato:

(1 Corinzi 4:8, 11-13) “Già siete saziati, già siete arricchiti, senza di noi siete giunti a regnare! E fosse pure che voi foste giunti a regnare, affinché anche noi potessimo regnare con voi!..." Fino a questa stessa ora, noi abbiamo e fame e sete; noi siamo ignudi, e siamo schiaffeggiati, e non abbiamo stanza ferma, e ci affatichiamo lavorando con le nostre proprie mani; ingiuriati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; diffamati, esortiamo; siamo diventati e siam tuttora come la spazzatura del mondo, come il rifiuto di tutti.”

(2 Corinzi 12:14-15) “Ecco, questa è la terza volta che son pronto a recarmi da voi; e non vi sarò d'aggravio, poiché io non cerco i vostri beni, ma voi; perché non sono i figliuoli che debbono far tesoro per i genitori, ma i genitori per i figliuoli. E io molto volentieri spenderò e sarò speso per le anime vostre. Se io v'amo tanto, devo esser da voi amato meno?”

Domanda: >>>> È vero che ha sofferto di più e lavorato più abbondantemente di qualunque degli apostoli? Altrimenti, sto ancora cercando le tue informazioni aggiuntive. Se sì, è giusto affermare che ha lavorato più di qualunque degli apostoli?

(Romani 12:20) “Anzi, "se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo.”

>>>>>>Commento: Sta aiutando il nemico o insultando il nemico? Ebbene, se è veramente vero che dobbiamo dar da mangiare al nemico, allora perché ha pronunciato le parole in Galati:

“Come abbiamo già detto, ora lo dico di nuovo: Se qualcuno vi predica un evangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia MALEDETTO.” (Gal. 1:9 Nuova Diodati)

…….. Dar da mangiare ad un nemico maledetto?

“Oh, si facessero pur anche mutilare coloro che vi turbano!” (Galati 5:12 IRL)

…….. Mutilarli?

“Si facessero pur anche evirare quelli che vi mettono sottosopra!” (Galati 5:12 IRL)

………. evirarli?

…… amare quei nemici solo a Roma? Sto solo chiedendo!

Aspettando chiarimenti!

Spasibo!!!

Vladimir_Sputnik

Caro Vladimir Sputnik, Ho un atteggiamento diverso nel leggere le Sacre Scritture. Non dubito degli autori (o degli scrivani) usati da Dio per scrivere le Scritture. Se ci sono dubbi che entrano in mente, la mia prima opzione è quella di esaminare la traduzione — se è stata erroneamente tradotta o meno; ma non ho mai dubitato dell'autorità di queste persone usate da Dio per registrare le Sue sante parole. Perché? Perché credo in Dio e nel suo potere che ha guidato gli scrivani della Bibbia.

(2 Pietro 1:21) 
“poiché non è dalla volontà dell'uomo che venne mai alcuna profezia, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo.”

(1 Corinzi 14:37) 
“Se qualcuno si stima esser profeta o spirituale, riconosca che le cose che io vi scrivo sono comandamenti del Signore.”

(Giovanni 1:3-4) 
3 quello, dico, che abbiam veduto e udito, noi l'annunziamo anche a voi, affinché voi pure abbiate comunione con noi, e la nostra comunione è col Padre e col suo Figliuolo, Gesù Cristo. 4  E noi vi scriviamo queste cose affinché la nostra allegrezza sia compiuta.”

È un consiglio fraterno che ti dico che, invece di dubitare di coloro che sono stati strumenti nello scrivere la parola di Dio (come l'apostolo Paolo), cerca invece le Scritture per trovare il "punto reale" della verità.

(Isaia 34:16) 
Cercate nel libro dell'Eterno, e leggete; nessuna di quelle bestie vi mancherà; nessuna sarà privata della sua compagna; poiché la sua bocca l'ha comandato, e il suo soffio li radunerà.”

Quello che l'apostolo Paolo ha detto, che ha lavorato più abbondantemente di tutti gli altri apostoli, non deve essere dubitato perché il nostro stesso Signore Gesù Cristo ha previsto che alcuni di coloro che crederanno in Lui faranno un lavoro più grande perché Lui sta andando al Padre.

(Giovanni 14:12) 
“In verità, in verità vi dico che chi crede in me farà anch'egli le opere che fo io; e ne farà di maggiori, perché io me ne vo al Padre;”

Non ho mai dubitato che l'apostolo Paolo abbia veramente lavorato di più dei precedenti apostoli di Cristo. Ha anche detto di aumentare quello che “mancava” in quel che il nostro Signore Gesù Cristo aveva fatto.

(Colossesi 1:24-25) 
“Ora mi rallegro nelle mie sofferenze per voi; e quel che manca alle afflizioni di Cristo lo compio nella mia carne a pro del corpo di lui che è la Chiesa; della quale io sono stato fatto ministro, secondo l'ufficio datomi da Dio per voi di annunziare nella sua pienezza la parola di Dio…”

Mentre egli disse che lavorava veramente più degli altri apostoli, lo ha comunque accreditato nella grazia di Dio in lui.

(1 Corinzi 15:9-10) 
“perché io sono il minimo degli apostoli; e non son degno d'esser chiamato apostolo, perché ho perseguitato la Chiesa di Dio.  Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono; e la grazia sua verso di me non è stata vana; anzi, ho faticato più di loro tutti; non già io, però, ma la grazia di Dio che è con me.”

I documenti scritti nel libro degli Atti dal medico Luca, testimoniano il fatto. La testimonianza mostra l'entità del viaggio missionario e dei sacrifici dell'apostolo Paolo. Anche l'apostolo Pietro, Giacomo e Giovanni sono testimoni dei doni e della saggezza dell'apostolo Paolo. È per questo che hanno affidato a lui e Barnaba la gestione della parte più grande della Chiesa del primo secolo — che è la Chiesa dei Gentili.

(Galati 2:9) 
“e quando conobbero la grazia che m'era stata accordata, Giacomo e Cefa e Giovanni, che son reputati colonne, dettero a me ed a Barnaba la mano d'associazione perché noi andassimo ai Gentili, ed essi ai circoncisi;”

I primi dodici apostoli furono inviati all'inizio del loro ministero nei confini d'Israele; ma l'autorità dell'apostolo Paolo raggiusge Gerusalemme fino ai Gentili e fino alla parte più estesa della terra — inclusa la nostra era e tutti i paesi del mondo.

(Matteo 10:5-6) 
“Questi dodici mandò Gesù, dando loro queste istruzioni: Non andate fra i Gentili, e non entrate in alcuna città de' Samaritani, ma andate piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele.”

La competenza attribuita all'apostolo Paolo copre gli ebrei, i gentili, anche i re.

(Atti 9:15) 
“Ma il Signore gli disse: Va', perché egli è uno strumento che ho eletto per portare il mio nome davanti ai Gentili, ed ai re, ed ai figliuoli d'Israele …”

E soprattutto i Gentili.

(Atti 13:47) 
“Perché così ci ha ordinato il Signore, dicendo: Io ti ho posto per esser luce de' Gentili, affinché tu sia strumento di salvezza fino alle estremità della terra.”

Considerando la portata della giurisdizione che gli è stata data, è prudente credere che egli ha lavorato più degli altri apostoli. I versetti citati in 1 Corinzi 4:8, 11, 13 non sono ambigui. Paolo parla della sua condizione rispetto alla condizione dei membri della Chiesa. Egli è solo l'opposto dei leader del giorno moderno — sono nutriti fin troppo. I membri sono maltruniti — anche privati ​​della preziosa parola di Dio a causa del loro interesse personale.

(Ezechiele 34:2-5) 
“'Figliuol d'uomo, profetizza contro i pastori d'Israele; profetizza, e di' a quei pastori: Così parla il Signore, l'Eterno: Guai ai pastori d'Israele, che non han fatto se non pascer se stessi! Non è forse il gregge quello che i pastori debbon pascere? Voi mangiate il latte, vi vestite della lana, ammazzate ciò ch'è ingrassato, ma non pascete il gregge. Voi non avete fortificato le pecore deboli, non avete guarito la malata, non avete fasciato quella ch'era ferita, non avete ricondotto la smarrita, non avete cercato la perduta, ma avete dominato su loro con violenza e con asprezza. Ed esse, per mancanza di pastore, si sono disperse, son diventate pasto a tutte le fiere dei campi, e si sono disperse.”

(Geremia 5:26-28) 
“ Poiché fra il mio popolo si trovan degli empi che spiano, come uccellatori in agguato; essi tendon tranelli, acchiappano uomini. Come una gabbia è piena d'uccelli, così le loro case son piene di frode; perciò diventan grandi e s'arricchiscono. Ingrassano, hanno il volto lucente…

L'apostolo Paolo lavorò con la sua mano per aumentare le proprie necessità personali e di alcuni suoi collaboratori in Cristo. Spese tutto quello che poté — anche la propria vita.

(2 Corinzi 12:15) 
“E io molto volentieri spenderò e sarò speso per le anime vostre. Se io v'amo tanto, devo esser da voi amato meno?”

(Atti 20:33-35) 
“Io non ho bramato né l'argento, né l'oro, né il vestito d'alcuno. Voi stessi sapete che queste mani hanno provveduto ai bisogni miei e di coloro che eran meco. In ogni cosa vi ho mostrato ch'egli è con l'affaticarsi così, che bisogna venire in aiuto ai deboli, e ricordarsi delle parole del Signor Gesù, il quale disse egli stesso: Più felice cosa è il dare che il ricevere.”

(2 Corinzi 12:14-15)
“Ecco, questa è la terza volta che son pronto a recarmi da voi; e non vi sarò d'aggravio, poiché io non cerco i vostri beni, ma voi; perché non sono i figliuoli che debbono far tesoro per i genitori, ma i genitori per i figliuoli. E io molto volentieri spenderò e sarò speso per le anime vostre. Se io v'amo tanto, devo esser da voi amato meno?”

Lui, certamente, è l'opposto dei leader religiosi oggi che desiderano il denaro che spendono per i loro vizi, dalle tasche dei loro membri.

PAOLO, INSULTA I SUOI NEMICI?

Hai citato i Romani 12:20, che afferma …

“Anzi, "se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo.”

… e hai chiesto se stia aiutando o insultando il nemico. Le parole di Dio nella Bibbia non sono mai state intese da Dio per insultare qualcuno. Le Scritture sono …

(2 Timoteo 3:16) 
“…Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,”

Le parole di Dio furono date agli uomini e furono scritte per essere utilizzate per la dottrina, per rimprovero, "per la correzione, per l'istruzione nella giustizia."

Cosa intende  la Bibbia quando ha detto di “dar da mangiare al tuo nemico, radunerai dei carboni accesi sul suo capo”? L'apostolo Paolo ci ha definito il tipo di insegnamenti del Nuovo Testamento. Sono spirituali.

(2 Corinzi 3:6) 
“ma la nostra capacità viene da Dio, che ci ha anche resi capaci d'esser ministri di un nuovo patto, non di lettera, ma di spirito; perché la lettera uccide, ma lo spirito vivifica.”

Il Nuovo Testamento che l'Apostolo Paolo predica, ci insegna le cose spirituali. Le opere buone e generose che faremo a un nemico saranno come carboni accesi che bruciano sul suo capo — significa che lo disturberanno e gli faranno pensare al male che ti sta facendo; e la cosa buona che stai facendo in cambio. Che ne è invece di Galati 1:9?

“Come abbiamo già detto, ora lo dico di nuovo: Se qualcuno vi predica un evangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia MALEDETTO.” (Gal. 1:9 Nuova Diodati)

“Come l'abbiamo detto prima d'ora, torno a ripeterlo anche adesso: Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema.”

La parola 'maledetto' usata dall'apostolo Paolo è:

anathema 
an-ath’-em-ah 
Da G394; Un divieto (religioso) o (concretamente) scomunicato (cosa o persona): – maledetto, anatema, maledizione, X grande.

Ovvero, se qualcuno predica un altro vangelo, diverso da quello che è stato predicato dagli apostoli, tali insegnamenti devono essere vietati o non devono essere accettati dalla Chiesa. Che ne dici di Galati 5:12?

“Si facessero pur anche evirare quelli che vi mettono sottosopra!” (IRL)

“Oh, si facessero pur anche mutilare coloro che vi turbano!” (Nuova Diodati)

“Si facciano pure evirare quelli che vi turbano!” (INR)

“Oh! fosser pur eziandio ricisi coloro che vi turbano!” (Diodati)

“Ma perché questi maestri che portano fra voi tanto scompiglio non si fanno addirittura castrare e vi lasciano finalmente in pace?!” (Bibbia della Gioia)

La frase "mutilare" (che tu dubiti) significa semplicemente che coloro che affliggono i cristiani in Galazia e insegnano altre dottrine che non sono state predicate da Paolo, voleva che si circoncindessero. Prendiamolo dal contesto.

(Galati 5:2-12) 
“Ecco, io, Paolo, vi dichiaro che, se vi fate circoncidere, Cristo non vi gioverà nulla. E da capo protesto ad ogni uomo che si fa circoncidere, ch'egli è obbligato ad osservare tutta quanta la legge.Voi che volete esser giustificati per la legge, avete rinunziato a Cristo; siete scaduti dalla grazia. Poiché, quanto a noi, è in ispirito, per fede, che aspettiamo la speranza della giustizia. Infatti, in Cristo Gesù, né la circoncisione né l'incirconcisione hanno valore alcuno; quel che vale è la fede operante per mezzo dell'amore. Voi correvate bene; chi vi ha fermati perché non ubbidiate alla verità? Una tal persuasione non viene da Colui che vi chiama. Un po' di lievito fa lievitare tutta la pasta. Riguardo a voi, io ho questa fiducia nel Signore, che non la penserete diversamente; ma colui che vi conturba ne porterà la pena, chiunque egli sia. Quanto a me, fratelli, s'io predico ancora la circoncisione, perché sono ancora perseguitato? Lo scandalo della croce sarebbe allora tolto via. Si facessero pur anche evirare quelli che vi mettono sottosopra!

Ci sono quelli della chiesa locale di Galati che mettevano in pericolo la fede o sconvolgevano i fratelli insegnando altro rispetto a ciò che Paolo aveva insegnato loro. Essi sottolineavano la circoncisione carnale, che era stata praticata da quelli sotto la legge di Mosè, che non era più requisito nel Nuovo Testamento. Così ha detto che: "... Infatti, in Cristo Gesù, né la circoncisione né l'incirconcisione hanno valore alcuno...", ma coloro che ancora insistevano sulla circoncisione, ha voluto che si circoncidessero o "mutilassero" se stessi.

(Galati 5:12) 
“Oh, si facessero pur anche mutilare coloro che vi turbano!” (Nuova Diodati)

Cioé, egli desidera che apprendano più delle lettere della legge di Mosè, il che vuol dire eseguire la giustizia — la via cristiana; mantenere la legge di Cristo, che sia  circonciso o no.

(Galati 2:3) 
“Ma neppur Tito, che era con me, ed era greco, fu costretto a farsi circoncidere;”

Circonciso o no, un cristiano fa la volontà di Dio dal cuore senza alcuna intenzione di essere lodato dagli uomini.

(Efesini 6:6) 
“non servendo all'occhio come per piacere agli uomini, ma, come servi di Cristo, facendo il voler di Dio d'animo …”

Poiché è circonciso, non nella carne ma, nel cuore, ama Dio e non gli uomini.

(Romani 2:29)
“ma Giudeo è colui che lo è interiormente; e la circoncisione è quella del cuore, in ispirito, non in lettera; d'un tal Giudeo la lode procede non dagli uomini, ma da Dio.”

Prego per la tua illuminazione.

Che Dio ti benedica!

Fratello Eli Soriano

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Dove ci Può Essere Più Malvagitá?


Il male è malvagio quando è compiuto malvagiamente. La giustizia è un'ingiustizia se viene resa impertinente. La Bibbia ci dice che dove c'è la giustizia, c'è anche il male.

ECCLESIASTE 3:16 
Ho anche visto sotto il sole che nel luogo stabilito per giudicare v'è della empietà, e che nel luogo stabilito per la giustizia v'è della empietà,

Ciò non si applica in tutto l'universo. Il versetto ci dice che è "sotto il sole" o sulla terra. Naturalmente, questo non è il caso in paradiso dove regna Dio. È una delle intenzioni nelle preghiere insegnate dal Signore Gesù Cristo ai suoi apostoli, "sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo".

MATTEO 6:9-13 INR 
9  Voi dunque pregate così: "Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; 
10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo. 
11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano; 
12  rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; 
13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. [Perché a te appartengono il regno, la potenza e la gloria in eterno, amen.]"

Se solo la volontà di Dio fosse fatta in tutta la terra com’è in cielo, la terra sarebbe sicuramente un luogo molto bello in cui vivere.

Ci sono luoghi sulla terra che possono essere considerati ostili per vivere fisicamente e spiritualmente: fisicamente, perché sono afflitti da crimini e decadenza morale; e spiritualmente a causa delle corruzioni governative e religiose.

Sono un settuagenario e ho vissuto con consapevolezza in quasi ogni aspetto della vita umana per mezzo secolo. Nel mio paese natale, circa quattro decenni fa, si poteva camminare per le strade principali di qualsiasi area metropolitana con fiducia e sensazione di sicurezza. Naturalmente, ci sono casi isolati di misfatti, specialmente tra gli ubriachi (in standby), ma erano quasi insignificanti. Bastava correre quanto più velocemente possibile, quando, per caso, volevano farsi gioco di te per la loro ubriachezza e tu sei salvo! Ho avuto questo incidente una volta nei miei quarant'anni di peregrinaggio sulle strade di Metro Manila, anche nelle prime ore del mattino.

Ora, mentre guardo intorno a me, vedo la mia gente combattere e uccidere l'un l'altro. Li vedo violentare le nostre donne; uccidere i nostri figli; e distruggere le nostre case. Quale possibile potere li avrebbe potuto privare ​​di questa decenza che ora violano la santità delle donne filippine? Quale possibile potere avrebbe potuto turbare i cuori e le menti della nostra gente che ora combattono e uccidono l'un l'altro? Nella pura disperazione, ho cercato di trovare risposte nelle Sacre Scritture e queste sono quelle che hanno da dire:

PROVERBI 29:2
Quando i giusti son numerosi, il popolo si rallegra: ma quando domina l'empio, il popolo geme.

La parola ebraica tradotta "gemere" è:

אנח 
ânach 
aw-nakh’ 
Una radice primitiva; sospirare: – gemere, piangere, sospiro.

Questa è la ragione biblica perché i cittadini del mio paese, anche quelli che erano andati in cerca di pascoli più verdi, gemevano e sospiravano.

Ma cosa rende i governanti malvagi?

Parzialità e cattive influenze!

ESODO 23:8 (INR)
Non accettare nessun regalo; perché il regalo acceca quelli che ci vedono, e corrompe le parole dei giusti.

DEUTERONOMIO 16:19
Non pervertirai il diritto, non avrai riguardi personali, e non accetterai donativi, perché il donativo acceca gli occhi de' savi e corrompe le parole de' giusti.

DEUTERONOMIO 16:19 (Nuova Diodati)
Non pervertirai il diritto, non userai parzialità e non accetterai regali, perché il regalo acceca gli occhi dei saggi e corrompe le parole dei giusti.

Ma cosa può influenzare un governante da mostrare parzialità e sovvertire la causa dei giusti? Sono leader religiosi e predicatori di influenza.

Nel nostro paese i leader religiosi utilizzano i loro greggi per influenzare i politici affamati di potere. Nella sfacciata sfida della nostra costituzione, i leader religiosi dettano chi votare ai propri membri minacciandoli di essere scomunicati se non obbediscono.

II PIETRO 2:1-3
Ma sorsero anche falsi profeti fra il popolo, come ci saranno anche fra voi falsi dottori che introdurranno di soppiatto eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si trarranno addosso subita rovina.
2  E molti seguiranno le loro lascivie; e a cagion loro la via della verità sarà diffamata.
3  Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole finte; il loro giudicio già da tempo è all'opera, e la loro ruina non sonnecchia.

Questi leader religiosi sfruttano i loro membri come loro "merce" e "mezzo di scambio" per funzionari corrotti in modo da ottenere il favore e il rispetto. A livello biblico, i leader religiosi sono agenti dell'inferno e di satana che sono i creatori più velenosi di popoli malvagi.

MATTEO 23:15
Guai a voi, scribi e Farisei ipocriti, perché scorrete mare e terra per fare un proselito; e fatto che sia, lo rendete figliuol della geenna il doppio di voi.

I leader religiosi sono i corruttori più influenti delle persone nel governo. È molto logico perché anche questi leader politici hanno i loro leader religiosi.

Nulla è più malvagio che fare il male nella totale consapevolezza che ciò che si sta facendo è un male con un intento malvagio!

GIUDA 1:15 (INR)
per giudicare tutti; per convincere tutti gli empi di tutte le opere di empietà da loro commesse e di tutti gli insulti che gli empi peccatori hanno pronunciati contro di lui".

Ma dove può esserci più malvagità? Nella mente e nei cuori dei leader: politico o religioso.

GEREMIA 17:9-10
Il cuore è ingannevole più d'ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?
10 - Io, l'Eterno, che investigo il cuore, che metto alla prova le reni, per retribuire ciascuno secondo le sue vie, secondo il frutto delle sue azioni.

E qual è la radice di questi mali che pregiudica le menti e i cuori dei leader infelici? Soldi e potere!

I TIMOTEO 6:10
Poiché l'amor del danaro è radice d'ogni sorta di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si son trafitti di molti dolori.

Per rimanere al potere, Erode ordinò l’uccisione dei bambini non appena venne a conoscenza della nascita del re degli ebrei.

MATTEO 2:1-2, 7-8, 16
Or essendo Gesù nato in Betleem di Giudea, ai dì del re Erode, ecco dei magi d'Oriente arrivarono in Gerusalemme, dicendo:
2  Dov'è il re de' Giudei che è nato? Poiché noi abbiam veduto la sua stella in Oriente e siam venuti per adorarlo.
7  Allora Erode, chiamati di nascosto i magi, s'informò esattamente da loro del tempo in cui la stella era apparita;
8  e mandandoli a Betleem, disse loro: Andate e domandate diligentemente del fanciullino; e quando lo avrete trovato, fatemelo sapere, affinché io pure venga ad adorarlo.
16 Allora Erode, vedutosi beffato dai magi, si adirò gravemente, e mandò ad uccidere tutti i maschi ch'erano in Betleem e in tutto il suo territorio dall'età di due anni in giù, secondo il tempo del quale s'era esattamente informato dai magi.

Per rimanere al potere, qualcuno affamato di potere può arrivare alla misura di uccidere le persone. 

Che Dio Onnipotente salvi e benedica il mio paese!

Cordiali Saluti in Cristo,

Fratello Eli

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Un Sacco di Ignoranza e una Delusione Colossale


Essere ignorante può essere perdonabile perché non è senza speranza, ma illudersi è un'altra cosa.

Dopo aver sostenuto che il vino nel calice del sacerdote cattolico sia il vero sangue del Signore Gesù mediante il processo della transustanziazione, ecco che arriva l'apologetico cattolico che dice che la loro messa è un modo incruento di sacrificare Gesù Cristo – qualcosa che fanno di nuovo e di nuovo.

Prima di tutto, la storia registra che i cattolici avevano argomenti su cosa significherebbe la transustanziazione nel loro rituale eucaristico, quando il vino diventa sangue e il pane il corpo di Cristo, anche se l'aspetto della sostanza del vino e pane sono sempre gli stessi. Il vino diventa davvero il sangue di Cristo, e il pane il suo corpo? Nel primo, il cambiamento è nel significato cosí come era insegnato a metà del XX secolo; nel secondo, è letterale. Nel 1965, Papa Paolo VI ha detto in modo perentorio: sono il corpo e il sangue letterali di Cristo. E ora, la Chiesa Cattolica trova conforto che la transustanziazione è precipitata di nuovo a sottolineare che il vino è ancora il vino in apparenza, il pane è ancora pane in apparenza, ma ugualmente sono ancora il corpo e il sangue di Cristo. Ora ha un nome diverso: Presenza Reale (Fonte: Britannica Concise Encyclopedia: transubstantiation).

Dopo tutto questo, anche per i non informati, quell’ambiguità è al massimo grado e abbonda di delirio, affinché si continui nella pratica non comandata nella Bibbia.

Ecco la difesa:

“Non ci può essere questione di un reato grave contro Cristo stesso a meno che non si supponga che il vero Corpo e il vero Sangue di Cristo siano realmente presenti nell'Eucaristia.”

(Fonte: Online Catholic Encyclopedia. http://www.newadvent.org/cathen/05573a.htm).

Se ciò che è nel calice è il vero sangue di Gesù, come può la messa essere un sacrificio incruento? Se ciò che è nella coppa è solo sangue simbolico, non ne consegue che è anche simbolicamente insanguinato?

Qualcuno mi ha criticato dicendo che la profezia di Malachia 1:11 non è applicabile per me, dopo di che lei sostiene che si adatti di buon diritto alla chiesa cattolica, perché è l'unico gruppo che ha l'incenso menzionato nella profezia. Leggiamo,

MALACHIA 1:11  INR 
Ma dall'oriente all'occidente il mio nome è grande fra le nazioni; in ogni luogo si brucia incenso al mio nome e si fanno offerte pure; perché grande è il mio nome fra le nazioni", dice il SIGNORE degli eserciti.

MALACHIA 1:11  IRL 
Poiché dal sol levante fino al ponente grande è il mio nome fra le nazioni, e in ogni luogo s'offrono al mio nome profumo e oblazioni pure; poiché grande è il mio nome fra le nazioni, dice l'Eterno degli eserciti.

Oserei dire, questo verso non si applica alla chiesa cattolica per la semplice ragione che loro non comprendono il verso! L'incenso menzionato nella profezia non è l'incenso letterale che i sacerdoti cattolici bruciano nei loro altari! Notate ciò che viene detto in questo verso.

APOCALISSE 5:8 
E quando ebbe preso il libro, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani si prostrarono davanti all'Agnello, avendo ciascuno una cetra e delle coppe d'oro piene di profumi, che sono le preghiere dei santi.
Come può l’incenso letterale raggiungere il trono di Dio quando non può persino penetrare nell'atmosfera? Loro nella chiesa cattolica non conoscono il significato del versetto che stanno appropriando per se stessi. Si tratta di un'appropriazione indebita! Il sacrificio che i cristiani dovrebbero sempre offrire non è il Signore Gesù Cristo, perché quando si è offerto in Calvario ha fatto un'offerta “una volta per tutte e una volta per sempre”. La Bibbia dice così.

Intendiamoci, il corpo di Cristo, che un credente deve ricevere non è la Sua carne letterale!

GIOVANNI 6:50 
Questo è il pane che discende dal cielo, affinché chi ne mangia non muoia.

Paolo ha rivelato un mistero che la carne e il sangue non entreranno nel regno dei cieli; che  qualcosa di corruttibile non erediterà ciò che è incorruttibile!

I CORINZI 15:50-51 
50 Or questo dico, fratelli, che carne e sangue non possono eredare il regno di Dio; né la corruzione può eredare la incorruttibilità. 
51 Ecco, io vi dico un mistero: Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati,

Continuando con il Suo discorso nel capitolo 6 di Giovanni, possiamo comprendere che Egli parla non di carne materiale, ma di spirituale.

GIOVANNI 6:50-63 
50 Questo è il pane che discende dal cielo, affinché chi ne mangia non muoia. 
51 Io sono il pane vivente, che è disceso dal cielo; se uno mangia di questo pane vivrà in eterno; e il pane che darò è la mia carne, che darò per la vita del mondo. 
52 I Giudei dunque disputavano fra di loro, dicendo: Come mai può costui darci a mangiare la sua carne? 
53 Perciò Gesù disse loro: In verità, in verità io vi dico che se non mangiate la carne del Figliuol dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete la vita in voi. 
54 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. 
55 Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue è vera bevanda. 
56 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me, ed io in lui. 
57 Come il vivente Padre mi ha mandato e io vivo a cagion del Padre, così chi mi mangia vivrà anch'egli a cagion di me. 
58 Questo è il pane che è disceso dal cielo; non qual era quello che i padri mangiarono e morirono; chi mangia di questo pane vivrà in eterno. 
59 Queste cose disse Gesù, insegnando nella sinagoga di Capernaum. 
60 Onde molti dei suoi discepoli, udite che l'ebbero, dissero: Questo parlare è duro; chi lo può ascoltare? 
61 Ma Gesù, conoscendo in se stesso che i suoi discepoli mormoravan di ciò, disse loro: Questo vi scandalizza? 
62 E che sarebbe se vedeste il Figliuol dell'uomo ascendere dov'era prima? 
63 È lo spirito quel che vivifica; la carne non giova nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita.

La carne letterale non giova a nulla dalla carne spirituale di cui Lui parlava. Notare il verso 63; Così, tutto ciò che Egli ha detto nel Capitolo 6:50-63 era spirituale.

EBREI 10:12 
questi, dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per sempre, si è posto a sedere alla destra di Dio,

E qual è il sacrificio che i cristiani dovrebbero offrire a Dio? Prendete nota che non è qualcosa al di fuori di quello che fa il sacrificio.

EBREI 13:15 
Per mezzo di lui, dunque, offriam del continuo a Dio un sacrificio di lode: cioè, il frutto di labbra confessanti il suo nome!

Le preghiere e le lodi sono il sacrificio che dobbiamo offrire ancora e ancora a Dio “cioè, il frutto di labbra confessanti il suo nome!”, e non la messa dei cattolici ingannati. Si collega con la profezia di Malachia che dice: “grande è il mio nome fra le nazioni”.

Pregare e lodare il Suo nome è il simbolo dell'incenso, che è un sacrificio puro che raggiungerà il trono dell'Onnipotente! Non è qualcosa di materiale, per cui, non tutti ne avrebbero accesso. Non è qualcosa di facilmente trovabile in coloro che preferiscono illudersi in modo da ascrivere la presenza spirituale del sangue e del corpo di Cristo nel pane e vino – che offrono ancora e ancora.

E badate, la grandezza del Suo nome sarà conosciuto da est a ovest, non il contrario!

La chiesa cattolica ha iniziato la sua missione di persone fuorvianti da ovest! Cominciando con i loro riti, hanno davvero tratto in inganno molti.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Ancora Bloccati nella Messa e l'Eucaristia


Uno dei miei lettori di nome Babe mi ha chiesto: "Perché alcune persone continuano a sprecare il loro tempo a criticare la credenza degli altri? È questa un'opera cristiana o siete solo voi???"

La mia risposta: Non sono solo io e coloro che sono con me; è il modo di Cristo, di liberare le persone dagli errori e dalle fallacie! È da Lui che modelliamo le nostre interazioni, in particolare come ha detto in MARCO 7:7,

MARCO 7:7 
Ma invano mi rendono il loro culto insegnando dottrine che son precetti d'uomini. 

Gesù Cristo ha criticato le dottrine artificiose degli ebrei! Così anche noi critichiamo le pratiche di alcuni – non per sprecare il nostro tempo – ma affinché gli errori e le fallacie vengano evidenziate – cosicché le persone siano liberate dalla loro ignoranza del modo di Cristo.

MATTEO 15:5-9 
Se uno dice a suo padre o a sua madre: 'Quello con cui potrei assisterti è offerta a Dio', 
6 egli non è più obbligato ad onorar suo padre o sua madre. E avete annullata la parola di Dio a cagion della vostra tradizione. 
Ipocriti, ben profetò Isaia di voi quando disse: 
Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro è lontano da me. 
Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che son precetti d'uomini. 

La messa cattolica è una dottrina inventata dall'uomo, e quindi ho compassione per i molti milioni di persone a cui è stato fatto credere che si tratta di un comandamento di Dio!

È sempre un atto d'amore mostrare alla gente i loro errori, in modo che possano riformarsi ed essere salvati dalla vergogna! Se criticare la convinzione degli altri è uno spreco di tempo secondo te, perché stai criticando la nostra strada, che è la via di Cristo? Non ti stai contraddicendo? Disapprovare qualcosa giustamente utilizzato dagli altri e poi approvare ciò che tu utilizzi ingiustamente è assolutamente contro la Bibbia.

ROMANI 14:22 
Tu, la convinzione che hai, serbala per te stesso dinanzi a Dio. Beato colui che non condanna se stesso in quello che approva. 

Si prega di notare che io non sono a conoscenza di voi che leggete il mio blog. Spero che facendo così, il vostro tempo non sia sprecato!

Un altro commento da un certo Michael dice: “Nella tua chiesa lo si fa in un altro modo, non è simile a quello cattolico romano ma è allo stesso modo in realtà.” [Risate]”

Come può essere lo stesso quando, secondo te, “Nella tua chiesa lo si fa in un altro modo...”. Impara prima il significato della parola semplice, “altro (other) ” o “un altro (another) ” prima di ridere! “Altro” o “un altro” hanno un significato diverso, e in nessun modo potrebbero essere uguali. L'intenzione è diversa; pertanto, lo spirito è differente.

KU, il mio lettore dice: “Tutte le religioni sono state inventate da uomini. Nessuno può dire che una sia meglio dell'altro. Nessuna religione può garantire la salvezza eterna, se mai esistesse una cosa del genere. Denigrare le altre religioni, che si tratti di cattolica, anglicana, l'Islam, ecc., in modo da dare l'impressione che la vostra sia migliore, non funziona per me. È come quando si corteggia una ragazza. Raccontare alla ragazza riguardo le imperfezioni dei tuoi rivali riflette solo le tue proprie insicurezze. State in piedi da soli. Evidenziate le vostre buone qualità, ma non a spese degli altri”.

L'opera di predicazione non è dettata dagli uomini, a partire dai temi all’esposizione. Non si paragona, per esempio, con le attività mondane come il corteggiare. E non esiste un sistema che funziona per uno e non in un altro. È o non è secondo la volontà di Dio.

Non è il nostro principio stare in piedi “da soli”, come hai detto! E noi non “evidenziamo le nostre buone qualità a spese degli altri!”, è il nostro principio stare sulla fede che abbiamo imparato dalla Bibbia.

COLOSSESI 1:23 
se pur perseverate nella fede, fondati e saldi, e non essendo smossi dalla speranza dell'Evangelo che avete udito, che fu predicato in tutta la creazione sotto il cielo, e del quale io, Paolo, sono stato fatto ministro.

È la tua convinzione che tutte le religioni siano state inventate da uomini! Dove hai basato tale affermazione? La Bibbia insegna una religione stabilita da Dio e non dagli uomini!

MATTEO 6:33 
Ma cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte. 

GIACOMO 1:27 
La religione pura e immacolata dinanzi a Dio e Padre è questa: visitar gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni, e conservarsi puri dal mondo.

Ci sono coloro che hanno stabilito la loro propria giustizia come te! È, ovviamente, a causa di una diversa intenzione e, pertanto, uno spirito diverso che opera. La Bibbia dice qualcosa circa la presentazione alla giustizia di Dio. In ROMANI 10: 3, Poichè, ignorando la giustizia di Dio, e cercando di stabilir la lor propria giustizia, non si sono sottoposti alla giustizia di Dio. Per quanto riguarda la vostra accusa che io critico a mio vantaggio, non è bene per chiunque evidenziare le proprie qualità! Mali ka dyan pare! Tu non mi conosci.

PROVERBI 27:2 
Altri ti lodi, non la tua bocca; un estraneo, non le tue labbra. 

Inoltre, non è vero che stiamo “DENIGRANDO” chiunque o qualsiasi religione! Stiamo dicendo la verità! Dire la verità in modo che le persone possano sapere non è denigrare. Non si può infangare qualcosa che è già nero; non si può parlare dannosamente di qualcosa già danneggiato! D'altra parte, è necessario dire la verità! E dire la verità è dire così come sta la situazione.

A volte la verità può far male a noi e agli altri, ma dire la verità è un dovere. Questo è proprio quello che sto facendo qui. Non posso, per esempio, salutare buona fortuna a chi pratica le loro invenzioni artificiose.

PROVERBI 24:24 
Chi dice all'empio: 'Tu sei giusto', i popoli lo malediranno, lo esecreranno le nazioni.

Ancora un altro lettore, Doug Lawrence dice: “Nella messa, Gesù Cristo, l'Agnello di Dio, che È il sacrificio perfetto ed eterno per i peccati del mondo, NON è sacrificato di nuovo e di nuovo, ma certamente È OFFERTO a Dio Padre ancora e ancora, per i peccati del mondo ... il rinnovo della promessa divina di salvezza ... ogni ora di ogni giorno ... ogni giorno di ogni anno ... praticamente in ogni nazione sulla terra.”

La mia domanda è: Chi ti ha dato o ai vostri sacerdoti il diritto di offrire di nuovo e di nuovo il Signore Gesù Cristo presso l'altare della chiesa cattolica? Come hai detto tu, “ma certamente È OFFERTO a Dio Padre ancora e ancora, per i peccati del mondo....”

La verità è che è Gesù Cristo che ha offerto Se stesso secondo la Bibbia! Con quale diritto gli esseri umani offrono Gesù Cristo? Peraltro questo è comandato ai credenti di farlo? Dio accetterebbe un Cristo offerto dagli altri? E Cristo acconsentirebbe agli esseri umani di essere offerto al Padre? Che ascendenza hanno i preti cattolici sul dover offrire Cristo al Padre – anche solo una volta?

Ecco cosa dice la Bibbia in tre riferimenti.

EBREI 7:27 
il quale non ha ogni giorno bisogno, come gli altri sommi sacerdoti, d'offrir de' sacrificî prima per i proprî peccati e poi per quelli del popolo; perché questo egli ha fatto una volta per sempre, quando ha offerto se stesso. 

EBREI 9:14
quanto più il sangue di Cristo che mediante lo Spirito eterno ha offerto se stesso puro d'ogni colpa a Dio, purificherà la vostra coscienza dalle opere morte per servire all'Iddio vivente?

EBREI 9:26 
Altrimenti gli sarebbe convenuto soffrir più volte dalla fondazione del mondo; ma ora, una volta, nel compimento de' secoli, è apparito per annullare il peccato, per lo sacrificio di sè stesso. 

Si noti nei versi precedenti le seguenti citazioni! Le parole “offerto se stesso” e “sacrificio di sè stesso” sottolineano che Egli ha fatto l'atto da sè. Il verbo è riflessivo.

…“ il quale non ha ogni giorno bisogno”… 
…“ perché questo egli ha fatto una volta per sempre, quando ha offerto se stesso”… 
…“ ha offerto se stesso puro d'ogni colpa a Dio”… 
…“ ma ora, una volta, nel compimento de' secoli, è apparito per annullare il peccato, per lo sacrificio di sè stesso”…

L'offerta di Cristo dà la santificazione o la santità, per il sacrificio che ha dovuto subire. Sicuramente, non si parla del suo corpo e del sangue semplicemente dato su un piatto da esseri umani nei rituali, offerto poi a Dio. È coinvolto il sacrificio.

EBREI 10:10 
In virtù di questa "volontà" noi siamo stati santificati, mediante l'offerta del corpo di Gesù Cristo fatta una volta per sempre. 

EBREI 10:10 (GIOVANNI DIODATI) 
E per questa volontà siamo santificati, noi che lo siamo per l'offerta del corpo di Gesù Cristo, fatta una volta. 

Costituirà un insulto allora a Cristo se qualcuno Lo offrirà ancora e ancora!

EBREI 6:6 
se cadono, è impossibile rinnovarli da capo a ravvedimento, poiché crocifiggono di nuovo per conto loro il Figliuol di Dio, e lo espongono ad infamia. 

Partecipare al pane e al calice come comandato ai cristiani del 1° secolo non è offrire più e più volte ciò che Gesù Cristo aveva offerto “una volta per tutte” e “una volta per sempre”. È proclamare la morte del Signore finché Egli verrà.

I CORINZI 11:26 (NUOVA RIVEDUTA) 
Poiché ogni volta che mangiate questo pane e bevete da questo calice, voi annunciate la morte del Signore, finché egli venga".

I CORINZI 11:26 (RIVEDUTA LUZZI) 
Poiché ogni volta che voi mangiate questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore, finch'egli venga.

I CORINZI 10:16 
Il calice della benedizione, che noi benediciamo, non è forse la comunione con il sangue di Cristo? Il pane che noi rompiamo, non è forse la comunione con il corpo di Cristo? 

Siamo certi al 100% che “questo pane” non sia “l’ostia” della chiesa cattolica!

MATTEO 15:17 
Non capite che tutto quello che entra nella bocca va nel ventre ed è poi espulso nella latrina?

L’ostia alimenta attraverso la bocca e sarà certamente gettata fuori nella latrina! Il pane a cui i cristiani devono partecipare non è letterale, ma spirituale!

GIOVANNI 6:50, 63 
50 Questo è il pane che discende dal cielo, affinché chi ne mangia non muoia. 
63 È lo spirito quel che vivifica; la carne non giova nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita. 

Essere una parte del corpo “o la chiesa” è il modo di partecipare al pane o alla carne e al sangue del Signore Gesù!

I CORINZI 10:17 
Siccome v'è un unico pane, noi, che siam molti, siamo un corpo unico, perché partecipiamo tutti a quell'unico pane. 

Il corpo è la chiesa!

COLOSSESI 1:18 
Ed egli è il capo del corpo, cioè della Chiesa; egli che è il principio, il primogenito dai morti, onde in ogni cosa abbia il primato.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Non è Colpa di Dio; Incolpate gli Ipocriti!


Dio è stato oggetto di critiche tra gli agnostici, atei, coloro-che-non-sono-così-credenti e gli innocenti. Ogni volta che le calamità naturali colpiscono l'umanità, i nemici di Dio hanno un obiettivo pronto nella persona di qualcuno che non credono esista — rendendo se stessi degli idioti.

GIUDA 1:10
Ma costoro dicon male di tutte le cose che non sanno; e in quelle che sanno per natura, come le bestie senza ragione, si corrompono.

Se solo stessero usando il loro potere di pensare, la loro affermazione:“se c'è un Dio, perché Egli permette che queste cose accadano?”, dovrebbero aver capito la verità che ci sono cose che accadono sulla terra al di là del controllo di tutta l'umanità - dimostrando che qualcuno più potente dell’uomo sta facendo una cosa del genere. La loro critica, se indagata, li costringerà a credere nell'esistenza di Dio. 

La nozione che “se c'è un Dio queste cose non dovrebbero accadere” dà onore a Dio di cui negano l’esistenza. Stanno involontariamente dimostrando che Dio è un Dio di bontà — che non deve permettere che queste cose accadano.

Cerchiamo di indagare i terremoti (come gli ultimi quattro terremoti potenti nel 18 gennaio 2017 in Italia), eruzioni vulcaniche e maremoti sono cause di forza maggiore.

GIOBBE 9:5-6
Egli trasporta le montagne senza che se ne avvedano, nel suo furore le sconvolge.
Egli scuote la terra dalle sue basi, e le sue colonne tremano. 

AMOS 9:6
Egli è colui che costruisce nei cieli le sue stanze superiori, e ha fondato la sua vòlta sulla terra; egli chiama le acque del mare, e le spande sulla faccia della terra; il suo nome è l'Eterno.

Sebbene non tutte le catastrofi sono atti di Dio; ci sono quelle causate dall’incoscienza e dall'irresponsabilità degli uomini.

APOCALISSE 11:18
Le nazioni s'erano adirate, ma l'ira tua è giunta, ed è giunto il tempo di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servitori, i profeti, ed ai santi e a quelli che temono il tuo nome, e piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggon la terra.

Il più delle volte gli allagamenti sono causati dall'atto irresponsabile di taglialegna avidi, che per influenza, sono stati in grado di assicurarsi i permessi da parte di funzionari governativi corrotti. La proliferazione di materiali non-biodegradabili nei sistemi d’acqua è anch’essa una causa di inondazioni improvvise, causando la morte dei poveri nella società umana. Ogni volta che succedono queste cose la gente cerca sempre la persona da biasimare; a volte anche incolpando Dio, che non ha nulla a che fare a questo proposito.

Se la gente fosse solo saggia per analizzare queste cose, anche quelle cose che potrebbero essere considerate come “inevitabili”, sarebbe più prudente cercarne la causa, piuttosto che essere alla ricerca di qualcuno da incolpare.


Dio è un Dio amorevole e compassionevole; ma perché un tale Dio causerebbe un maremoto, terremoto e un’eruzione vulcanica? Cerchiamo di scoprirne il motivo.

Nel Suo potere sovrano, Dio deve essere obbedito, temuto e rispettato. Temerlo significa obbedire ai Suoi comandamenti.

ECCLESIASTE 12:13 (INR)
Ascoltiamo dunque la conclusione di tutto il discorso: Temi Dio e osserva i suoi comandamenti, perché questo è il tutto per l'uomo.

Osservare i Suoi comandamenti significa anche amarLo.

I GIOVANNI 5:3
Perché questo è l'amor di Dio: che osserviamo i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. 

Dio è degno di essere amato “... perché egli ci ha amati.”


I GIOVANNI 4:19
Noi amiamo perché egli ci ha amati per primo.

Se amiamo Dio meriteremmo i Suoi favori. Tutte le cose coopereranno per il bene di coloro che Lo amano.

ROMANI 8:28
Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno. 

Se noi Lo amiamo e osserviamo i Suoi comandamenti, Dio promette le Sue benedizioni e la Sua protezione a noi.

DEUTERONOMIO 28:1-9
Ora, se tu ubbidisci diligentemente alla voce dell'Eterno, del tuo Dio, avendo cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti che oggi ti do, avverrà che l'Eterno, il tuo Dio, ti renderà eccelso sopra tutte le nazioni della terra;
2 e tutte queste benedizioni verranno su te e si compiranno per te, se darai ascolto alla voce dell'Eterno, dell'Iddio tuo:
sarai benedetto nelle città e sarai benedetto nella campagna.
Benedetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo e il frutto del tuo bestiame; benedetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore.
Benedetti saranno il tuo paniere e la tua madia.
6 Sarai benedetto al tuo entrare e benedetto al tuo uscire.
L'Eterno farà sì che i tuoi nemici, quando si leveranno contro di te, siano sconfitti dinanzi a te; usciranno contro a te per una via, e per sette vie fuggiranno d'innanzi a te.
8 L'Eterno ordinerà alla benedizione d'esser teco ne' tuoi granai e in tutto ciò a cui metterai mano; e ti benedirà nel paese che l'Eterno, il tuo Dio, ti dà.
L'Eterno ti stabilirà perché tu gli sia un popolo santo, come t'ha giurato, se osserverai i comandamenti dell'Eterno, ch'è il tuo Dio, e se camminerai nelle sue vie; 

Vi è una cosa molto importante su cui riflettere: il nostro potere datoci da Dio di scegliere dimostra l'esistenza di un Dio onnipotente. Siamo stati dotati del potere di obbedire o anche disobbedire.

DEUTERONOMIO 30:19
Io prendo oggi a testimoni contro a voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, onde tu viva, tu e la tua progenie, 

Se è la nostra scelta volontaria di disobbedire, inevitabilmente seguono maledizioni.

DEUTERONOMIO 28:15-22
15 Ma se non ubbidisci alla voce dell'Eterno, del tuo Dio, se non hai cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti e tutte le sue leggi che oggi ti do, avverrà che tutte queste maledizioni verranno su te e si compiranno per te:
16 Sarai maledetto nella città e sarai maledetto nella campagna.
17 Maledetti saranno il tuo paniere e la tua madia.
18 Maledetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo; maledetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore.
19 Sarai maledetto al tuo entrare e maledetto al tuo uscire.
20 L'Eterno manderà contro di te la maledizione, lo spavento e la minaccia in ogni cosa a cui metterai mano e che farai, finché tu sia distrutto e tu perisca rapidamente, a motivo della malvagità delle tue azioni per la quale m'avrai abbandonato.
21 L'Eterno farà sì che la peste s'attaccherà a te, finch'essa t'abbia consumato nel paese nel quale stai per entrare per prenderne possesso.
22  L'Eterno ti colpirà di consunzione, di febbre, d'infiammazione, d'arsura, di aridità, di carbonchio e di ruggine, che ti perseguiteranno finché tu sia perito. 

Dio è un Dio giusto che esegue l'amorevolezza e la giustizia sulla terra.

GEREMIA 9:24
ma chi si gloria si glorî di questo: che ha intelligenza e conosce me, che sono l'Eterno, che esercita la benignità, il diritto e la giustizia sulla terra; perché di queste cose mi compiaccio, dice l'Eterno. 

La Sua giustizia e il consiglio prevarranno.

ISAIA 43:13
Lo sono da che fu il giorno, e nessuno può liberare dalla mia mano; io opererò; chi potrà impedire l'opera mia? 

Non sarà giustizia per coloro che obbediscono e amano Dio se Egli non eseguirà il Suo giudizio contro coloro che Lo deridono e Lo odiano.

GALATI 6:7
Non v'ingannate; non si può beffarsi di Dio; poiché quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. 

In una corte di giustizia è la giustizia a punire il colpevole e ad alleviare l'offeso.

GALATI 5:10
Riguardo a voi, io ho questa fiducia nel Signore, che non la penserete diversamente; ma colui che vi conturba ne porterà la pena, chiunque egli sia. 

Se stiamo saggiamente cercando la causa di tutte le cose sfortunate che stanno ora colpendo l'umanità: malattie, calamità naturali, guerre, scontento, e molte altre, non abbiamo nessuno da incolpare se non noi stessi.


Credo che gli atei, agnostici, e coloro che dicono di credere in Dio (ma Lo disobbediscono) sono la principale causa dei mali e delle sofferenze che colpiscono la società umana
.
TITO 1:16
Fanno professione di conoscere Iddio; ma lo rinnegano con le loro opere, essendo abominevoli, e ribelli, e incapaci di qualsiasi opera buona. 

SALMI 53:1
(...) Lo stolto ha detto nel suo cuore: Non c'è Dio. Si sono corrotti, si son resi abominevoli con la loro malvagità, non v'è alcuno che faccia il bene.

Ora chiediamoci, è Dio da biasimare per tutto questo?

No! Incolpate voi stessi, atei! Incolpate voi stessi, ipocriti!

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Il Tipo di Testimoni che Sono i Testimoni di Geova


Un testimone, nel dizionario, è definito come:

vedere, sentire, o sapere tramite la presenza personale e la percezione

Questa definizione corrisponde alla definizione biblica di un testimone.

ATTI 10:38-41 
38 vale a dire, la storia di Gesù di Nazaret; come Iddio l'ha unto di Spirito Santo e di potenza; e come egli è andato attorno facendo del bene, e guarendo tutti coloro che erano sotto il dominio del diavolo, perché Iddio era con lui. 
39 E noi siam testimoni di tutte le cose ch'egli ha fatte nel paese de' Giudei e in Gerusalemme; ed essi l'hanno ucciso, appendendolo ad un legno. 
40 Esso ha Iddio risuscitato il terzo giorno, e ha fatto sì ch'egli si manifestasse 
41 non a tutto il popolo, ma ai testimoni ch'erano prima stati scelti da Dio; cioè a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 

La Bibbia separa l'ufficio degli apostoli dagli altri doni divini, come evangelisti, insegnanti, profeti, ecc. — come è scritto nel libro di Efesini 4:11-12.

EFESINI 4:11-12 
11 Ed è lui che ha dato gli uni, come apostoli; gli altri, come profeti; gli altri, come evangelisti; gli altri, come pastori e dottori, 
12 per il perfezionamento dei santi, per l'opera del ministerio, per la edificazione del corpo di Cristo, 

Anche se un profeta e un maestro predicano anch’essi, entrambi non possono essere classificati come gli apostoli che predicano pure la stessa cosa che essi predicano. Un apostolo deve essere un testimone oculare del ministero del Signore Gesù Cristo.

ATTI 1:21-22 
21 Bisogna dunque che fra gli uomini che sono stati in nostra compagnia tutto il tempo che il Signor Gesù è andato e venuto fra noi, 
22 a cominciare dal battesimo di Giovanni fino al giorno ch'egli, tolto da noi, è stato assunto in cielo, uno sia fatto testimone con noi della risurrezione di lui. 

Ciò che l'apostolo Matteo ha scritto è la stessa cosa che è stata scritta da Luca l'evangelista; ma egli non è mai stato chiamato nella Bibbia apostolo, perché non fu un testimone oculare al ministero del Signore Gesù Cristo, ma aveva solo sentito e conosciuto ciò che è successo durante il ministero del Signore dai testimoni oculari stessi.

LUCA 1:1-3 
Poiché molti hanno intrapreso ad ordinare una narrazione de' fatti che si son compiuti tra noi, 
secondo che ce li hanno tramandati quelli che da principio ne furono testimoni oculari e che divennero ministri della Parola, 
è parso bene anche a me, dopo essermi accuratamente informato d'ogni cosa dall'origine, di scrivertene per ordine, o eccellentissimo Teofilo, 

Se Luca dicesse di essere un testimone sarebbe una denominazione impropria — che trascura una verità fondamentale nella Bibbia. Questo è il caso dei testimoni di Geova.

La loro affermazione e i loro insegnamenti che sono testimoni di Geova non solo costituiscono una denominazione impropria, ma un inganno, falsità o bufala. Si chiamano testimoni perché credono di essere testimoni della verità di Jehovah — il loro ‘dio’, a quanto pare, stanno usando affermazioni e versi che dimostrano che loro sono ignoranti di ciò di cui sostengono di essere testimoni. Questo è il verso che utilizzano:
ISAIA 43:10 I miei testimoni siete voi, dice l'Eterno, voi, e il mio servo ch'io ho scelto, affinché voi lo sappiate, mi crediate, e riconosciate che son io. Prima di me nessun Dio fu formato, e dopo di me, non ve ne sarà alcuno. 
Nel versetto, parla il Signore. Questo è il Signore Dio: il Signore Dio che si è “formato”.

Si tratta di una conoscenza fondamentale che può essere appresa dalle pagine di tutta la Bibbia, che il Signore Dio Onnipotente non è stato ‘formato’ da nessuno.

SALMI 90:2 (INR) 
Prima che i monti fossero nati e che tu avessi formato la terra e l'universo, anzi, da eternità in eternità, tu sei Dio. 

In questo versetto, Egli è Colui che forma o causa l'esistenza di tutto. La parola ebraica usata “yaw-zar”, significa “modellare in una forma” (soprattutto come vasaio). E il Signore Dio Onnipotente è il vasaio.

ROMANI 9:20-21 
20 Piuttosto, o uomo, chi sei tu che replichi a Dio? La cosa formata dirà essa a colui che la formò: Perché mi facesti così? 
21 Il vasaio non ha egli potestà sull'argilla, da trarre dalla stessa massa un vaso per uso nobile, e un altro per uso ignobile? 

Egli non è stato formato. È esistito dall'eternità. Nessuna mente umana può comprendere l'eternità!

Il Signore Dio, in Isaia 43:10 si è formato. Non ci fu alcun Dio che si formò prima di Lui; né vi sarà alcuno dopo di Lui. Egli è l'Unico a parlare con i testimoni profetici che aveva scelto. Cerchiamo di citare di nuovo Isaia 43:10:

ISAIA 43:10 
I miei testimoni siete voi, dice l'Eterno, voi, e il mio servo ch'io ho scelto, affinché voi lo sappiate, mi crediate, e riconosciate che son io. Prima di me nessun Dio fu formato, e dopo di me, non ve ne sarà alcuno.

La profezia parla di due entità distinte: Colui che parla, chiamato il Signore o il Dio che si è formato e i Suoi testimoni che aveva eletto. Questo versetto non può andare bene specificamente a nessuno, tranne che alla persona di Gesù Cristo e dei Suoi apostoli. Gesù Cristo è Dio.

GIOVANNI 1:1-3 
Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. 
Essa era nel principio con Dio. 
Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.

Fu formato o fu causato da Dio di esistere nel Suo stesso seno.

GIOVANNI 1:18 
Nessuno ha mai veduto Iddio; l'unigenito Figliuolo, che è nel seno del Padre, è quel che l'ha fatto conoscere.

È stato Dio Padre Onnipotente che Lo ha fatto nascere o che Lo ha generato.

EBREI 5:5 
Così anche Cristo non si prese da sé la gloria d'esser fatto Sommo Sacerdote; ma l'ebbe da Colui che gli disse: Tu sei il mio Figliuolo; oggi t'ho generato; 

Gesù Cristo è la personificazione della Sapienza di Dio.

I CORINZI 1:24 
ma per quelli i quali son chiamati, tanto Giudei quanto Greci, predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio; 

Fu questa Sapienza a mandare i profeti e gli apostoli.

LUCA 11:49 
E per questo la sapienza di Dio ha detto: Io manderò loro dei profeti e degli apostoli; e ne uccideranno alcuni e ne perseguiteranno altri, 

Questa è la stessa saggezza che parla nel libro dei Proverbi 8:22-31 e ha detto:

PROVERBI 8:22-31 
22 L'Eterno mi formò al principio de' suoi atti, prima di fare alcuna delle opere sue, ab antico. 
23 Fui stabilita ab eterno, dal principio, prima che la terra fosse. 
24 Fui generata quando non c'erano ancora abissi, quando ancora non c'erano sorgenti rigurgitanti d'acqua. 
25 Fui generata prima che i monti fossero fondati, prima ch'esistessero le colline, 
26 quand'egli ancora non avea fatto né la terra né i campi né le prime zolle della terra coltivabile. 
27 Quand'egli disponeva i cieli io ero là; quando tracciava un circolo sulla superficie dell'abisso, 
28 quando condensava le nuvole in alto, quando rafforzava le fonti dell'abisso, 
29 quando assegnava al mare il suo limite perché le acque non oltrepassassero il suo cenno, quando poneva i fondamenti della terra, 
30 io ero presso di lui come un artefice, ero del continuo esuberante di gioia, mi rallegravo in ogni tempo nel suo cospetto; 
31 mi rallegravo nella parte abitabile della sua terra, e trovavo la mia gioia tra i figliuoli degli uomini. 
Pertanto, i testimoni menzionati in Isaia 43:10 non sono i testimoni di Geova, ma gli Apostoli; e il Dio del quale sono testimoni è il Signore Gesù Cristo — il Dio che si è “formato”.

ATTI 10:38-41 
38 vale a dire, la storia di Gesù di Nazaret; come Iddio l'ha unto di Spirito Santo e di potenza; e come egli è andato attorno facendo del bene, e guarendo tutti coloro che erano sotto il dominio del diavolo, perché Iddio era con lui. 
39 E noi siam testimoni di tutte le cose ch'egli ha fatte nel paese de' Giudei e in Gerusalemme; ed essi l'hanno ucciso, appendendolo ad un legno. 
40 Esso ha Iddio risuscitato il terzo giorno, e ha fatto sì ch'egli si manifestasse 
41 non a tutto il popolo, ma ai testimoni ch'erano prima stati scelti da Dio; cioè a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 

È molto evidente nei versi precedenti che i testimoni scelti da Dio e Gesù Cristo sono gli Apostoli, a cui Dio aveva rivelato la persona del Suo Figlio che mangiò e bevette con loro dopo la Sua risurrezione dai morti; e la testimonianza degli Apostoli si estende fino all'estremità della terra.

ATTI 1:8 
Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su voi, e mi sarete testimoni e in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all'estremità della terra.

Gli Apostoli sono testimoni competenti e veri.

Quindi, che tipo di testimoni sono i Testimoni di Geova?

Cordiali Saluti in Cristo,

Fratello Eli Soriano

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Dio Non è Ovunque


La parola “onnipresente” non si trova mai nelle lingue originali utilizzate per scrivere la parola di Dio nella Bibbia. Anche se è possibile che le definizioni successive, tradotte secondo l’inclinazione religiosa del traduttore, possano contenerla. Abbiamo la fortuna di avere i manoscritti delle Scritture risalenti anche al 1° e 2° secolo dell'era cristiana (vedi immagine sotto). L'avvento dell'era dei computer ha reso più facile la ricerca nell'intera Bibbia in un solo click di una tastiera.


Nessuno potrà mai (in questa epoca) comprendere tutto l'essere di Dio.

ISAIA 55:8-9 
Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice l'Eterno. 
Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così son le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri.

Come il cielo è insondabile, il pensiero di Dio e modi sono come i cieli ineffabili per i terrestri.

Non ci è permesso da alcuna autorità nella Bibbia attribuire qualcosa a Dio, nonostante sembri aggiungerGli onore e gloria! Perché? Dio non cambia. Egli è infinitamente lo stesso da sempre e per sempre.

GIACOMO 1:17 
ogni buona donazione, ed ogni dono perfetto, è da alto, discendendo dal padre dei lumi, nel quale non vi è mutamento, nè ombra di cambiamento.

Gli insegnamenti del mormone ingannato affermano che Dio è una persona come noi all’inizio ed ha soltanto raggiunto un’esaltazione, il che è biblicamente falso.


Non possiamo aggiungere alla Sua gloria dalla nostra credenza; né diminuire quest’ultima per la nostra incredulità.

ROMANI 3:3-4 
Poiché che vuol dire se alcuni sono stati increduli? Annullerà la loro incredulità la fedeltà di Dio? 
Così non sia; anzi, sia Dio riconosciuto verace, ma ogni uomo bugiardo, siccome è scritto: Affinché tu sia riconosciuto giusto nelle tue parole, e resti vincitore quando sei giudicato. 

Dio è limitato ad essere vero e fedele, non può mentire! Non sono io a porre limiti su di Lui, le Sue parole stesse dicono così. È impossibile per Lui mentire!

TITO 1:2 
nella speranza della vita eterna la quale Iddio, che non può mentire, promise avanti i secoli, 

EBREI 6:18 
affinché, mediante due cose immutabili, nelle quali è impossibile che Dio abbia mentito, troviamo una potente consolazione noi, che abbiam cercato il nostro rifugio nell'afferrar saldamente la speranza che ci era posta dinanzi,

Noi sappiamo che Dio è uno spirito, perché il nostro insegnante dal cielo disse così.

GIOVANNI 4:24 
Dio è Spirito; e quelli che l'adorano, bisogna che l'adorino in spirito e verità". 

Egli è amore perché così è stato scritto.

I GIOVANNI 4:16, 8 
16 E noi abbiam conosciuto l'amore che Dio ha per noi, e vi abbiam creduto. Dio è amore; e chi dimora nell'amore dimora in Dio, e Dio dimora in lui. 
Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.

Egli è un fuoco consumante.

EBREI 12:29 
Perché il nostro Dio è anche un fuoco consumante. 

Egli è compassionevole e sempre amorevole.

SALMI 103:14 
Poiché egli conosce la nostra natura; egli si ricorda che siam polvere. 

Egli è buono.

SALMI 100:3-5 
Riconoscete che l'Eterno è Dio; è lui che ci ha fatti, e noi siam suoi; siamo il suo popolo e il gregge ch'egli pasce. 
Entrate nelle sue porte con ringraziamento, e nei suoi cortili con lode; celebratelo, benedite il suo nome. 
5 Poiché l'Eterno è buono; la sua benignità dura in perpetuo, e la sua fedeltà per ogni età. 

Egli siede nell'alto dei cieli e Gesù, nostro Signore, siede alla destra di Sua maestà.

COLOSSESI 3:1 
Se dunque voi siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di sopra dove Cristo è seduto alla destra di Dio. 

EBREI 8:1 
Ora, il punto capitale delle cose che stiamo dicendo, è questo: che abbiamo un tal Sommo Sacerdote, che si è posto a sedere alla destra del trono della Maestà nei cieli, 

Un insegnamento rigoroso della Bibbia è che noi accettiamo la parola di Dio così com'è. Niente deve essere aggiunto o tolto.

APOCALISSE 22:18-19 
18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro; 
19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell'albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro. 

GEREMIA 26:2 
Così parla l'Eterno: Preséntati nel cortile della casa dell'Eterno, e di' a tutte le città di Giuda che vengono a prostrarsi nella casa dell'Eterno, tutte le parole che io ti comando di dir loro; non ne detrarre verbo.

PROVERBI 30:5-6 
5 Ogni parola di Dio è affinata col fuoco. Egli è uno scudo per chi confida in lui. 
Non aggiunger nulla alle sue parole, ch'egli non t'abbia a riprendere, e tu non sia trovato bugiardo. 

La Bibbia dice che gli occhi di Dio sono ovunque.

PROVERBI 15:3 
Gli occhi dell'Eterno sono in ogni luogo, osservando i cattivi ed i buoni. 

Se Dio è ovunque, come le altre religioni affermano, la Bibbia non avrebbe dovuto dire che gli occhi del Signore sono in ogni luogo. Sarebbe in contraddizione con la legge della logica. Vuol dire che gli occhi di Dio, proprio i Suoi occhi, sono dovunque? Ovviamente no! I suoi occhi sono nel Suo essere; ma possono vedere anche oltre l'universo materiale che conosciamo.

Dio è in cielo, secondo la preghiera insegnata dal nostro Signore Gesù Cristo ai discepoli.

MATTEO 6:9-13 
Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; 
10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com'è fatta nel cielo. 
11 Dacci oggi il nostro pane cotidiano; 
12 e rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; 
13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. [Perché a te appartengono il regno, la potenza e la gloria in eterno, amen.]"

Dio non è in un luogo dove ci sono malvagie contese e  invidia.

GIACOMO 3:16, 15 
16 Poiché dove sono invidia e contenzione, quivi è disordine ed ogni mala azione. 
15 Questa non è la sapienza che scende dall'alto, anzi ella è terrena, carnale, diabolica.

Egli non sta dove dimora la confusione.

I CORINZI 14:33 Perciocchè Iddio non è Dio di confusione, ma di pace; e così si fa in tutte le chiese de' santi.

È un insulto a Dio dire che Egli è dappertutto. Gli  irrispettosi stanno cercando di trascinare Dio in ogni luogo che vogliono che Egli sia: nei casinò? Le tane di prostituzione? Nei luoghi dei demoni? Che Dio li perdoni! Questo è l'insegnamento degli indotti in errore, degli accecati e degli empi.

ATTI 17:24 (INR)
Il Dio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi costruiti da mani d'uomo; 

Aveva anche lasciato il Suo popolo eletto, Israele, quando questo si era perverso.

II CRONACHE 15:3
Per lungo tempo Israele è stato senza vero Dio, senza sacerdote che lo istruisse, e senza legge; 

Ma quando stavano seguendo le Sue leggi e le sentenze, Dio era con loro, e non in ogni nazione sulla terra.

II RE 5:15
Poi tornò con tutto il suo séguito all'uomo di Dio, andò a presentarsi davanti a lui, e disse: 'Ecco, io riconosco adesso che non v'è alcun Dio in tutta la terra, fuorché in Israele. Ed ora, ti prego, accetta un regalo dal tuo servo'.

Per i miei lettori, sei uno di coloro che stanno cercando di screditare Dio, attribuendoGli false qualità che Egli non attribuisce a Se stesso? Che Dio perdoni!

GIOBBE 13:7
Volete dunque difendere Dio parlando con menzogna? Sostenere la sua causa con parole di frode?

Il mio Dio — il Dio Onnipotente — non si trova in un cuore che inganna la gente come in quello degli altri leader religiosi. Sia lode a Lui nei secoli dei secoli. Amen!

Che Dio vi benedica.

Fratello Eli Soriano

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.