Qual è la Soluzione ai Problemi Apparentemente Infiniti dell'Umanità?


La Bibbia mostra qualche soluzione agli attuali problemi dell'umanità come l'alto tasso di criminalità, la fame, gli sconvolgimenti politici, la caduta economica e altre importanti preoccupazioni dell'uomo?

Certo, la Bibbia o le parole di Dio nella Bibbia hanno assolutamente la soluzione migliore per ogni problema dell'umanità. E la soluzione è rinnovamento. Rinnovo.

Come si svolgerà il rinnovo? La Bibbia lo chiama in termini diversi, restituzione, rinnovamento, rigenerazione, eccetera. Tanti termini usati nella Bibbia. Ma come accadrà? Come sarà adempiuto? Leggiamo nel libro di Isaia capitolo 65:17.

ISAIA 65:17
Poiché, ecco, io creo de' nuovi cieli e una nuova terra; non ci si ricorderà più delle cose di prima; esse non torneranno più in memoria.

Il versetto ci dice: "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra". Quindi non è necessario che Dio rinnovi la terra o faccia sì che questa terra attuale rimanga. Perché questa terra è stata contaminata dalle trasgressioni, dall'omicidio. Questa terra è stata contaminata dal sangue di uomini, uomini innocenti, che sono stati versati su questa terra. Questa terra è ora nel processo di distruzione e alla fine sarà distrutta. Quindi Dio disse: "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra". Ora, accadrà questo? Leggiamo la visione che è stata vista da Giovanni, nel libro delle Rivelazioni.

APOCALISSE 21:1
Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non era più.

Il nuovo cielo e la nuova terra, nella nuova terra non ci sarà più il mare. I Testimoni di Geova ci insegnano che questa terra sarà rinnovata, il mare rimarrà. Pertanto, la credenza dei Testimoni di Geova non è conforme alla rivelazione divina che è stata data da Dio a Giovanni. Perché Giovanni ci sta testimoniando non più né meno di ciò che aveva visto. Leggiamo 22:18 del libro delle Rivelazioni.

APOCALISSE 22:18-19
18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro;
19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell'albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro.

La testimonianza di Giovanni è una testimonianza completa. Ha persino l'avvertimento sulla testimonianza che aveva ricevuto. Una testimonianza viene da un testimone.

Giovanni è un testimone fedele. Non sta parlando di alcuna bugia. Infatti, scrisse un severo avvertimento a coloro che useranno il libro, non devi aggiungere, non devi detrarre.

La credenza dei testimoni di Geova che questa terra rimarrà per sempre e questo sarà il paradiso non è vera. Stanno testimoniando a qualcosa che non capiscono, che questa terra rimarrà per sempre e anche il mare? No. Non ci sarà più mare nella nuova terra secondo la Bibbia. Come proveremo che questa terra e il cielo che vediamo ora spariranno? Leggiamo il libro di II Pietro capitolo 3:10.

2 PIETRO 3:10
Ma il giorno del Signore verrà come un ladro; in esso i cieli passeranno stridendo, e gli elementi infiammati si dissolveranno, e la terra e le opere che sono in essa saranno arse.

"I cieli passeranno stridendo, e gli elementi infiammati si dissolveranno, e la terra e le opere che sono in essa saranno arse". Quindi, la terra sarà arsa, gli elementi si dissolveranno e questo è molto possibile. Con la fissione nucleare, la terra può essere trasformata in nulla. Con la fissione nucleare, gli elementi si dissolveranno e questa terra non ci sarà più ed è vero, è stato visto da Giovanni. "Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non era più". E così, conferma o afferma le parole di Gesù Cristo in Matteo capitolo 24,"Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno". Questa è la verità che dice la Bibbia.

Qual è la soluzione allora? Ci sarà un rinnovo. Tutto sarà rinnovato, non è solo una ristrutturazione. Non è una ristrutturazione, sarà una creazione. "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra", disse Dio. E quando dice, Egli crea, la parola "creare" è qualcosa che deve venire all’esistenza.

La soluzione è che Dio metta fine a tutto ciò che è malvagio, ci sarà una fine a tutto ciò che è malvagio. Mi dispiace solo che i Testimoni di Geova abbiano predetto quella fine così tante volte e abbiano fallito. Predissero che la fine fosse il 1914, poi nel 1923, poi nel 1975, poi nel 1994 e tutte quelle date fallirono dimostrandoci che i Testimoni di Geova o the Watchtower Bible (la Torre di Guardia) and Tract Society sono simboli di falsi profeti che esistono in America e hanno praticamente ingannato i loro seguaci in tutto il mondo.

The Watchtower Bible and Tract Society è una rappresentazione di un falso profeta menzionata da Cristo nel primo secolo. Ci saranno falsi profeti e falso Cristo. Un falso profeta parla di cose che non accadono! Quando i Testimoni di Geova predissero che l'Armageddon sarebbe stato il 1914, fallirono. Poi seguirono così tante altre date e finalmente nel 1975 molti Testimoni di Geova lasciarono la loro organizzazione perché realizzarono le bugie e gli errori che li venivano insegnati.

Mi dispiace dirlo ma è una parte della verità. Fa parte della storia e non so se possiamo usare questo video. Ho qui un video di ex membri dei Testimoni di Geova che dicono alla gente che sono stati ingannati davvero. Aveva in programma di studiare ma non lo perseguitò più perché, secondo il loro pastore, "Sono solo 18 mesi ad Armageddon, fratello", "12 mesi ad Armageddon, fratello", "6 mesi ad Armageddon, fratello", quello era nel 1975. E lasciò l'organizzazione e disse, sto solo immaginando ora come lo dicono, "Sono 12 mesi dopo Armageddon, fratello."


Amo ascoltare quel documentario di Geremia perché espone le bugie dei Testimoni di Geova. Ora, a questa domanda, qual è la soluzione a tutte queste cose spiacevoli che stanno accadendo all'umanità, la soluzione è che Dio metterà fine alle cattive vie di questo mondo quando verrà il Signore Gesù Cristo e Cristo mostrerà un governo incontaminato per mille anni. L'ultima prova che Dio darà all'umanità e dopo il periodo di mille anni arriverà alla fine di questo mondo! Dopo la fine di questo mondo, l'apostolo Giovanni ne è testimone: "Ho visto un nuovo cielo e una nuova terra". Disse perché il vecchio cielo e terra erano scomparsi, non c'erano più; non c'era più il mare. Spero che soddisfi la domanda.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Quand’è il Nuovo Anno Reale Celebrato dai Cristiani?


Una persona che è stata in posti diversi potrebbe attestare che persone in luoghi diversi celebrano il nuovo anno in diversi mesi, a seconda del tipo di calendario che seguono. I cinesi, ad esempio, hanno il proprio calendario. Quindi, celebrano il nuovo anno in una data diversa dalla data che viene osservata dai cattolici che, da parte loro, seguono il calendario romano. Mentre il capodanno cinese di solito cade a febbraio, il nuovo anno dei cattolici è ogni 1° gennaio. È risaputo che in un calendario romano, un anno si conclude il 31 dicembre e il nuovo anno inizia il 1° gennaio.

Cosa ne è di noi nella Chiesa di Dio, celebriamo il nuovo anno e quando lo celebriamo?

Celebriamo il nuovo anno, ma nel farlo utilizziamo il calendario ebraico come base.

Prima che gli israeliti lasciassero l'Egitto, Dio preparò un calendario per loro. Va ricordato che nel loro ultimo giorno in Egitto, Dio diede un pronunciamento agli israeliti (in Esodo 12:1-2):

“L'Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d'Egitto, dicendo: 'Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell'anno.”

Questo fu loro detto quindici giorni prima che lasciassero l'Egitto. Vedete, nel calendario ebraico un nuovo giorno inizia al tramonto a differenza del calendario romano in cui un nuovo giorno inizia a mezzanotte. Ad esempio, se oggi fosse sabato, al tramonto sarebbe già domenica.

Il primo mese dell'anno in un calendario ebraico è Nisan o Abib, e il suo equivalente nel calendario romano è a metà marzo dal 15 al 31 e la prima metà di aprile.

È il calendario ebraico che seguiamo perché quello fu anche il calendario che il nostro Signore Gesù Cristo seguì. Noi non seguiamo il calendario romano come nostro calendario di culto perché fu creato dai pagani romani che furono adoratori di falsi dei.

Trovo ironico che molte religioni come i protestanti, i testimoni di Geova e gli avventisti del settimo giorno, che affermano di essersi allontanati dalla Chiesa cattolica a causa delle loro errate dottrine, continuano a seguire il loro calendario altrettanto sbagliato.

Noi, membri della Chiesa di Dio Internazionale, aderiamo al calendario ebraico dove Nisan o Abib è il primo mese dell'anno.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

La Vera Storia della Nascita del Figlio di Dio


Ci sono persone che si confondono con la storia del Signore Gesù Cristo. In relazione a ciò, una delle domande più frequenti è: Cosa successe prima, la concezione di Cristo da Maria attraverso il potere dello Spirito Santo o il Suo essere generato dal seno del Padre?

Biblicamente parlando, il Suo essere generato dal seno del Padre avvenne prima di tutto. Proverbi 8:12 dice:

“Io, la sapienza, sto con l'accorgimento, e trovo la scienza della riflessione.”

La sapienza di Dio è quella che parla in questo versetto. Ma chi è la sapienza di Dio? 1 Corinzi 1:24 dice:

“ma per quelli i quali son chiamati, tanto Giudei quanto Greci, predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio;”

In Inglese:

“But unto them which are called, both Jews and Greeks, Christ the power of God, and the wisdom of God.”

Usando l'articolo definito "the", la sapienza di Dio cui si fa riferimento è Cristo. E per dimostrare ulteriormente questo, 1 Corinzi 2:6-8 dice:

“Nondimeno fra quelli che son maturi noi esponiamo una sapienza, una sapienza però non di questo secolo né de' principi di questo secolo che stan per essere annientati, ma esponiamo la sapienza di Dio misteriosa ed occulta che Dio avea innanzi i secoli predestinata a nostra gloria,”

Chi è questa sapienza? 1 Corinzi 2:8 dice:

“e che nessuno de' principi di questo mondo ha conosciuta; perché, se l'avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signor della gloria.”

Quindi, è molto chiaro che la sapienza di Dio è il nostro Signore Gesù Cristo. La prossima domanda è, quando venne generato da Dio? Proverbi 8:22-27 dice:

“L'Eterno mi formò al principio de' suoi atti, prima di fare alcuna delle opere sue, ab antico. Fui stabilita ab eterno, dal principio, prima che la terra fosse. Fui generata quando non c'erano ancora abissi, quando ancora non c'erano sorgenti rigurgitanti d'acqua. Fui generata prima che i monti fossero fondati, prima ch'esistessero le colline, quand'egli ancora non avea fatto né la terra né i campi né le prime zolle della terra coltivabile. Quand'egli disponeva i cieli io ero là;”

Pertanto, la sapienza era già là anche prima che la terra fosse creata. Per provarlo ulteriormente, Giovanni 17:5 dice:

“Ed ora, o Padre, glorificami tu presso te stesso della gloria che avevo presso di te avanti che il mondo fosse.”

Venne generato dal seno del Padre prima dell'inizio del mondo. Ora, Lui fu concepito dalla vergine Maria, e venne generato come Gesù, il figlio di Maria. Pertanto, è chiaro ora che la nascita di Cristo dal seno di Dio avvenne prima. Giovanni 1:1-3 dice:

GIOVANNI 1:1-2
1 Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio.
2 Essa era nel principio con Dio.

GIOVANNI 1:3
Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.

Ci sono due modi in cui Cristo viene chiamato nella Bibbia: Egli è chiamato come il Figlio di Dio e il Figlio d’uomo. Perché Figlio di Dio? Perché era il Figlio di Dio generato. Tuttavia, ci sono persone flebili di mente che contesterebbero, come potrebbe Dio generare quando è un essere nel genere maschile. Salmi 94:9 afferma:

“Colui che ha piantato l'orecchio non udirà egli? Colui che ha formato l'occhio non vedrà egli”

Se Dio ha creato gli occhi che possono vedere, le orecchie che possono udire e il grembo di una donna, non potrebbe Egli generare? Non è affare di nessuno chiedere come Dio lo farebbe. Se vuole generare, così sia.

Egli disse: "Tu sei mio Figlio, oggi ti ho generato". Dunque, non fu Maria a partorirlo. Cos’è dunque? Quello è il Figlio di Dio. Nel suo essere spirituale, Cristo è il Figlio di Dio, ma nella sua carne è il Figlio di Maria. È chiamato Figlio di Dio e Figlio d’uomo. Il Figlio d'uomo è la carne, ma il Figlio di Dio è lo spirito che dimora nel corpo umano. Colossesi 2:9 dice:

“poiché in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità,”

Bisogna capire che c'è un Figlio di Dio che dimora in quel corpo. Il figlio di Maria è la carne o il corpo fisico. Il corpo è diverso dallo spirito di Cristo. Ebrei 10:5 dice:

“Perciò, entrando nel mondo, egli dice. . .”

Implica che non ebbe avuto origine qui; Lui venne solamente al mondo. Continuando con il verso. . .

“ . . . Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, ma mi hai preparato un corpo;”

Il corpo venne dal mondo, ma quello che entrò nel mondo non venne dal mondo. Lui non è dal mondo. La domanda è: da dove viene? Giovanni 6:38 dice:

“perché son disceso dal cielo per fare non la mia volontà, ma la volontà di Colui che mi ha mandato.”

Questo è il segreto: Lui discese dal cielo. Da dove è venuto in cielo? Giovanni 13:3 dice:

“Gesù, sapendo che il Padre gli avea dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio se ne tornava,”

Giovanni 1:18 dice:

“Nessuno ha mai veduto Iddio; l'unigenito Figliuolo, che è nel seno del Padre, è quel che l'ha fatto conoscere.”

Lui venne dal seno del Padre; Lui venne generato. E poi dal cielo, Egli venne nel mondo; prese un corpo umano che era stato preparato per Lui quando scese. Questa è la storia del nostro Signore.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Dei Pastori e Neve e la Data Reale della Nascita di Cristo


Una delle domande più frequenti dei cercatori della verità riguarda la nascita reale del nostro Signore Gesù Cristo (quando si manifestò in carne). Molte religioni, soprattutto la Chiesa Cattolica Romana, credono che Cristo sia nato il 25 dicembre; quindi, celebrano questa data con grande prodigalità e stravaganza.

Stabilire e celebrare il 25 dicembre come nascita del Signore Gesù è un altro falso insegnamento della Chiesa Cattolica; è semplicemente la loro invenzione. Ciò è confermato in un articolo sul Natale in The Catholic Encyclopedia, Volume 2, pagina 607, in cui si afferma che "la data effettiva della nascita del Signore è sconosciuta". Afferma anche che, inizialmente, la commemorazione della Sua nascita era inclusa nella loro celebrazione della Feast of the Manifestations in inglese, o dell'Epifania, che si tiene ogni 6 gennaio.


Tuttavia, 300 anni dopo, la Chiesa di Roma cambiò la data. Invece del 6 gennaio, stabilirono il 25 dicembre come il giorno della celebrazione della natività. Sfortunatamente, la data che loro assegnarono come la nascita di Cristo, coincise con il giorno di festa del dio sole pagano romano, Sol. Anche questa festa fu celebrata per celebrare il compleanno del loro Sole Invitto.


In effetti, è un grande insulto e una blasfemia contro il Signore Gesù Cristo calendarizzare la celebrazione del Suo compleanno lo stesso giorno in cui celebravano una festa per il loro dio pagano!

Biblicamente e storicamente parlando, il Signore Gesù Cristo non potrebbe mai nascere a dicembre. Quando Cristo nacque, c'erano dei pastori nei campi che sorvegliavano il loro gregge di notte; ed era a quei pastori che un angelo proclamò la buona notizia che il Signore Gesù era nato. Come potevano i pastori stare in campo quella sera se fosse stato dicembre, quando già a novembre il terreno di Betlemme dove era nato il Signore Gesù Cristo veniva già coperto di neve? Come potrebbero i pastori nutrire il loro gregge nella notte di dicembre? Solo i pastori sciocchi porterebbero il loro gregge nel campo coperto di neve. Loro, sia i pastori che il loro gregge, sarebbero morti tutti congelati lì.

Questo è ciò che LUCA 2:7-14 dice:

7 ed ella diè alla luce il suo figliuolo primogenito, e lo fasciò, e lo pose a giacere in una mangiatoia, perché non v'era posto per loro nell'albergo.
8 Or in quella medesima contrada v'eran de' pastori che stavano ne' campi e facean di notte la guardia al loro gregge.
9 E un angelo del Signore si presentò ad essi e la gloria del Signore risplendé intorno a loro, e temettero di gran timore.
10 E l'angelo disse loro: Non temete, perché ecco, vi reco il buon annunzio di una grande allegrezza che tutto il popolo avrà:
11 Oggi, nella città di Davide, v'è nato un salvatore, che è Cristo, il Signore.
12 E questo vi servirà di segno: troverete un bambino fasciato e coricato in una mangiatoia.
13 E ad un tratto vi fu con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Iddio e diceva:
14 Gloria a Dio ne' luoghi altissimi, pace in terra fra gli uomini ch'Egli gradisce!

Questo è quello che successe durante la nascita del Signore Gesù Cristo. Alla vigilia della nascita di Cristo, ci furono dei pastori nel campo a sorvegliare il loro gregge al pascolo. Pascolarono l'erba, non la neve. Pertanto, la nascita di Cristo non è mai avvenuta a dicembre; non nacque in inverno.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Gesù Cristo è Dio? Chi Dovrebbe essere la Fonte della nostra Risposta?


Una persona che pensa con saggezza non dovrebbe formulare la propria opinione o interpretazione sul nostro Signore Gesù Cristo, principalmente perché la fede viene da Dio. Non crediamo solo a tutto ciò in cui vogliamo credere. La nostra convinzione deve sempre avere una base.

La fede è credenza e la credenza è fede. Ebrei 11:1 dice,

“Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono.”

Quindi, la fede dipende da qualcosa che non vediamo. La fede ha una sostanza di cose che non si vedono; è la prova di cose non viste.

Tuttavia, vuol dire che, semplicemente perché ci sono cose che non vediamo, inventeremo la nostra fede? Oppure, dobbiamo ascoltare qualcuno che vede tutto? Colossesi 1:15-16 dice,

“il quale è l'immagine dell'invisibile Iddio, il primogenito d'ogni creatura; poiché in lui sono state create tutte le cose, che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili…”

Pertanto, ci sono cose visibili e invisibili. Ma per Dio, ci sarà bisogno di classificare le cose che sono visibili dalle cose che sono invisibili? Non ce n’è bisogno! Perché per Dio nulla è invisibile! Ebrei 4:13 dice,

“E non v'è creatura alcuna che sia occulta davanti a lui; ma tutte le cose sono nude e scoperte dinanzi agli occhi di Colui al quale abbiam da render ragione.”

Quindi, per quanto riguarda Dio, nulla è invisibile. Quando l'apostolo Paolo disse che Dio creò ogni cosa in Cristo, secondo Colossesi, le cose che sono in cielo, le cose che sono in terra, visibili e invisibili, egli si riferiva all'umanità, non agli angeli perché gli angeli possono vedere Dio. Le cose che per noi, uomini, sono invisibili, sono visibili agli angeli, ma soprattutto a Dio perché per Lui nulla è invisibile. Ma lasciatemi menzionare anche che ci sono cose che sono invisibili agli umani ma sono visibili agli animali. Le colombe, ad esempio, possono vedere i raggi ultravioletti, che non sono percepiti dall'occhio nudo umano. Ma per Dio, nulla è invisibile; tutto è visibile a Lui, come dice la Bibbia.

Ora, se non c'è nulla di invisibile a Dio, qual è la nostra conclusione? Gesù Cristo è Dio? Perché sono andato prima all'invisibile? Non crediamo e basta, ci affidiamo a Dio che vede tutto. Come già accennato, a Dio nulla è invisibile; tutto è nudo ai suoi occhi. Se dobbiamo credere, la nostra convinzione deve essere basata sulle informazioni provenienti da qualcuno che vede tutto. Quando parliamo di credenza e fede dobbiamo essere dipendenti dalla dichiarazione di qualcuno che vede tutto per non essere ingannato.

Quando il Signore Gesù Cristo scese sulla terra, ci parlò di cose che sono invisibili, ed Egli deve essere fidato dalle persone perché Egli è venuto dal mondo invisibile – dal mondo degli spiriti. Venne dal cielo. Egli è una fonte affidabile di credenze perché Egli vede tutto; Lui vede ciò che non vediamo. Quando speriamo, non speriamo in cose che già vediamo; e non crediamo sulle cose perché le vediamo. Noi crediamo perché qualcuno molto affidabile ci dice di credere nell'invisibile perché Lui l'ha visto, e quel Qualcuno è il nostro Signore Gesù Cristo. Giovanni 3:12 dice,

“Se vi ho parlato delle cose terrene e non credete, come crederete se vi parlerò delle cose celesti?”

Questa fu la domanda posta dal Signore Gesù Cristo. Se vi parlo di cose terrene, cose che vi sono visibili, cose che potete percepire e non credete, come crederete se vi parlerò delle cose celesti? Potrebbe dirci cose celesti, cose che non ci sono visibili. Pertanto, possiamo credere e avere fede nella Sua dichiarazione perché Lui è una fonte affidabile di informazioni. Il Signore Gesù Cristo vede tutto; vede ciò che noi, umani, non possiamo vedere.

Gesù Cristo è un Dio? Se non è un Dio, non sarebbe capace di vedere tutto. MA Lui vede tutto? Giovanni 2:24-25 dice,

“Ma Gesù non si fidava di loro, perché conosceva tutti, e perché non avea bisogno della testimonianza d'alcuno sull'uomo, poiché egli stesso conosceva quello che era nell'uomo.”

Secondo il versetto, Gesù non si fidò di loro perché conosceva tutti gli uomini. E non sarebbe sbagliato se dicessi che conosceva tutte le CREAZIONI. Conosce tutti gli angeli, tutti i demoni, tutti gli angeli di satana; e conosce tutti gli uomini. È al corrente di ogni creazione di Dio. Leggiamo Salmi 147:4, che dice,

“Egli conta il numero delle stelle, le chiama tutte per nome.”

Ci sono stelle che non sono più nominate dagli astronomi perché hanno esaurito i nomi da assegnare a quelle stelle. Quindi, li hanno solo nominati come NS25. . . ecc. A volte gli uomini li chiamano da costellazioni come la Vergine e l'Orsa Maggiore. MA Dio conosce il nome di tutte quelle stelle; li chiama con il loro nome.

Ora, il mio punto è che il Signore Gesù Cristo non è un uomo. È DIO. Perché? Vede il cuore degli uomini. E quella qualità appartiene solo a Dio. Ecco perché è un Dio – uno della Divinità.

Qual è, allora, la Divinità? La Divinità è il PADRE, il FIGLIO e lo SPIRITO SANTO. Loro costituiscono la Divinità – i tre poteri in cielo e in terra. Ecco perché il Signore Gesù Cristo disse, "battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". Sono i membri della Divinità. Infatti, la parola "Elohim" in ebraico è un nome plurale. È un nome singolare che implica la pluralità. Proprio come la parola famiglia, che è un sostantivo singolare nella forma ma essenzialmente plurale; è composto da molte persone: padre, madre, figli, nonni e nipoti. Lo stesso vale per la parola "Elohim". In ebraico implica la pluralità in esso. "Elohim" è il plurale di "Eloah", che significa Dio. "Elohim" è la divinità. Elohim disse, facciamo l'uomo secondo la nostra immagine e somiglianza. Stava parlando a un membro della Divinità. Il Signore Gesù Cristo è un membro della Divinità quindi, Egli è Dio. Spero che sia capito.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

La Verità: Maria Diede alla Luce Altri Bambini Dopo Gesù


È molto spiacevole che, a causa dell'insegnamento sbagliato di molte religioni, molte persone oggi siano confuse su alcune credenze religiose - al punto che sono diventate ignoranti su fatti biblici pertinenti.

Ad esempio, molte persone, in particolare i credenti cattolici, non sono consapevoli del fatto che, a parte Gesù, Maria ebbe altri figli a cui diede anche alla luce e che Gesù ebbe altri fratelli da Maria.

Prima che nascesse Gesù, ci fu una profezia su di Lui. Questa profezia è scritta in Salmi 69:8 che dice:

“Io son divenuto un estraneo ai miei fratelli, e un forestiero, ai figliuoli di mia madre.”

Quella era una profezia su Cristo, implicando che sua madre ebbe altri figli da Giuseppe. Per dimostrarlo, Marco 6:3 dice,

“Non è costui il falegname, il figliuol di Maria, e il fratello di Giacomo e di Giosè, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non stanno qui da noi? E si scandalizzavano di lui.”

Quando il Signore Gesù stava già predicando, gli ebrei chiesero: "Non è costui il falegname?" Lui fu un falegname, una professione che ereditò da Giuseppe. Suo padre adottivo, Giuseppe, fu un falegname. Allo stesso modo, il versetto faceva riferimento ai Suoi altri fratelli – i figli di Maria e Giuseppe. E questo fu confermato dall'apostolo Paolo in Galati 1:19, che dice,

“e non vidi alcun altro degli apostoli; ma solo Giacomo, il fratello del Signore.”

Pertanto, Cristo ebbe altri fratelli, ma solo fratelli materni perché Lui non fu un figlio biologico di Giuseppe. Prima che Giuseppe e Maria si sposassero, Maria era già con un bambino. Matteo 1:18-20 afferma,

“Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per virtù dello Spirito Santo. E Giuseppe, suo marito, essendo uomo giusto e non volendo esporla ad infamia, si propose di lasciarla occultamente. Ma mentre avea queste cose nell'animo, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: Giuseppe, figliuol di Davide, non temere di prender teco Maria tua moglie; perché ciò che in lei è generato, è dallo Spirito Santo.”

L'angelo Gabriele disse a Maria: "Concepirai e partorirai un figlio". Maria concepì anche se non ebbe ancora avuto rapporti sessuali con Giuseppe. È chiaro che Giuseppe fu solo il padre adottivo di Cristo; fu il Suo padre adottivo. Tuttavia, ciò che la gente seppe allora fu che Lui era il figlio di Giuseppe, ma non è vero. Solo Maria fu il suo genitore biologico; Maria Lo concepì attraverso l'opera dello Spirito Santo.

Cosa successe dopo? Matteo 1:25 dice,

“e non la conobbe finch'ella non ebbe partorito un figlio; e gli pose nome Gesù.”

Giuseppe "non conobbe" Maria fino a quando non ebbe partorito il ​​suo figlio primogenito. Significa che Giuseppe non ebbe rapporti sessuali con Maria fino a quando non nacque Cristo, il primogenito. Fu chiamato primogenito, o prototokos in greco, perché ebbe altri fratelli nati da Maria.

L'insegnamento che Maria rimase per sempre vergine è un'altra invenzione. Non è biblico. Come può essere vergine per sempre dopo il parto? Una vergine è una donna il cui imene è intatto. Dal punto di vista medico, una donna il cui imene non è più intatto non è più vergine. Lei non ebbe più il segno della verginità. Maria partorì e non avrebbe potuto partorire senza rompere il suo imene.

Durante il rapporto sessuale di un uomo e una donna, l'imene si rompe. Ecco perché una donna sanguina quando fa sesso per la prima volta. Questo è il segno della verginità. È attestato dalla scienza medica ed è anche scritto nella Bibbia. Deuteronomio 22:13-14 dice,
“Se un uomo sposa una donna, coabita con lei e poi la prende in odio, l'accusa di cose turpi e la diffama, dicendo: 'Ho preso questa donna, e quando mi sono accostato a lei non l'ho trovata vergine',”
Un uomo può dire se la donna con cui ha fatto sesso ha il segno di verginità. Il sanguinamento si verifica perché l'imene di una vergine, che è intatto, si rompe. Questo è il segno della verginità. Anche se Maria non ebbe ancora avuto rapporti sessuali, perse la verginità quando il suo imene si ruppe mentre diede alla luce Gesù. Ma dopo la nascita di Gesù, Maria e Giuseppe ebbero rapporti sessuali e diedero alla luce altri bambini.

Quindi, dire che Maria rimase vergine per sempre non solo è sbagliata dal punto di vista medico ma anche biblicamente sbagliata.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

Come Avere una Fede Genuina


Molte persone sanno che devono avere fede ma non sanno come acquisirla; non sanno cosa devono fare per avere una vera fede. Altri si chiedono se leggere la Bibbia possa aiutarli a guadagnare la fede.
Leggere la Bibbia può condurci alla fede genuina, tuttavia, non tutte le persone sono destinate a comprendere la Bibbia. Naturalmente, chiunque può leggere la Bibbia, ma non tutte le persone possono comprendere la Bibbia perché la comprensione di ciò che si legge è un dono di Dio. Atti 8: 29-35 dice,

29 E lo Spirito disse a Filippo: Accostati, e raggiungi codesto carro.
30 Filippo accorse, l'udì che leggeva il profeta Isaia e disse: Intendi tu le cose che leggi?
31 Ed egli rispose: E come potrei intenderle, se alcuno non mi guida? E pregò Filippo che montasse e sedesse con lui.
32 Or il passo della Scrittura ch'egli leggeva era questo: Egli è stato menato all'uccisione come una pecora; e come un agnello che è muto dinanzi a colui che lo tosa, così egli non ha aperto la bocca.
33 Nel suo abbassamento fu tolta via la sua condanna; chi descriverà la sua generazione? Poiché la sua vita è stata tolta dalla terra.
34 E l'eunuco, rivolto a Filippo, gli disse: Di chi, ti prego, dice questo il profeta? Di se stesso, oppure d'un altro?
35 E Filippo prese a parlare, e cominciando da questo passo della Scrittura gli annunziò Gesù.

L'eunuco, che era il custode di tutta la ricchezza della regina degli etiopi, andò a Gerusalemme per adorare. Sulla via del ritorno in Etiopia, lo Spirito Santo esortò Filippo ad unirsi all'eunuco sul suo carro. E quando corse per stare con lui, lo sentì leggere il libro del profeta Isaia. Ovviamente, stava leggendo ad alta voce; non stava facendo una lettura silenziosa. Possiamo percepire che l'eunuco aveva l'intenzione di lasciare che le altre persone sul carro sentissero ciò che stava leggendo dal libro del profeta Isaia. Quando Filippo si avvicinò all'eunuco, gli chiese: "Intendi cosa leggi?" L'eunuco rispose: "E come potrei intenderle, se alcuno non mi guida?"

Quello che l'eunuco disse era giusto. Stava solo leggendo, ma non capiva cosa stava leggendo, non prima che Filippo, l'evangelista, venisse a spiegargli che la pecora a cui si riferiva era Gesù.

Sì, la Bibbia può guidare l'uomo alla vera fede SE chi legge capisce ciò che legge. Sfortunatamente, non tutti quelli che leggono la Bibbia comprendono ciò che leggono. Marco 4:11-12 dice,

11 Ed egli disse loro: A voi è dato di conoscere il mistero del regno di Dio; ma a quelli che son di fuori, tutto è presentato per via di parabole, affinché:
12 vedendo, vedano sì, ma non discernano; udendo, odano sì, ma non intendano; che talora non si convertano, e i peccati non siano loro rimessi.

Pertanto, non tutti quelli che leggeranno la Bibbia la capiranno; e neanche tutti quelli che sentiranno la parola di Dio la capiranno. Atti 16:14 dice,

E una certa donna, di nome Lidia, negoziante di porpora, della città di Tiatiri, che temeva Dio, ci stava ad ascoltare; e il Signore le aprì il cuore, per renderla attenta alle cose dette da Paolo.

Lidia, che stava ascoltando le parole di Dio che veniva predicata dall'apostolo Paolo, ebbe bisogno dell'intervento divino del Signore di aprire il suo cuore affinché lei comprendesse ciò che l'apostolo Paolo stava dicendo. Se nell'ascoltare personalmente l'apostolo Paolo hai bisogno dell'intervento divino per capire quello che stava dicendo (come quello che successe a Lidia), tanto più avrai bisogno dell'intervento divino quando stai semplicemente leggendo il suo vangelo tutto da solo. In altre parole, la comprensione delle parole di Dio scritte nella Bibbia è possibile se c'è un intervento divino.
La capacità di comprendere le Scritture è un dono di Dio. Dobbiamo renderci conto che la profondità del pensiero e dell'intelligenza di Dio è qualcosa che non può essere facilmente compreso dagli uomini. Isaia 55: 8-9 dice,

8 Poiché i miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice l'Eterno.
9 Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così son le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri.

Il pensiero di Dio è qualcosa di oltre misura. È paragonato alla distanza tra i cieli e la terra. Nessuna mente umana e comprensione possono penetrare in profondità nella comprensione di Dio.

La Bibbia è l'incarnazione dei pensieri di Dio, che non possono essere scandagliati dalla mente umana. Per comprendere la Bibbia, abbiamo bisogno dell'intervento divino o della guida dello Spirito Santo. In realtà, anche una persona autorevole deve ammettere di non sapere tutto quando si tratta di credenze religiose.

Quello che sto cercando di sottolineare è che la fede genuina e vera è rivelata da Dio; è insegnata da Dio; è data da Dio. Guida 1:3 dice,

Diletti, ponendo io ogni studio nello scrivervi della nostra comune salvazione, mi sono trovato costretto a scrivervi per esortarvi a combattere strenuamente per la fede, che è stata una volta per sempre tramandata ai santi.

La vera fede o la fede genuina è tramandata da Dio ai santi. Qual è il motivo per cui dovrebbe essere data? Perché non può essere ottenuta leggendo da solo; e non può nemmeno essere ottenuta attraverso gli sforzi umani. È data da Dio; è un dono di Dio e per avere fede devi prima aver comprensione. Non avrai fede senza la necessaria comprensione della parola di Dio nella Bibbia. La comprensione viene prima di tutto. Quando comprendi, allora puoi avere fede. La fede si sviluppa attraverso la comprensione. Efesini 1:13 dice,

In lui voi pure, dopo aver udito la parola della verità, l'evangelo della vostra salvazione, in lui avendo creduto, avete ricevuto il suggello dello Spirito Santo che era stato promesso,

Quindi la credenza o la fede viene dopo aver ascoltato e compreso la parola della verità. Senza conoscenza o comprensione della parola di Dio, la fede non si svilupperà. Se c'è una fede in te senza la comprensione della parola di Dio, allora quella non è vera fede ma una falsa fede. È proprio come la fede di coloro che sono al di fuori della vera Chiesa di Dio; la loro fede non è una fede genuina perché non si basa sulla comprensione della parola di Dio. Invece, è un semplice fanatismo perché, anche se già capiscono che hanno torto, continuano ad aggrapparsi ad esso.

Il dono della comprensione potrebbe essere dato anche agli analfabeti, come Pietro e Giovanni. Atti 4:13 dice,

Or essi, veduta la franchezza di Pietro e di Giovanni, e avendo capito che erano popolani senza istruzione, si maravigliarono e riconoscevano che erano stati con Gesù.

Le persone che li ascoltavano si meravigliarono della fermezza della loro fede e della loro comprensione, nonostante fossero senza istruzione. E seppero che erano stati in compagnia di Gesù, nostro Signore. In altre parole, non è mai un peccato essere guidati da qualcuno che non ha una laurea o un titolo professionale, perché quando si tratta di fede i risultati scolastici non contano affatto. 1 Corinzi 1:19-21 dice,

(Versione Nuova Diodati)
19 infatti sta scritto: "Io farò perire la sapienza dei saggi e annienterò l'intelligenza degli intelligenti".
20 Dov'è il sapiente? Dov'è lo scriba? Dov'è il contestatore di questo secolo? Non ha forse Dio reso pazza la sapienza di questo mondo?
21 Poiché il mondo non ha conosciuto Dio mediante la propria sapienza, è piaciuto a Dio, nella sua sapienza, di salvare i credenti con la pazzia della predicazione.

Infatti, la sapienza del mondo, o la sapienza terrena, è anche un ostacolo nel comprendere la parola di Dio. Come scritto in 1 Corinzi 2: 6-8,

6 Nondimeno fra quelli che son maturi noi esponiamo una sapienza, una sapienza però non di questo secolo né de' principi di questo secolo che stan per essere annientati,
7 ma esponiamo la sapienza di Dio misteriosa ed occulta che Dio avea innanzi i secoli predestinata a nostra gloria,
8 e che nessuno de' principi di questo mondo ha conosciuta; perché, se l'avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signor della gloria.

Sia i Romani che i Greci erano considerati persone di saggezza nei primi tempi. Erano le persone più istruite durante il tempo di Cristo e degli apostoli, ma nessuno di loro conobbe la sapienza di Dio. Nemmeno le più alte autorità dell'Impero Romano conobbero la sapienza di Dio, nemmeno il re Erode e Ponzio Pilato – entrambi ebbero un alto livello di istruzione, perché se l'avessero conosciuto, non avrebbero crocifisso il Signore della gloria. Quindi, la sapienza di Dio è qualcosa che non può essere raggiunta nemmeno dall'uomo più istruito, tutto da solo. È qualcosa che viene data da Dio.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.