Come Può uno Non Ammogliato Vivere Meglio la Sua Vita da Cristiano?

3/19/2019 0 Commenti


Essere un cristiano è rispettare gli insegnamenti e le leggi del Signore Gesù Cristo. Come Cristo è il Signore, i cristiani sono i Suoi seguaci, o servi; e lo scopo ultimo di ogni servo è di compiacere il suo Signore o Maestro.

Vivere da cristiano è vivere secondo le parole di Cristo. Ma chi ha la maggiore capacità di fare questo, uno sposato o uno non ammogliato? Tra i due, chi ha la migliore opportunità di servire il Signore senza distrazioni?

I CORINZI 7:32-35 dice:

32 Or io vorrei che foste senza sollecitudine. Chi non è ammogliato ha cura delle cose del Signore, del come potrebbe piacere al Signore;
33 ma colui che è ammogliato, ha cura delle cose del mondo, del come potrebbe piacere alla moglie.
34 E v'è anche una differenza tra la donna maritata e la vergine: la non maritata ha cura delle cose del Signore, affin d'esser santa di corpo e di Spirito; ma la maritata ha cura delle cose del mondo, del come potrebbe piacere al marito.
35 Or questo dico per l'utile vostro proprio; non per tendervi un laccio, ma in vista di ciò che è decoroso e affinché possiate consacrarvi al Signore senza distrazione.

La Bibbia sottolinea le differenze significative tra uno sposato e uno non ammogliato in termini di servizio al Signore. San Paolo disse che le persone non ammogliate si prendono cura delle cose che appartengono al Signore e delle cose che piaceranno al Signore. Ciò significa che la sua priorità principale è come potrebbe essere gradito agli occhi del Signore. Si diletta nel fare cose che sono conformi alla Sua volontà; e la sua gioia non è su cose materiali come ricchezze e lussi, ma nel realizzare gli insegnamenti del Signore.

Un uomo sposato, invece, si prende cura delle cose del mondo e su come potrebbe piacere alla moglie. Si preoccupa delle necessità quotidiane della sua famiglia. I suoi pensieri sono preoccupati a pensare a come guadagnare di più per i bisogni della sua famiglia come cibo e riparo, per le bollette elettriche e dell'acqua, per il latte e il pannolino dei suoi bambini e per tutte le altre cose che potrebbero piacere alla moglie. Così le dà tutte le cose materiali che desidera, cede ai suoi capricci, e fa in modo che prima di prendere qualsiasi decisione, o prima di fare qualsiasi cosa, chieda prima la sua opinione e il consenso perché non la vuole dispiacere.

Apparentemente, essere sposati diventa una distrazione e un ostacolo al proprio servizio al Signore. Ed è ovvio che la persona non ammogliata è in una posizione migliore per servire il Signore e per vivere una vita che ci si aspetta da un cristiano. E dal momento che è single, le sue decisioni e azioni non dipendono da nessun altro, e non deve piacere a nessuno tranne che al Signore. Condurre una vita solitaria dà a una persona la possibilità di prendersi cura del Signore e solo delle cose del Signore. 

Consentitemi di usare me stesso come esempio. Non sono sposato; vivo una vita solitaria. A causa della mia situazione, posso badare solo alle cose del Signore, e sono in grado di fare cose che potrebbero piacere a Lui. Mi preoccupo per i fratelli; mi preoccupo per i Suoi insegnamenti; mi interessa la predicazione del Vangelo. Le mie cure e premure, e le mie preoccupazioni sono tutte rivolte a fare cose che potrebbero piacere al Signore. E sicuramente, non sarei in grado di svolgere tutti i compiti che sono sulle mie spalle se fossi sposato o se fossi un padre di famiglia. Il mio tempo e attenzione sarebbero sicuramente divisi e non sarei in grado di svolgere i miei doveri verso Dio e verso i fratelli nel modo più fedele possibile. Ma poiché sono single, sono in grado di dedicare tutto il mio tempo a prendermi cura delle cose del Signore.

Mentre è vero che una persona sposata può anche servire il Signore ma con determinati vincoli e limiti; non può dare il cento per cento perché ci sono distrazioni e preoccupazioni nell’essere sposato che lo ostacolano.

Pertanto, è più conveniente servire il Signore se la persona non è sposata perché è libera da tutti i tipi di distrazioni e cure di questo mondo che sono spesso vissute da coloro che sono sposati. Inoltre, essere single dà a una persona più opportunità di fare cose che potrebbero piacere al Signore, come prestare attenzione ai Suoi insegnamenti e fare opere caritatevoli che potrebbero giovare agli altri. E per me, passare la vita a compiacere il Signore è il modo migliore per vivere una vita cristiana.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Come Mantenere Intatto il Matrimonio

3/13/2019 , 0 Commenti


L'infedeltà distrugge le relazioni. Nel momento in cui un marito diventa infedele a sua moglie, è inevitabile che quella che era una relazione "molto dolce" si tramuti in una acida ed amara. E se non affrontato correttamente nel più breve tempo possibile, potrebbe causare distruzione all'intera famiglia.

Ma perché i mariti diventano infedeli alle loro mogli? Perché lasciano le mogli e ne cercano un’altra?

Nessun marito sano di mente abbandonerebbe la donna che aveva corteggiato con molta pazienza per anni senza alcuna ragione. Il fatto che abbia fatto di tutto per vincere la sua mano nel matrimonio significa solo che si è impegnato con lei e desidera una relazione che duri tutta la vita con lei. Questo è il motivo per cui è piuttosto triste ascoltare storie di mogli i cui mariti le avevano abbandonate ed ora stanno abbracciando altre donne.

Se facessimo una semplice analisi sul perché un marito lascia sua moglie a favore di un'altra donna, ci renderemo conto che ne deriva solo da una ragione molto semplice: lui sente che sua moglie è cambiata, che non è più la donna di cui si è innamorato - qualcuno che era ben curata, molto premurosa e riguardosa, e sempre profumata. Perché ora, dopo diversi anni di matrimonio e dopo aver avuto tre figli, sua moglie ha perso il suo fascino. Fa a malapena un bagno; spesso dimentica di lavarsi i denti; non si pettina e non si sistema più i capelli; e raramente cambia il suo vestito. In altre parole, ha trascurato di occuparsi della sua cura personale e igiene. Di conseguenza, suo marito si sente disgustato.

Una moglie, anche se ha generato una mezza dozzina di bambini, dovrebbe fare in modo che rimanga adorabile agli occhi di suo marito. Dovrebbe sempre essere profumata, è per questo che ha bisogno di lavarsi più spesso, nello stesso modo in cui dovrebbe lavarsi anche più spesso quello che alcuni spot televisivi chiamano "l'area femminile". Una donna potrebbe perdere il suo dolce odore se trascura la corretta igiene, o se suda molto dopo aver svolto certe faccende domestiche. Quindi, invece di un profumo dolce, emette un odore sgradevole.

In Isaia 3:24 dice:

Ed avverrà che, in luogo di buono odore, vi sarà marcia...

Quella fu la maledizione di Dio per le donne israelite. Invece di un buon odore, ci sarebbe putrefazione e marcio. Ma una donna che non è maledetta ha un buon odore. Cosicché tuo marito non ti lasci, assicurati di mantenere il tuo buon odore. Per natura, un uomo cerca una donna profumata. Se tuo marito non trova più quel buon odore in te perché non ti lavi i denti e non fai il bagno, è probabile che cercherà una donna più fragrante e più attraente.

Non dimenticare di mostrare semplici gesti di affetto e cura come servirgli una tazza di caffè, o dargli un piccolo massaggio quando torna a casa dal lavoro. Quelle semplici azioni gli faranno sentire quanto lo ami e si renderà conto che commetterà una stupidissima follia se tradirà una moglie amorevole, premurosa e adorabile come te.

Ma soprattutto, la migliore salvaguardia per proteggere le relazioni coniugali è la preghiera a Dio. In realtà, molti rapporti coniugali non durano perché mancano le preghiere a Dio. Marito e moglie dovrebbero vivere una vita di preghiera. Dovrebbero sempre pregare Dio per proteggere la loro famiglia e mantenerla intatta. Ed è meglio che marito e moglie restino fermi nel loro servizio a Dio. 

Ricorda sempre, Dio è misericordioso, ed è Sua volontà che marito e moglie vivano insieme fino alla morte.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Le Qualità che Rendono Giustamente una Persona un Cristiano

3/07/2019 0 Commenti


In questa generazione, molte organizzazioni religiose sono spuntate come funghi e ognuna di loro afferma di essere cristiana. Tuttavia, non tutti coloro che affermano di essere cristiani sono veramente cristiani; e non tutti quelli che si definiscono cristiani sono veramente cristiani. La Bibbia stabilisce requisiti specifici prima che qualcuno possa essere chiamato giustamente cristiano.

Quindi, chi sono i veri cristiani?

GIOVANNI 8:31 dice:

. . . Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli;

I veri cristiani sono quelli che credono e osservano la parola di Cristo, proprio come i discepoli. Ecco perché i discepoli sono veri cristiani.

Non è sufficiente credere in Cristo, devi anche accettare le Sue parole. Se affermi di credere in Cristo ma stai rifiutando le Sue parole, non sei un vero cristiano. Rifiutare le parole di Cristo equivale a respingere anche Lui.

GIOVANNI 12:48 dice:

Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell'ultimo giorno.

Se non osservi le parole di Cristo, non sei considerato un vero cristiano anche se proclami te stesso come tale. È più appropriato chiamarti solo un cristiano nominale. Un vero cristiano è colui che mantiene le parole di Cristo. E quali sono le parole di Cristo che dobbiamo mantenere?

MARCO 1:14-15 dice:

14 Dopo che Giovanni fu messo in prigione, Gesù si recò in Galilea, predicando l'evangelo di Dio e dicendo:
15 Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete all'evangelo.

I CORINZI 15:1-2 dice:

1 Fratelli, io vi rammento l'Evangelo che v'ho annunziato, che voi ancora avete ricevuto, nel quale ancora state saldi, e mediante il quale siete salvati,
2 se pur lo ritenete quale ve l'ho annunziato; a meno che non abbiate creduto invano.

Pertanto, è il Vangelo, o la buona novella - la buona notizia sul regno di Dio, che dobbiamo tenere nella nostra memoria. Mantenere le parole di Cristo, o il Vangelo, nella nostra memoria e rispettandole, ci qualificherebbe per essere chiamati veri cristiani.

Mantenere il Vangelo in memoria significa vivere uno stile di vita degno del vangelo di Cristo.

FILIPPESI 1:27 dice:

Soltanto, conducetevi in modo degno del Vangelo di Cristo, affinché, o che io venga a vedervi o che sia assente, oda di voi che state fermi in uno stesso spirito, combattendo assieme d'un medesimo animo per la fede del Vangelo,

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Il Dovere Primario di un Predicatore di Dio

2/25/2019 0 Commenti


Le persone che hanno avuto la possibilità di partecipare alle nostre riunioni congregazionali non possono fare a meno di esprimere il loro stupore per la profonda fede che i nostri fratelli dimostrano, e per gli sforzi che esercitano solo per rispettare gli insegnamenti biblici ai cristiani – cose che non vedono in altri gruppi religiosi, nemmeno nelle proprie religioni.

Per esempio, le nostre sorelle in fede indossano abiti modesti, non si tagliano i capelli, non applicano trucchi eccessivi e non indossano gioielli – perché tutti questi sono insegnamenti biblici che hanno capito e ora sono integrati nei loro cuori. Questo è il motivo per cui a loro non importa se sono ridicolizzate da altri per essere di vecchio stile e dall'aspetto semplice. Ciò che a loro sta a cuore è la loro obbedienza alle parole di Dio, che hanno risvegliato la loro consapevolezza spirituale.

I TIMOTEO 2:9-10 dice:

9 Similmente che le donne si adornino d'abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d'oro o di perle o di vesti sontuose,
 
10 ma d'opere buone, come s'addice a donne che fanno professione di pietà.

I PIETRO 3:3 dice:

Il vostro ornamento non sia l'esteriore che consiste nell'intrecciatura dei capelli, nel mettersi attorno dei gioielli d'oro, nell'indossar vesti sontuose

Come predicatore, è mio dovere instillare, o inculcare, nelle menti e nei cuori dei nostri fratelli le parole di Dio affinché loro sviluppino l'amore per Dio e la consapevolezza spirituale.

ATTI 26:18 dice:

per aprir loro gli occhi, onde si convertano dalle tenebre alla luce e dalla potestà di Satana a Dio, e ricevano, per la fede in me, la remissione dei peccati e la loro parte d'eredità fra i santificati.

È la responsabilità primaria del predicatore aprire gli occhi delle persone. I loro occhi devono essere aperti in modo che possano vedere la luce. In modo che si convertano dalle tenebre alla luce, e dal potestà di satana al potere di Dio. Altri predicatori privano il loro membro.

GEREMIA 23:30 dice:

Perciò, ecco, dice l'Eterno, io vengo contro i profeti che ruban gli uni agli altri le mie parole.

E a che cosa si riferisce quella luce? È la parola di Dio.

Ed è la parola di Dio che instillo profondamente nelle menti e nei cuori del nostro popolo, non la mia storia, non la mia persona, non la mia opinione, perché è la parola di Dio che salverà le loro anime. 

GIACOMO 1:21 dice:

Perciò, deposta ogni lordura e resto di malizia, ricevete con mansuetudine la Parola che è stata piantata in voi, e che può salvare le anime vostre.

Secondo Giacomo, deposta ogni lordura: lordura della carne, lordura dello spirito, lordura della mente, persino il resto di malizia. Il mondo oggi trabocca di cattiveria: droga, terrorismo, famiglie distrutte, infedeltà di marito e moglie, sesso prematrimoniale, ecc. Siamo ammoniti di toglierli via e rimuoverli dai nostri cuori. E così che le nostre anime saranno salvate, dobbiamo ricevere la parola di Dio con mansuetudine. Questo è il motivo per cui consigliamo sempre ai nostri membri di leggere la Bibbia. La nostra conoscenza della parola di Dio ci farebbe capire quanto Egli è grande, e quanto è bene essere buoni. Per essere buono, devi conoscere la parola di Dio; tutta la bontà scaturisce dal libro di Dio.

II TIMOTEO 3:16-17 dice:

16 Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,
17 affinché l'uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.

Le Scritture ci forniranno tutte le buone opere. Tutte le buone opere vengono dalla parola di Dio. Pertanto, il predicatore o il ministro ha l'obbligo di fornire al popolo tutte le parole di Dio affinché sappiano ciò che è buono.

GEREMIA 26:2 dice:

Così parla l'Eterno: Preséntati nel cortile della casa dell'Eterno, e di' a tutte le città di Giuda che vengono a prostrarsi nella casa dell'Eterno, tutte le parole che io ti comando di dir loro; non ne detrarre verbo.

I predicatori sono incaricati di predicare la parola di Dio. Sfortunatamente, i predicatori oggi non lo fanno, invece raccontano semplicemente storie sulle loro esperienze, sui loro viaggi, i loro pensieri, ecc.

Da parte mia, ogni volta che parlo, faccio in modo che io parli di ciò che dicono le Scritture; parlo della parola di Dio, non delle mie storie, non delle mie opinioni, non dei miei pensieri.

Come affermato in precedenza (in II Timoteo 3:16-17), le Scritture ispirate sono utili ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia. E affinché l'uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.

Le parole di Dio nelle Scritture potrebbero rendere l'uomo perfetto. In realtà, è il comandamento del Signore di essere perfetti.

MATTEO 5:48 dice:

Voi dunque siate perfetti, com'è perfetto il Padre vostro celeste.

Dobbiamo essere perfetti come il nostro Padre celeste è perfetto.

Non c'è verità su ciò che alcuni pastori dicono che nessun uomo è perfetto perché tutti gli uomini commettono peccati. Questa è l'ignoranza delle Scritture. Stanno sottintendendo che se un uomo ha peccato non può più essere perfezionato? Nella storia del popolo di Dio, ci furono persone di Dio che erano state rese perfette dalla parola di Dio?

Ci sono state persone che avevano raggiunto la perfezione?

EBREI 12:23 dice:

e alla Chiesa de' primogeniti che sono scritti nei cieli, e a Dio, il Giudice di tutti, e agli spiriti de' giusti resi perfetti,

Gli uomini giusti che vissero nei tempi antichi furono resi perfetti dalla parola di Dio. Ricorda sempre che è la parola di Dio che può renderti perfetto. Come?

GIACOMO 3:2 dice:

Poiché tutti falliamo in molte cose. Se uno non falla nel parlare, esso è un uomo perfetto, capace di tenere a freno anche tutto il corpo.

Non importa se qualcuno ha commesso un peccato, soprattutto se è stato commesso involontariamente. Dio può ancora perdonarlo. Finché quella persona crede nelle parole di Dio e cerca di vivere attraverso di esso, può ancora essere considerato perfetto. Come menzionato da Giacomo, Se uno non falla nel parlare, esso è un uomo perfetto. Perché un uomo sia perfetto, non deve offendere la parola di Dio.

Biblicamente parlando, ci sono persone che sono state considerate da Dio come perfette. Giobbe era uno di loro.

Come scritto in GIOBBE 1:1:

C'era nel paese di Uz un uomo che si chiamava Giobbe. Quest'uomo era integro e retto; temeva Iddio e fuggiva il male.

Anche i genitori di Giovanni Battista, Zaccaria ed Elisabetta furono considerati perfetti. Entrambi furono privi di colpa agli occhi del Signore.

LUCA 1:5-6 dice:

5 Ai dì d'Erode, re della Giudea, v'era un certo sacerdote di nome Zaccaria, della muta di Abia; e sua moglie era delle figliuole d'Aaronne e si chiamava Elisabetta.
6 Or erano ambedue giusti nel cospetto di Dio, camminando irreprensibili in tutti i comandamenti e precetti del Signore.

Se ricevi la parola di Dio nella sua interezza, sei considerato perfetto da Dio, proprio come Zaccaria e Elisabetta.

Un'altra persona che fu considerata perfetta fu Noè.

GENESI 6:9 dice:

Questa è la posterità di Noè. Noè fu uomo giusto, integro, ai suoi tempi; Noè camminò con Dio.

Cammina con Dio, come fece Noè, e sarai trovato perfetto.

In altre parole, la vera ragione per cui stiamo cercando molto ardentemente di insegnare al nostro popolo la parola di Dio è perché, è la parola di Dio che arricchirà le loro anime, le loro menti, i loro cuori e il loro intero essere. La parola di Dio insegnerà loro a fare ciò che è buono. Ed accettare la parola di Dio con tutto il cuore, nella sua interezza, li renderebbe perfetti agli occhi di Dio.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Il Tuo Matrimonio è in Crisi? "Impara la Via Cristiana"

2/18/2019 , 0 Commenti


Il rapporto coniugale non è sempre un letto di rose; non è sempre tutto liscio. Ci sono momenti in cui il gioco si fa duro e traballante, e sorgono problemi e conflitti che mettono alla prova la resistenza e l'amore reciproco della coppia.

È bene se la coppia decide di sedersi e di parlare con prudenza dei loro problemi e preoccupazioni. Cosa succederebbe se le coppie si scontrassero davvero e scagliassero parole dolorose l'una contro l'altra? Cosa succederebbe se andassero oltre la "parola guerra" e ricorressero alla battaglia fisica ed emotiva? Sicuramente, la prossima cosa che vedremo è che uno di loro faccia le valigie ed esca di casa.

Ma uscire dalla loro dimora risolverà il problema? In primo luogo, quel gesto sarà conforme all'ammonizione biblica per i mariti e le mogli?

Biblicamente, è improprio per una coppia cristiana, marito e moglie, lasciare la propria dimora. Invece, devono convivere; devono vivere insieme.

I PIETRO 3:7 dice:

Parimente, voi, mariti, convivete con esse colla discrezione dovuta al vaso più debole ch'è il femminile. Portate loro onore, poiché sono anch'esse eredi con voi della grazia della vita, onde le vostre preghiere non siano impedite.

Questo è il modo di vivere cristiano. Un marito cristiano è comandato da Dio di vivere con sua moglie, tenendo presente che è il vaso più debole che ha bisogno di protezione che solo lui, suo marito, potrebbe dare. Un marito cristiano è il protettore di sua moglie.

EFESINI 5:23-25 dice:

23 poiché il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, egli, che è il Salvatore del corpo.
24 Ma come la Chiesa è soggetta a Cristo, così debbono anche le mogli esser soggette a' loro mariti in ogni cosa.
25 Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei,

La Bibbia ci parla di una grande relazione tra Cristo e la Chiesa. Un marito deve amare sua moglie come Cristo ha amato la Chiesa. Non deve lasciare la moglie in quanto Cristo non ha lasciato la Chiesa. Infatti, quando stava per salire in cielo, disse alla Chiesa, Non vi lascerò. Sarò con voi fino alla fine del mondo.

MATTEO 28:20 dice:

insegnando loro d'osservar tutte quante le cose che v'ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente.

Molto chiaramente, per quanto riguarda la Bibbia, è spiacevole che il marito lasci sua moglie principalmente perché ha il dovere di proteggerla.

Ci sono esempi nella Bibbia in cui la moglie ha lasciato il marito, ma mai il marito ha lasciato la moglie. E se sua moglie lo lascia, allora diventa libero. Ora è libero.

I CORINZI 7:15 dice:

Però, se il non credente si separa, si separi pure; in tali casi, il fratello o la sorella non sono vincolati; ma Dio ci ha chiamati a vivere in pace;

Secondo la Bibbia, se il coniuge non credente decide di andarsene, lascialo andare. Soprattutto se il marito ha già esaurito tutti i mezzi per far rimanere sua moglie, e tuttavia non è riuscito a convincerla, potrebbe lasciarla andare. E quando lei se ne va, il marito non è più sotto schiavitù.

Questa è una situazione particolare in cui il marito, o la moglie, non è tenuto molto stretto dalla legge di Dio. Quando la moglie se ne va, il marito diventa libero; quando il marito se ne va, anche la moglie diventa libera. Ma la volontà di Dio è che marito e moglie convivino insieme fino alla morte.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Rapporti di Convivenza e Matrimonio Civile nella Bibbia

2/18/2019 , 0 Commenti


Nella società in cui viviamo oggi, è una cosa comune imbatterci in genitori single – o avevano un matrimonio fallito così si sono separati, o hanno semplicemente generato dei figli fuori dal matrimonio.

Qualunque sia il caso, queste mamme o papà single di solito cercano un altro partner, e quindi convivono insieme anche senza entrare nel matrimonio. Data questa situazione, la domanda che potrebbe sorgere è, è sbagliato per un uomo e una donna vivere insieme al di fuori del matrimonio, in particolare un matrimonio che è officiato da un prete o da un pastore?

In realtà, un matrimonio civile è molto meglio di un matrimonio religioso. Nelle cerimonie di nozze officiate da sacerdoti o pastori ti sarà richiesto di fare offerte e devi pagare una certa somma. Ci guadagnano soldi. Ma biblicamente parlando, non è davvero il certificato di matrimonio che conta di più, ma la sincerità di entrambe le parti a vivere insieme come marito e moglie.

GALATI 3:15 dice:

Fratelli, io parlo secondo le usanze degli uomini: Un patto che sia stato validamente concluso, sia pur soltanto un patto d'uomo, nessuno l'annulla o vi aggiunge alcun che.

È chiaro che, se entrambe le parti concordano di vivere insieme come marito e moglie, è già riconosciuto da Dio – anche se non sono stati sposati da un prete. Vedete, non troverete da nessuna parte nella Bibbia che Giuseppe e Maria si sono sposati, o che c'è stata una cerimonia di nozze che si è svolta.

MATTEO 1:18-20 dice:

18 Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per virtù dello Spirito Santo.
19 E Giuseppe, suo marito, essendo uomo giusto e non volendo esporla ad infamia, si propose di lasciarla occultamente.
20 Ma mentre avea queste cose nell'animo, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: Giuseppe, figliuol di Davide, non temere di prender teco Maria tua moglie; perché ciò che in lei è generato, è dallo Spirito Santo.

Significa che erano fidanzati o promessi per essere sposati. Ma prima che avvenisse la vera cerimonia nuziale, Maria fu trovata con un bambino perché Dio la rese uno strumento per la nascita di Cristo. All'inizio, Giuseppe decise di allontanare Maria perché pensava che lei gli fosse diventata infedele. Fino a quando l'angelo non gli disse: "Non aver paura di prenderti Maria, tua moglie...”.

Ma ciò che era chiaro era che Maria era già stata riconosciuta come la moglie di Giuseppe anche se allora erano solo promessi. E anche se non c'era ancora una cerimonia di matrimonio formale, Dio considerava già Giuseppe e Maria come una coppia.

Questo è solo per dimostrare che il patto tra un uomo e una donna è più importante di un certificato di matrimonio. Anche se hai tutti i documenti firmati davanti a un prete, sarebbero tutti inutili se le parti contraenti non fossero fedeli ai loro voti nuziali e continuassero a litigare giorno e notte. Ecco perché sarebbe meglio valutare tutto prima di stipulare un accordo per vivere con qualcuno. Innanzi tutto, devi essere sicuro che la persona con cui decidi di vivere ti ama veramente nonostante il tuo passato. Ma se inizi a sentire che ti sta dando per scontato, stai attenta perché è una manifestazione che lui non ti ama davvero. Meglio trovare un uomo che ti ami molto e che si prenda cura di te anche se hai un figlio fuori dal matrimonio. Se ti ama veramente, accetterà e amerà anche tuo figlio, e ti fornirà tutte le tue necessità, sia materiali che emotive.

I TIMOTEO 5:8 dice:

Che se uno non provvede ai suoi, e principalmente a quelli di casa sua, ha rinnegato la fede, ed è peggiore dell'incredulo.

Per Dio, chiunque non si prenda cura dei suoi, soprattutto della sua famiglia, è considerato malvagio. Padri irresponsabili e madri irresponsabili sono considerati dalla Bibbia come malvagi. Quindi, se vedi che il tuo partner in questo momento non si cura della sua famiglia, sei nei guai. C'è una grande possibilità che tu possa passare il resto della tua vita in preda alla miseria se ti limiti a quell'uomo. 

Pensa molto bene prima di decidere di passare la tua vita con qualcuno fino alla morte.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Amore e Relazioni: Come Dovrebbero Gestire i Millennials l’Innamoramento, nel Modo Biblico?

2/18/2019 0 Commenti


In quella che chiamano l'era digitale, i cosiddetti millennial, o Generazione Z di oggi, hanno atteggiamenti diversi nei confronti dell'amore e delle relazioni. Ma non è solo la generazione più giovane che mostra una posizione liberale su questa materia, ma anche coloro che sono nati molto, molto prima. Molti prendono le relazioni come un semplice gioco, qualcosa che viene fatto solo per divertimento, qualcosa che non dovrebbe essere preso sul serio. Ed essendo tale, non si stabiliscono con un solo partner; a volte hanno relazioni romantiche con più di una persona. E la fedeltà sembra essere fuori questione.

È in quel modo che Dio vuole che consideriamo le relazioni, in particolare, la relazione tra un uomo e una donna?

La volontà di Dio è per noi di essere fedeli ai nostri partner o amori. E per mostrare a Dio che sei fedele al tuo partner, anche se non sei ancora sposato, è non dover più flirtare con gli altri. Non dovresti nemmeno inviare messaggi ad un altro perché di solito è così che inizia l'infedeltà. Se sei già fidanzato in una relazione, non dovresti più uscire con nessuna. Non pratichiamo ciò che fanno le persone empie perché prendono semplicemente le relazioni per divertimento.

GIACOMO 5:12 dice:

Ma, innanzi tutto, fratelli miei, non giurate né per il cielo, né per la terra, né con altro giuramento; ma sia il vostro sì, sì, e il vostro no, no, affinché non cadiate sotto giudicio.

Questa è la legge del Vangelo. E questa legge non è solo per un gruppo, ma anche per coloro che sono in una relazione. Ecco perché se una donna si è impegnata a stare in una relazione con un uomo, non dovrebbe più intrattenere altri uomini. Lo stesso vale per l'uomo. Nel momento in cui si impegna con una donna in una relazione, dovrebbe astenersi dallo sfoggiarsi ad altre donne e dovrebbe smettere di uscire con gli amici come prima.

Qual è l'implicazione se un uomo, che è già in una relazione, viene trovato in relazione anche con un'altra donna contemporaneamente?

GIACOMO 1:7-8 dice:

7 Non pensi già quel tale di ricever nulla dal Signore,
8 essendo uomo d'animo doppio, instabile in tutte le sue vie.

Quando può un uomo essere considerato di animo doppio? Quando afferma di amare più di una donna. Deve essere pazzo! Non puoi mai amare due allo stesso tempo. Cristo ha detto che i due saranno una sola carne. Non ha mai detto che i tre, o quattro o cinque saranno una sola carne. Non può essere così! Tre, o quattro o cinque non potranno mai essere una sola carne e spirito. Ci saranno sicuramente invidia, gelosia e conflitto.

Quando si tratta di relazioni romantiche, Dio non consente una terza parte. Dovrebbe essere solo tra un uomo e una donna. Un uomo non dovrebbe prendere due donne allo stesso tempo. Durante il tempo degli israeliti, chiunque commetteva tale cosa veniva bruciato.

LEVITICO 20:14 dice:

Se uno prende per moglie la figlia e la madre, è un delitto; si bruceranno col fuoco lui e loro, affinché non si trovi fra voi alcun delitto.

Questo è un esempio di peccato imperdonabile. Un uomo che prende la madre di sua moglie e la fa sua concubina commette un peccato imperdonabile. E durante il tempo degli israeliti, tutti e tre loro sarebbero stati bruciati a morte.

Ora, cosa ci insegna? Come scritto in II TIMOTEO 3:16:

Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

Non puoi avere due fidanzate o due spose allo stesso tempo. Se lo fai, vorrebbe dire che sei un "uomo di doppio animo". E come menzionato in GIACOMO 1:7, "... Non pensi già quel tale di ricever nulla dal Signore,".

Apparentemente, è qualcosa di molto serio. Se sei un uomo di doppio animo, non riceverai nulla da Dio, sia spirituale che materiale.

GIACOMO 1:8 disse anche che "essendo uomo d'animo doppio, instabile in tutte le sue vie." Quindi, signore, state attenti! Non innamoratevi mai di un uomo di animo doppio, anche se fosse il più bello di tutti. Supponendo che tu provi già qualcosa per quell'uomo, sopprimi quella sensazione. Se insisti ad avere una relazione con quel tipo di uomo, è proprio come suicidarsi. Come ha detto la parola di Dio, quell'uomo non riceverà nulla da Lui. Agli occhi di Dio, quell'uomo è malvagio.

In altre parole, prima di impegnarti in una relazione, pensaci molto bene. Assicurati di essere la sua unica e che sarai sempre l'unica. Non prendere decisioni affrettate di cui, in seguito, ti pentirai.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Prove che la Bibbia è Completa e l'Autorità Finale nella Salvezza

1/29/2019 0 Commenti


Una delle domande più frequenti, in particolare dagli scettici, riguarda l'autenticità e la completezza della Bibbia come un libro che contiene le parole di Dio. Altri ancora chiedono se le cose scritte lì siano le ultime parole di Dio.

Credo che la Bibbia sia completa. La Bibbia è una raccolta di libri che Dio ha dato al Suo popolo. E quando lo diede loro, stabilì dei divieti specifici nell'uso di questo libro – nulla deve essergli aggiunto e nulla deve essere tolto da esso. Questo è stato esplicitamente affermato nel libro di APOCALISSE 22:18-19 che dice:

18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro;
19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell'albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro.

Quei versi dimostrano chiaramente che la Bibbia è completa. Altrimenti, Dio non ci vieterebbe più di aggiungere e togliere qualsiasi cosa da essa. Quando nulla deve essere aggiunto, o dedotto, da qualcosa, significa che è già completo. Se aggiungerai o toglierai qualcosa da quel qualcosa, perderà la sua completezza. Quindi, per logica, crediamo che la Bibbia sia un libro completo poiché Dio ci ha comandato di non aggiungere o dedurre nulla da essa, e disobbedire al Suo comandamento meriterebbe una punizione corrispondente.

Dio aveva parlato all'umanità dal tempo della creazione dell'uomo – dal tempo di Adamo ed Eva, a Caino, a Seth, ad Abrahamo, a Noè, alle tribù d'Israele, e così via. La comunicazione di Dio con l'umanità era stata costante. EBREI 1:1-2 dice:

1 Iddio, dopo aver in molte volte e in molte maniere parlato anticamente ai padri per mezzo de' profeti,
2 in questi ultimi giorni ha parlato a noi mediante il suo Figliuolo, ch'Egli ha costituito erede di tutte le cose, mediante il quale pure ha creato i mondi;

Permettetemi di sottolineare ciò che San Paolo aveva detto: "in questi ultimi giorni ha parlato a noi mediante il suo Figliuolo". Stiamo vivendo negli ultimi giorni del calendario biblico. Usando il passato prossimo del verbo parlare, (ha parlato), implica un'azione completata. In altre parole, tutto ciò che deve essere rivelato è stato rivelato da Suo Figlio; e tutte le cose che devono essere dette erano state pronunciate da Dio attraverso il Suo Figlio. In realtà, anche il futuro, fino alla fine, era già stato rivelato nella Bibbia. APOCALISSE 1:1 dice:

La rivelazione di Gesù Cristo, che Dio gli ha data per mostrare ai suoi servitori le cose che debbono avvenire in breve; ed egli l'ha fatta conoscere mandandola per mezzo del suo angelo al suo servitore Giovanni,

Quindi, quando fu dato il libro di Apocalisse, il tempo rimasto fu breve. Anche se potrebbe richiedere 2.000 anni o più, per Dio quello è solo breve.

Le cose contenute nel libro dell'Apocalisse sono le cose che devono presto accadere. Dio aveva dato la rivelazione a Giovanni attraverso i Suoi angeli.

Come scritto in APOCALISSE 4:1:

Dopo queste cose io vidi, ed ecco una porta aperta nel cielo, e la prima voce che avevo udita parlante meco a guisa di tromba, mi disse: Sali qua, e io ti mostrerò le cose che debbono avvenire da ora innanzi.

Sappiamo che il libro di Apocalisse fu scritto all’incirca nel 98 d.C., che fu la fine del primo secolo dell'era cristiana. Ciò significa che già in quel periodo, le cose che devono presto accadere e le cose che devono avvenire in appresso, erano già state rivelate a Giovanni. Ed erano tutti registrati nella Bibbia. APOCALISSE 1:19 dice:

Scrivi dunque le cose che hai vedute, quelle che sono e quelle che devono avvenire in appresso,

Pertanto, la Bibbia contiene le rivelazioni complete e le profezie che comprendono fino alla fine. 

Dobbiamo tenere a mente che uno degli attributi di Dio è che Lui è capace di dichiarare la fine dall'inizio di tutte le cose che esistono. Questo è scritto in ISAIA 46:9-10:

9 Ricordate il passato, le cose antiche: perché io son Dio, e non ve n'è alcun altro; son Dio, e niuno è simile a me;
10 che annunzio la fine sin dal principio, e molto tempo prima predìco le cose non ancora avvenute; che dico: 'Il mio piano sussisterà, e metterò ad effetto tutta la mia volontà';

Questo è il tipo di Dio che ha prodotto la scrittura delle Scritture; poteva dichiarare la fine dall'inizio. Indubbiamente, la Bibbia è completa in tutti i sensi; è definitiva. La Bibbia è l'autorità finale quando si tratta della salvezza dell'umanità. Nessun altro libro deve avere lo stesso valore e importanza; e nessun altro libro può mai confrontarsi con la Bibbia.

Non c'è sicuramente alcuna verità sulla pretesa della chiesa mormone secondo cui il libro di Mormon è molto superiore alla Bibbia. Il cosiddetto "apostolo" Bruce McConkie della chiesa mormone disse:

Quasi tutte le dottrine del Vangelo sono insegnate nel Libro di Mormon con maggiore chiarezza e perfezione di quelle stesse dottrine che sono rivelate nella Bibbia. Chiunque collochi in colonne parallele, gli insegnamenti di questi due grandi libri su argomenti quali l'espiazione, il piano di salvezza, la raccolta di Israele, il battesimo, i doni dello spirito, i miracoli, la rivelazione, la fede, la carità (o uno qualsiasi degli altri cento libri) troveranno una prova conclusiva della superiorità degli insegnamenti del libro di Mormon.

Questa è stupidità! Mettere il libro di Mormon, che è pieno di menzogne ​​e invenzioni di Joseph Smith, in parallelo con la Bibbia in significato e valore è un atto di blasfemia. L'apostolo della chiesa mormone che ha fatto tale affermazione è un falso apostolo. È proprio come colui che lo ha mandato, satana.

In II CORINZI 11:13-15 dice:

13 Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
14 E non c'è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.
15 Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere.

Il libro di Mormon è pieno di errori e bugie! Ho menzionato in precedenza che c'è una rivelazione finale di Dio, ed è stata scritta nel libro di Apocalisse. Ma secondo Joseph Smith ci fu un'altra rivelazione che giunse nel 1844. Dalla sezione Dottrine e Alleanze del Libro di Mormon vedremo le allucinazioni di Joseph Smith e delle sue coorti. Dice:


Questa rivelazione di Joseph Smith è una bugia. Perché? Già nel diciannovesimo secolo, dissero che ci sarà una Nuova Gerusalemme che sarà costruita nei confini occidentali del Missouri, USA, e quel tempio sarà dedicato dalle mani di Joseph Smith. Sfortunatamente, Joseph Smith morì per una ferita da arma da fuoco causata da un assalto in prigione. Joseph Smith fu imprigionato a causa delle accuse penali intentate contro di lui dal governo degli Stati Uniti. La storia degli Stati Uniti dimostrerà che non ci fu alcuna Nuova Gerusalemme costruita nei confini occidentali dello stato del Missouri. E non ci fu nemmeno un tempio dedicato dalle mani di Joseph Smith perché aveva incontrato una morte inaspettata mentre era in prigione.

A prima vista, questa rivelazione sembra essere una rivelazione, ma questa non è una rivelazione proveniente da Dio. Non dimentichiamo che tutte le rivelazioni di Dio che devono essere conosciute dall'uomo erano già state registrate da Giovanni nel libro dell'Apocalisse.

Un'altra falsa rivelazione fu quella ricevuta da Apollo Quiboloy nel febbraio 2005.


Quindi, per i membri di questo tipo, che ora sta dichiarando il bestemmiatore, nel regno di Dio, avete sei mesi per lasciare quel gruppo. Se non lascerete quel gruppo, sarete inclusi nel suo giudizio. Sarete tutti condotti all'inferno quando morirete o mentre siete ancora vivi, le vostre anime sono già segnate dalla distruzione. Quindi, il gruppo di questo leader, ti sto dicendo, esci.

Tutti quelli che rimarranno lì, vi do sei mesi, andate via da lì. Se non andate via da lì, quel che sarà la sua punizione sarà anche la vostra.

Quindi, questo gruppo di Eli Soriano, del Dating Daan il tuo leader è già dannato e giudicato. Perché, non è colpa nostra, è colpa sua. Perché, ieri sera mi è arrivata una rivelazione. Lui è dichiarato qui e là, nel regno dei cieli e nel regno dei cieli in terra, che questo tipo ha attraversato il punto di non ritorno. È un bestemmiatore, ha commesso il peccato imperdonabile. In tal modo, vi dirò in che modo questa rivelazione mi è arrivata e cosa gli accadrà. Sarà colpito da una malattia mortalmente grave che non può sconfiggere e che gli mangerà le viscere. Che punizione dolorosa, [per un uomo che è testardo a causa del peccato di orgoglio."

Permettetemi di ripetere, nessuna rivelazione proveniente da Dio verrà mai più dopo la rivelazione che è stata data a Giovanni attraverso il nostro Signore Gesù Cristo. Queste rivelazioni sono complete e anche gli insegnamenti di Cristo nella Bibbia sono completi. MATTEO 28:20 dice:

insegnando loro d'osservar tutte quante le cose che v'ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente.

Cristo comandò agli apostoli di insegnare a tutte le nazioni tutti gli insegnamenti che insegnò loro durante i Suoi tre anni di predicazione sulla terra. Pertanto, tutti gli insegnamenti di Gesù Cristo sono definitivi perché sono intesi per essere insegnati fino alla fine di questo mondo.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Dovrebbero i Cristiani Giudicare le Altre Religioni e Credenze?

1/23/2019 0 Commenti


All'interno della Chiesa di Dio, noi, membri, ci è proibito da Dio giudicare coloro che sono al di fuori della nostra religione. I cristiani non giudicano le altre religioni. 1 Corinzi 5:13 dice:

Que' di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi.

Quelli che sono al di fuori della chiesa, o quelli che sono senza (chiesa), sono giudicati da Dio. Noi, nella Chiesa di Dio, giudichiamo tra noi; noi giudichiamo i nostri membri, i nostri ministri, i nostri seguaci nella fede. A volte siamo costretti dalle circostanze a giudicare i nostri membri – a togliere i membri malvagi, a scomunicarli, a mandarli fuori dalla Chiesa – nel nostro adempimento delle ammonizioni bibliche. 1 Corinzi 6:2-3 dice:

2 Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime?
3 Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!

Nella Chiesa, giudichiamo le cose che riguardano solo questa vita. È stato scritto dall'apostolo Paolo che il giudizio su coloro che sono al di fuori della Chiesa appartiene a Dio. È solo Dio che può giudicare coloro che sono al di fuori della Chiesa di Dio. Ma all'interno della Chiesa di Dio, giudichiamo le cose che riguardano questa vita. Ad esempio, se ci sono membri che litigano o se ci sono differenze tra loro, ci occupiamo di questi argomenti. Affrontiamo questioni interne. E ogni volta che diamo un giudizio, usiamo la parola di Dio come base. È uno dei requisiti di Dio per i cristiani. 1 Corinzi 6:7, 5 dice:

7 Certo è già in ogni modo un vostro difetto l'aver fra voi dei processi. Perché non patite piuttosto qualche torto? Perché non patite piuttosto qualche danno?
5 Io dico questo per farvi vergogna. Così non v'è egli tra voi neppure un savio che sia capace di pronunziare un giudizio fra un fratello e l'altro?

L'apostolo Paolo stava ammonendo i cristiani a Corinto che qualcuno avrebbe dovuto risolvere le questioni tra i fratelli nella Chiesa. Quindi giudichiamo tra di noi. E se si scopre che un fratello o una sorella nella Chiesa sono disobbedienti ai regolamenti della Chiesa di Dio e alle parole di Dio nella Bibbia, questo è ciò che dice 1 Corinzi 5:11-13:

11 ma quel che v'ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare.
12 Poiché, ho io forse da giudicar que' di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro?
13 Que' di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi.

Questa è la legge nella Chiesa. Anche l'apostolo Paolo non volle giudicare coloro che sono fuori. Ciò è stato sottolineato nel versetto 12, "Poiché, ho io forse da giudicar que' di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro?" Ma a quelli che sono fuori dalla Chiesa, Dio giudica. "Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi.". Quindi, se c'è qualcuno nella Chiesa che non vuole rinnovare la sua vita e rimane un idolatra, un ubriacone, un estorsore, un immorale, un estraneo o un ladro, tale persona è scomunicata. Lui / lei viene tolta dalla Chiesa. Giudichiamo solo quelli che sono dentro la Chiesa; ma quelli che sono al di fuori della Chiesa, è Dio che li giudica. Noi, nella Chiesa di Dio, crediamo che non abbiamo il diritto e l'autorità di giudicare coloro che sono fuori semplicemente perché:

1. Non li conosciamo, sono fuori dalla chiesa!

2. Non sappiamo cosa c'è nel loro cuore. Solo Dio lo sa! Geremia 17:9-10 dice:

9 Il cuore è ingannevole più d'ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?
10 - Io, l'Eterno, che investigo il cuore, che metto alla prova le reni, per retribuire ciascuno secondo le sue vie, secondo il frutto delle sue azioni.

Dio, che conosce tutto nel cuore di un uomo, ha il diritto di giudicarli! Una cosa dobbiamo riconsiderare. Con le loro dottrine e frutti, possiamo conoscerli! Matteo 7:15-16 dice:

15 Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro son lupi rapaci.
16 Voi li riconoscerete dai loro frutti. Si colgon forse delle uve dalle spine, o dei fichi dai triboli?

Possiamo giudicare le loro dottrine sia nel bene che nel male perché possiamo confrontarle con le dottrine scritte nel Vangelo. Ecclesiaste 7:27 dice:

Ecco, questo ho trovato, dice l'Ecclesiaste, dopo aver esaminato le cose una ad una per afferrarne la ragione;

Giovanni 7:17-18 dice:

17 Se uno vuol fare la volontà di lui, conoscerà se questa dottrina è da Dio o se io parlo di mio.
18 Chi parla di suo cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato, egli è verace e non v'è ingiustizia in lui.

Qualsiasi dottrina della chiesa deve superare la prova del Vangelo. Tutto ciò che non è scritto deve essere rifiutato. 1 Corinzi 4:6 dice: Or, fratelli, queste cose le ho per amor vostro applicate a me stesso e ad Apollo, onde per nostro mezzo impariate a praticare il 'non oltre quel che è scritto'; affinché non vi gonfiate d'orgoglio esaltando l'uno a danno dell'altro.

Galati 1:8 dice:

Ma quand'anche noi, quand'anche un angelo del cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che v'abbiamo annunziato, sia egli anatema.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Qual è la Soluzione ai Problemi Apparentemente Infiniti dell'Umanità?

1/14/2019 0 Commenti


La Bibbia mostra qualche soluzione agli attuali problemi dell'umanità come l'alto tasso di criminalità, la fame, gli sconvolgimenti politici, la caduta economica e altre importanti preoccupazioni dell'uomo?

Certo, la Bibbia o le parole di Dio nella Bibbia hanno assolutamente la soluzione migliore per ogni problema dell'umanità. E la soluzione è rinnovamento. Rinnovo.

Come si svolgerà il rinnovo? La Bibbia lo chiama in termini diversi, restituzione, rinnovamento, rigenerazione, eccetera. Tanti termini usati nella Bibbia. Ma come accadrà? Come sarà adempiuto? Leggiamo nel libro di Isaia capitolo 65:17.

ISAIA 65:17
Poiché, ecco, io creo de' nuovi cieli e una nuova terra; non ci si ricorderà più delle cose di prima; esse non torneranno più in memoria.

Il versetto ci dice: "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra". Quindi non è necessario che Dio rinnovi la terra o faccia sì che questa terra attuale rimanga. Perché questa terra è stata contaminata dalle trasgressioni, dall'omicidio. Questa terra è stata contaminata dal sangue di uomini, uomini innocenti, che sono stati versati su questa terra. Questa terra è ora nel processo di distruzione e alla fine sarà distrutta. Quindi Dio disse: "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra". Ora, accadrà questo? Leggiamo la visione che è stata vista da Giovanni, nel libro delle Rivelazioni.

APOCALISSE 21:1
Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non era più.

Il nuovo cielo e la nuova terra, nella nuova terra non ci sarà più il mare. I Testimoni di Geova ci insegnano che questa terra sarà rinnovata, il mare rimarrà. Pertanto, la credenza dei Testimoni di Geova non è conforme alla rivelazione divina che è stata data da Dio a Giovanni. Perché Giovanni ci sta testimoniando non più né meno di ciò che aveva visto. Leggiamo 22:18 del libro delle Rivelazioni.

APOCALISSE 22:18-19
18 Io lo dichiaro a ognuno che ode le parole della profezia di questo libro: Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro;
19 e se alcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Iddio gli torrà la sua parte dell'albero della vita e della città santa, delle cose scritte in questo libro.

La testimonianza di Giovanni è una testimonianza completa. Ha persino l'avvertimento sulla testimonianza che aveva ricevuto. Una testimonianza viene da un testimone.

Giovanni è un testimone fedele. Non sta parlando di alcuna bugia. Infatti, scrisse un severo avvertimento a coloro che useranno il libro, non devi aggiungere, non devi detrarre.

La credenza dei testimoni di Geova che questa terra rimarrà per sempre e questo sarà il paradiso non è vera. Stanno testimoniando a qualcosa che non capiscono, che questa terra rimarrà per sempre e anche il mare? No. Non ci sarà più mare nella nuova terra secondo la Bibbia. Come proveremo che questa terra e il cielo che vediamo ora spariranno? Leggiamo il libro di II Pietro capitolo 3:10.

2 PIETRO 3:10
Ma il giorno del Signore verrà come un ladro; in esso i cieli passeranno stridendo, e gli elementi infiammati si dissolveranno, e la terra e le opere che sono in essa saranno arse.

"I cieli passeranno stridendo, e gli elementi infiammati si dissolveranno, e la terra e le opere che sono in essa saranno arse". Quindi, la terra sarà arsa, gli elementi si dissolveranno e questo è molto possibile. Con la fissione nucleare, la terra può essere trasformata in nulla. Con la fissione nucleare, gli elementi si dissolveranno e questa terra non ci sarà più ed è vero, è stato visto da Giovanni. "Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non era più". E così, conferma o afferma le parole di Gesù Cristo in Matteo capitolo 24,"Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno". Questa è la verità che dice la Bibbia.

Qual è la soluzione allora? Ci sarà un rinnovo. Tutto sarà rinnovato, non è solo una ristrutturazione. Non è una ristrutturazione, sarà una creazione. "Io creo de’ nuovi cieli e una nuova terra", disse Dio. E quando dice, Egli crea, la parola "creare" è qualcosa che deve venire all’esistenza.

La soluzione è che Dio metta fine a tutto ciò che è malvagio, ci sarà una fine a tutto ciò che è malvagio. Mi dispiace solo che i Testimoni di Geova abbiano predetto quella fine così tante volte e abbiano fallito. Predissero che la fine fosse il 1914, poi nel 1923, poi nel 1975, poi nel 1994 e tutte quelle date fallirono dimostrandoci che i Testimoni di Geova o the Watchtower Bible (la Torre di Guardia) and Tract Society sono simboli di falsi profeti che esistono in America e hanno praticamente ingannato i loro seguaci in tutto il mondo.

The Watchtower Bible and Tract Society è una rappresentazione di un falso profeta menzionata da Cristo nel primo secolo. Ci saranno falsi profeti e falso Cristo. Un falso profeta parla di cose che non accadono! Quando i Testimoni di Geova predissero che l'Armageddon sarebbe stato il 1914, fallirono. Poi seguirono così tante altre date e finalmente nel 1975 molti Testimoni di Geova lasciarono la loro organizzazione perché realizzarono le bugie e gli errori che li venivano insegnati.

Mi dispiace dirlo ma è una parte della verità. Fa parte della storia e non so se possiamo usare questo video. Ho qui un video di ex membri dei Testimoni di Geova che dicono alla gente che sono stati ingannati davvero. Aveva in programma di studiare ma non lo perseguitò più perché, secondo il loro pastore, "Sono solo 18 mesi ad Armageddon, fratello", "12 mesi ad Armageddon, fratello", "6 mesi ad Armageddon, fratello", quello era nel 1975. E lasciò l'organizzazione e disse, sto solo immaginando ora come lo dicono, "Sono 12 mesi dopo Armageddon, fratello."


Amo ascoltare quel documentario di Geremia perché espone le bugie dei Testimoni di Geova. Ora, a questa domanda, qual è la soluzione a tutte queste cose spiacevoli che stanno accadendo all'umanità, la soluzione è che Dio metterà fine alle cattive vie di questo mondo quando verrà il Signore Gesù Cristo e Cristo mostrerà un governo incontaminato per mille anni. L'ultima prova che Dio darà all'umanità e dopo il periodo di mille anni arriverà alla fine di questo mondo! Dopo la fine di questo mondo, l'apostolo Giovanni ne è testimone: "Ho visto un nuovo cielo e una nuova terra". Disse perché il vecchio cielo e terra erano scomparsi, non c'erano più; non c'era più il mare. Spero che soddisfi la domanda.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Quand’è il Nuovo Anno Reale Celebrato dai Cristiani?

1/12/2019 0 Commenti


Una persona che è stata in posti diversi potrebbe attestare che persone in luoghi diversi celebrano il nuovo anno in diversi mesi, a seconda del tipo di calendario che seguono. I cinesi, ad esempio, hanno il proprio calendario. Quindi, celebrano il nuovo anno in una data diversa dalla data che viene osservata dai cattolici che, da parte loro, seguono il calendario romano. Mentre il capodanno cinese di solito cade a febbraio, il nuovo anno dei cattolici è ogni 1° gennaio. È risaputo che in un calendario romano, un anno si conclude il 31 dicembre e il nuovo anno inizia il 1° gennaio.

Cosa ne è di noi nella Chiesa di Dio, celebriamo il nuovo anno e quando lo celebriamo?

Celebriamo il nuovo anno, ma nel farlo utilizziamo il calendario ebraico come base.

Prima che gli israeliti lasciassero l'Egitto, Dio preparò un calendario per loro. Va ricordato che nel loro ultimo giorno in Egitto, Dio diede un pronunciamento agli israeliti (in Esodo 12:1-2):

“L'Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d'Egitto, dicendo: 'Questo mese sarà per voi il primo dei mesi: sarà per voi il primo dei mesi dell'anno.”

Questo fu loro detto quindici giorni prima che lasciassero l'Egitto. Vedete, nel calendario ebraico un nuovo giorno inizia al tramonto a differenza del calendario romano in cui un nuovo giorno inizia a mezzanotte. Ad esempio, se oggi fosse sabato, al tramonto sarebbe già domenica.

Il primo mese dell'anno in un calendario ebraico è Nisan o Abib, e il suo equivalente nel calendario romano è a metà marzo dal 15 al 31 e la prima metà di aprile.

È il calendario ebraico che seguiamo perché quello fu anche il calendario che il nostro Signore Gesù Cristo seguì. Noi non seguiamo il calendario romano come nostro calendario di culto perché fu creato dai pagani romani che furono adoratori di falsi dei.

Trovo ironico che molte religioni come i protestanti, i testimoni di Geova e gli avventisti del settimo giorno, che affermano di essersi allontanati dalla Chiesa cattolica a causa delle loro errate dottrine, continuano a seguire il loro calendario altrettanto sbagliato.

Noi, membri della Chiesa di Dio Internazionale, aderiamo al calendario ebraico dove Nisan o Abib è il primo mese dell'anno.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

La Vera Storia della Nascita del Figlio di Dio

1/12/2019 0 Commenti


Ci sono persone che si confondono con la storia del Signore Gesù Cristo. In relazione a ciò, una delle domande più frequenti è: Cosa successe prima, la concezione di Cristo da Maria attraverso il potere dello Spirito Santo o il Suo essere generato dal seno del Padre?

Biblicamente parlando, il Suo essere generato dal seno del Padre avvenne prima di tutto. Proverbi 8:12 dice:

“Io, la sapienza, sto con l'accorgimento, e trovo la scienza della riflessione.”

La sapienza di Dio è quella che parla in questo versetto. Ma chi è la sapienza di Dio? 1 Corinzi 1:24 dice:

“ma per quelli i quali son chiamati, tanto Giudei quanto Greci, predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio;”

In Inglese:

“But unto them which are called, both Jews and Greeks, Christ the power of God, and the wisdom of God.”

Usando l'articolo definito "the", la sapienza di Dio cui si fa riferimento è Cristo. E per dimostrare ulteriormente questo, 1 Corinzi 2:6-8 dice:

“Nondimeno fra quelli che son maturi noi esponiamo una sapienza, una sapienza però non di questo secolo né de' principi di questo secolo che stan per essere annientati, ma esponiamo la sapienza di Dio misteriosa ed occulta che Dio avea innanzi i secoli predestinata a nostra gloria,”

Chi è questa sapienza? 1 Corinzi 2:8 dice:

“e che nessuno de' principi di questo mondo ha conosciuta; perché, se l'avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signor della gloria.”

Quindi, è molto chiaro che la sapienza di Dio è il nostro Signore Gesù Cristo. La prossima domanda è, quando venne generato da Dio? Proverbi 8:22-27 dice:

“L'Eterno mi formò al principio de' suoi atti, prima di fare alcuna delle opere sue, ab antico. Fui stabilita ab eterno, dal principio, prima che la terra fosse. Fui generata quando non c'erano ancora abissi, quando ancora non c'erano sorgenti rigurgitanti d'acqua. Fui generata prima che i monti fossero fondati, prima ch'esistessero le colline, quand'egli ancora non avea fatto né la terra né i campi né le prime zolle della terra coltivabile. Quand'egli disponeva i cieli io ero là;”

Pertanto, la sapienza era già là anche prima che la terra fosse creata. Per provarlo ulteriormente, Giovanni 17:5 dice:

“Ed ora, o Padre, glorificami tu presso te stesso della gloria che avevo presso di te avanti che il mondo fosse.”

Venne generato dal seno del Padre prima dell'inizio del mondo. Ora, Lui fu concepito dalla vergine Maria, e venne generato come Gesù, il figlio di Maria. Pertanto, è chiaro ora che la nascita di Cristo dal seno di Dio avvenne prima. Giovanni 1:1-3 dice:

GIOVANNI 1:1-2
1 Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio.
2 Essa era nel principio con Dio.

GIOVANNI 1:3
Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta.

Ci sono due modi in cui Cristo viene chiamato nella Bibbia: Egli è chiamato come il Figlio di Dio e il Figlio d’uomo. Perché Figlio di Dio? Perché era il Figlio di Dio generato. Tuttavia, ci sono persone flebili di mente che contesterebbero, come potrebbe Dio generare quando è un essere nel genere maschile. Salmi 94:9 afferma:

“Colui che ha piantato l'orecchio non udirà egli? Colui che ha formato l'occhio non vedrà egli”

Se Dio ha creato gli occhi che possono vedere, le orecchie che possono udire e il grembo di una donna, non potrebbe Egli generare? Non è affare di nessuno chiedere come Dio lo farebbe. Se vuole generare, così sia.

Egli disse: "Tu sei mio Figlio, oggi ti ho generato". Dunque, non fu Maria a partorirlo. Cos’è dunque? Quello è il Figlio di Dio. Nel suo essere spirituale, Cristo è il Figlio di Dio, ma nella sua carne è il Figlio di Maria. È chiamato Figlio di Dio e Figlio d’uomo. Il Figlio d'uomo è la carne, ma il Figlio di Dio è lo spirito che dimora nel corpo umano. Colossesi 2:9 dice:

“poiché in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità,”

Bisogna capire che c'è un Figlio di Dio che dimora in quel corpo. Il figlio di Maria è la carne o il corpo fisico. Il corpo è diverso dallo spirito di Cristo. Ebrei 10:5 dice:

“Perciò, entrando nel mondo, egli dice. . .”

Implica che non ebbe avuto origine qui; Lui venne solamente al mondo. Continuando con il verso. . .

“ . . . Tu non hai voluto né sacrificio né offerta, ma mi hai preparato un corpo;”

Il corpo venne dal mondo, ma quello che entrò nel mondo non venne dal mondo. Lui non è dal mondo. La domanda è: da dove viene? Giovanni 6:38 dice:

“perché son disceso dal cielo per fare non la mia volontà, ma la volontà di Colui che mi ha mandato.”

Questo è il segreto: Lui discese dal cielo. Da dove è venuto in cielo? Giovanni 13:3 dice:

“Gesù, sapendo che il Padre gli avea dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio se ne tornava,”

Giovanni 1:18 dice:

“Nessuno ha mai veduto Iddio; l'unigenito Figliuolo, che è nel seno del Padre, è quel che l'ha fatto conoscere.”

Lui venne dal seno del Padre; Lui venne generato. E poi dal cielo, Egli venne nel mondo; prese un corpo umano che era stato preparato per Lui quando scese. Questa è la storia del nostro Signore.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti:

Dei Pastori e Neve e la Data Reale della Nascita di Cristo

1/12/2019 0 Commenti


Una delle domande più frequenti dei cercatori della verità riguarda la nascita reale del nostro Signore Gesù Cristo (quando si manifestò in carne). Molte religioni, soprattutto la Chiesa Cattolica Romana, credono che Cristo sia nato il 25 dicembre; quindi, celebrano questa data con grande prodigalità e stravaganza.

Stabilire e celebrare il 25 dicembre come nascita del Signore Gesù è un altro falso insegnamento della Chiesa Cattolica; è semplicemente la loro invenzione. Ciò è confermato in un articolo sul Natale in The Catholic Encyclopedia, Volume 2, pagina 607, in cui si afferma che "la data effettiva della nascita del Signore è sconosciuta". Afferma anche che, inizialmente, la commemorazione della Sua nascita era inclusa nella loro celebrazione della Feast of the Manifestations in inglese, o dell'Epifania, che si tiene ogni 6 gennaio.


Tuttavia, 300 anni dopo, la Chiesa di Roma cambiò la data. Invece del 6 gennaio, stabilirono il 25 dicembre come il giorno della celebrazione della natività. Sfortunatamente, la data che loro assegnarono come la nascita di Cristo, coincise con il giorno di festa del dio sole pagano romano, Sol. Anche questa festa fu celebrata per celebrare il compleanno del loro Sole Invitto.


In effetti, è un grande insulto e una blasfemia contro il Signore Gesù Cristo calendarizzare la celebrazione del Suo compleanno lo stesso giorno in cui celebravano una festa per il loro dio pagano!

Biblicamente e storicamente parlando, il Signore Gesù Cristo non potrebbe mai nascere a dicembre. Quando Cristo nacque, c'erano dei pastori nei campi che sorvegliavano il loro gregge di notte; ed era a quei pastori che un angelo proclamò la buona notizia che il Signore Gesù era nato. Come potevano i pastori stare in campo quella sera se fosse stato dicembre, quando già a novembre il terreno di Betlemme dove era nato il Signore Gesù Cristo veniva già coperto di neve? Come potrebbero i pastori nutrire il loro gregge nella notte di dicembre? Solo i pastori sciocchi porterebbero il loro gregge nel campo coperto di neve. Loro, sia i pastori che il loro gregge, sarebbero morti tutti congelati lì.

Questo è ciò che LUCA 2:7-14 dice:

7 ed ella diè alla luce il suo figliuolo primogenito, e lo fasciò, e lo pose a giacere in una mangiatoia, perché non v'era posto per loro nell'albergo.
8 Or in quella medesima contrada v'eran de' pastori che stavano ne' campi e facean di notte la guardia al loro gregge.
9 E un angelo del Signore si presentò ad essi e la gloria del Signore risplendé intorno a loro, e temettero di gran timore.
10 E l'angelo disse loro: Non temete, perché ecco, vi reco il buon annunzio di una grande allegrezza che tutto il popolo avrà:
11 Oggi, nella città di Davide, v'è nato un salvatore, che è Cristo, il Signore.
12 E questo vi servirà di segno: troverete un bambino fasciato e coricato in una mangiatoia.
13 E ad un tratto vi fu con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Iddio e diceva:
14 Gloria a Dio ne' luoghi altissimi, pace in terra fra gli uomini ch'Egli gradisce!

Questo è quello che successe durante la nascita del Signore Gesù Cristo. Alla vigilia della nascita di Cristo, ci furono dei pastori nel campo a sorvegliare il loro gregge al pascolo. Pascolarono l'erba, non la neve. Pertanto, la nascita di Cristo non è mai avvenuta a dicembre; non nacque in inverno.

Questo blog è stato tradotto con cura nella lingua Italiana dai nostri traduttori nei limiti delle proprie capacità. Tuttavia, questo non assicura l’esattezza nella traduzione delle informazioni per varie ragioni. Se ci dovessero essere differenze nella lingua originale, la versione originale in inglese è quella a cui fare riferimento.

0 commenti: